17°

29°

Film recensioni

Armida, le sue prigioni tra il rigore e il dolore

Come il vento. Prima donna direttrice di carceri.

Una scena di "Come il vento"

Una scena di "Come il vento"

Ricevi gratis le news
0

 

Michele Ossani
L’impegno, l’attenzione al sociale, la passione per le figure femminili forti. Caratteristiche che ritornano nell’opera di Marco Simon Puccioni, un passato di documentarista e qui al suo terzo lungometraggio, dopo gli apprezzati «Quello che cerchi» e «Riparo». In «Come il vento» sceglie di raccontare la storia di Armida Miserere, una delle prime donne a dirigere un carcere in Italia. Il film ne segue le vicende personali e la carriera, che ebbe inizio a metà degli anni Ottanta a soli ventott’anni nel carcere di Parma, per poi vederla ricoprire l’incarico di direttore in vari penitenziari come quelli di Torino, Spoleto, Lodi, Opera. Spesso si trovò in luoghi di detenzione difficili, come Pianosa in mezzo ai boss mafiosi o l’Ucciardone a Palermo, dove si fece una fama di donna indomita e dura, adottando una linea garantista, all’insegna di una grande integrità morale. Una vita la sua segnata soprattutto dal dolore per la perdita del compagno Umberto Mormile, educatore impegnato nei primi esperimenti di teatro in carcere, ucciso dalla criminalità organizzata in quanto non corruttibile. E il film ci mostra la battaglia di Armida per accertare la verità su quella morte, fino alla decisione di togliersi la vita nel 2003 a Sulmona. La pellicola privilegia la dimensione privata della Miserere, lasciando le vicende di cronaca un po’ sullo sfondo. E fondamentale è l’apporto di Valeria Golino, brava a restituire, in una prova sentita e ricca di sfumature, la determinazione ma pure le fragilità di un personaggio complesso. Il rischio dell’agiografia è evitato grazie a una bella misura di racconto: lo stile è asciutto e rigoroso, con giusto una punta di lirismo ogni tanto.
Michele Ossani
L’impegno, l’attenzione al sociale, la passione per le figure femminili forti. Caratteristiche che ritornano nell’opera di Marco Simon Puccioni, un passato di documentarista e qui al suo terzo lungometraggio, dopo gli apprezzati «Quello che cerchi» e «Riparo». In «Come il vento» sceglie di raccontare la storia di Armida Miserere, una delle prime donne a dirigere un carcere in Italia. Il film ne segue le vicende personali e la carriera, che ebbe inizio a metà degli anni Ottanta a soli ventott’anni nel carcere di Parma, per poi vederla ricoprire l’incarico di direttore in vari penitenziari come quelli di Torino, Spoleto, Lodi, Opera. Spesso si trovò in luoghi di detenzione difficili, come Pianosa in mezzo ai boss mafiosi o l’Ucciardone a Palermo, dove si fece una fama di donna indomita e dura, adottando una linea garantista, all’insegna di una grande integrità morale. Una vita la sua segnata soprattutto dal dolore per la perdita del compagno Umberto Mormile, educatore impegnato nei primi esperimenti di teatro in carcere, ucciso dalla criminalità organizzata in quanto non corruttibile. E il film ci mostra la battaglia di Armida per accertare la verità su quella morte, fino alla decisione di togliersi la vita nel 2003 a Sulmona. La pellicola privilegia la dimensione privata della Miserere, lasciando le vicende di cronaca un po’ sullo sfondo. E fondamentale è l’apporto di Valeria Golino, brava a restituire, in una prova sentita e ricca di sfumature, la determinazione ma pure le fragilità di un personaggio complesso. Il rischio dell’agiografia è evitato grazie a una bella misura di racconto: lo stile è asciutto e rigoroso, con giusto una punta di lirismo ogni tanto. *****

 

SCHEDA
COME IL VENTO
REGIA:  MARCO SIMON PUCCIONI 
SCENEGGIATURA:  MARCO SIMON PUCCIONI, NICOLA LUSUARDI, HEIDRUN SCHLEEF
FOTOGRAFIA: GHERARDO GOSSI
INTERPRETI:   VALERIA GOLINO, FILIPPO TIMI, FRANCESCO SCIANNA, CHIARA CASELLI, MARCELLO MAZZARELLA, SALVIO SIMEOLI, ENRICO SILVESTRIN
GENERE:  DRAMMATICO
Italia/Francia 2013, colore, 1 h e 50’
DOVE: THE SPACE CAMPUS

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

4commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

1commento

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

14commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

1commento

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

sentenza

Caso Maugeri, in appello si aggrava la condanna a Formigoni per corruzione: 7 anni e 6 mesi

ROMA

Detenuta lancia dalle scale i figli: avviato l'iter della morte cerebrale per il secondo bimbo

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

migranti

Thuram: "Se fossi italiano mi vergognerei di Salvini"

2commenti

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design