17°

L'INTERVISTA

Pastor Maldonado: "La Formula 1? Mi piacerebbe tornare..."

L'ex pilota della Williams, oggi nel Mondiale Prototipi, si racconta. E parla di Verstappen, Chavez, la figlia...

Pastor Maldonado: "La Formula 1? Mi piacerebbe tornare..."
Ricevi gratis le news
0

Cattivo in pista, buono nella vita. Duro al volante, tenero quando fa il papà. Pastor Maldonado è l'esempio della contraddizione dei termini. Quando correva in F1 con la Williams era il pilota più temuto negli specchietti, quello che quando Hamilton lo vedeva, non sapeva mai come andava a finire, vedi GP Valencia di qualche anno fa. Pastor era però anche il pilota che spesso riempiva le pagine di cronaca di una gara, con incidenti spettacolari, uscite di pista incredibili e altro ancora di un repertorio che sembrava infinito. Al punto che si è presto fatta la nomea dello sfascia macchine, del pilota pericoloso. Prima che arrivasse Verstappen e gli togliesse, di imperio, tutti i titoli e gli sfottò che avevano riservato a Maldonado.

Oggi Pastor corre nel mondiale prototipi con la Dragon, una squadra che gli sta dando soddisfazioni, ma la voglia di F.1 è ancora intatta, tanto che a Montecarlo era in cerca di un sedile per la prossima stagione.

Non è ancora stanco di F.1?
"Per niente, credo di poter dare ancora molto. Nel Wec con la Dragon ci divertiamo molto, è una categoria molto combattuta, Toyota a parte, per cui è una buona soluzione per un pilota professionista".

E' anche vero che quando correva lei aveva la fama dello sfascia macchine, di quello che andava a sbattere sempre, le hanno pure dedicato delle caricature...

"Uno che corre e capisce di corse sa che erano tutte fesserie, la gente parla e sfotte perché non sa cosa fare a casa. In pochi, fra quelli che hanno guidato una macchina da corsa, si permetterebbe di farlo. C'è però anche da dire che quando esci di strada o fai un incidente, hai poco da fare, perché l'occasione per scrivere di te gliela stai dando su un piatto d'argento e quindi non deve stupire se partono le prese in giro. In pochi hanno capito che guidavo sempre al limite, per spremere qualcosa dalla macchina. Che non c'era e questo ti porta a sbagliare. Non c'è nessuno, in F.1, che guidando sempre al 100 per 100 o oltre non commetta errori. Il mio errore forse è stato questo, spingere sempre anche se ero decimo e volevo diventare nono...".

Lei ha vinto il mondiale GP2 con il team Rapax, italiano, poi ha corso e vinto con la Williams. Oggi come vede questo team?

"Sono stato l'ultimo pilota a vincere un GP con la Williams, era in Spagna. Feci anche la pole position. Vedere come è ridotto oggi nelle retrovie mi fa veramente dispiacere. Non merita di finire così indietro, è una squadra con strutture valide, un blasone enorme, un potenziale fantastico. Spero che presto torni vincente. Magari con me ancora al volante..."

Tornando agli incidenti in pista, possiamo permetterci una battuta: da esperto...del settore, come valuta Verstappen?

"Ha sbattuto molto, ha fatto tanti incidenti spesso non per colpa sua, ma è un pilota che ci dà dentro al 100 per 100 tutte le volte. Il giorno che guida al 99 per cento, li sbaraglia tutti. Se io fossi un team manager non ci penserei due volte a fargli firmare un contratto a vita, questo è uno che va forte. Se poi lo criticano, gli danno addosso, beh se vai a sbattere è chiaro che offri materiale per farti criticare, ma ripeto lo fanno solo quelli seduti sul divano che non hanno idea di cosa significa correre al limite. O giornalisti che, annoiati, devono trovare qualcuno per dargli la croce addosso come se la F.1 fosse il calcio o uno sport simile. Io assolvo Verstappen, lo capisco molto. Dovrebbe solo sorridere un po' di più, come facevo io che stemperavo le tensioni con una barzelletta o una risata. Se ti impunti poi è normale che ti danno addosso, ma qua dentro nel paddock, lo ripeto, di gente come lui, specie fra le ultime generazioni, non ce ne sono. Va tenuto sotto una campana di vetro e protetto".

Verstappen tutta la vita, allora...Ma lei è venezuelano, come vive la crisi economica e politica del suo Paese?

"I miei genitori vivono ancora in Venezuela, un po' fuori Caracas. Lì la situazione è un poco più tranquilla. Ma in una nazione in cui l'economia dipendeva dal petrolio, sfido chiunque, di qualsiasi fazione politica, a reggere un bilancio col barile di petrolio a 20 dollari. Era impossibile fare fronte alle spese e a tutto il resto. Io so, però, che il Venezuela è un grande Paese, una nazione ricca di risorse naturali, e il suo popolo è fantastico, per cui sono certo che supereremo tutti i problemi, tutti insieme ce la potremo fare, lo sento".

Lei era considerato il pupillo di Chavez a dire il vero...

"Posso dire che ricevetti una chiamata solo dopo che vinsi il GP di Spagna, il primo pilota venezuelano a vincere una gara del mondiale F.1. E avevo uno sponsor che, seppure nazionale, non era legato al presidente. Ma la gente deve parlare, dire qualcosa, la mia carriera e la politica sono sempre state due cose diverse".

Tornando al mondiale F.1, le piace?

"Mi piacerebbe guidare queste macchine, credo che siano bellissime e complicate al tempo stesso. In quanto ai piloti credo che i talenti siano pochi, Hamilton, Ricciardo, Verstappen, Vettel. E ci metto anche Alonso, uno dei migliori in assoluto, peccato che sia in una squadra come la McLaren che è in crisi...Per il resto, ho una bella famiglia, una splendida bambina che adesso mi chiama per giocare e quindi le cose più importanti della vita le ho tutte: famiglia, salute e felice di fare lo sport che ho scelto io".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Galaxy Fold

Galaxy Fold

HI-TECH

Galaxy fold: ecco lo smartphone pieghevole di Samsung

Brachetti incanta il Regio con la magia del suo "Solo" - Ecco chi c'era: foto

teatro

Brachetti incanta il Regio con la magia del suo "Solo" Ecco chi c'era: foto

Happy Days, coriandoli d'America

C'ERA UNA VOLTA

Happy Days, coriandoli d'America

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Mulino di casa Sforza" Tanta tecnica e ottima qualità in cucina

CHICHIBIO

"Mulino di Casa Sforza": tanta tecnica e ottima qualità in cucina

Lealtrenotizie

Maxi-tamponamento in A1: autostrada chiusa fra Milano sud e Basso Lodigiano

L'incidente in A22

AUTOSTRADE

Nebbia e incidenti: è di Parma la vittima dello schianto sull'Autobrennero. Ferito l'amico

A1 chiusa fra Milano sud e il Lodigiano per diverse ore. Autobrennero riaperta nel pomeriggio, dopo il blocco da Carpi a Nogarole Rocca

parma

La Guardia di Finanza sequestra un centro sportivo con piscina fra via Budellungo e via Ximenes

Quattro società sono coinvolte a vario titolo nell'inchiesta

Montecchio

Esce di strada, sfonda la recinzione e va a sbattere contro l'albero di un giardino: un ferito

il fatto del giorno

Caso "Simeone", quando nel calcio è il corpo a parlare

12 tg parma

Via Duca Alessandro: blitz in una casa di spacciatori nigeriani Video

presentazione

Schiappacasse: "Parma una scelta: è un club storico, mi aiuterà" Video

LE NOSTRE IMPRESE

Laterlite, innovazione e sostenibilità Video

Intervista flash a Corrado Beldì, vicepresidente della società, nonché vicepresidente di Confindustria Emilia Romagna

PARMA

Qualità dell'aria, confermate le misure d'emergenza: ancora stop ai diesel Euro 4

Il provvedimento coinvolge anche la gestione dei riscaldamenti

4commenti

PARMA

Mercanteinfiera torna con i marmi dell'antica Luni e il "passato remoto" del giocattolo Foto

PARMA

"Spara a Salvini", "Libertà per i prigionieri": ancora scritte davanti al Marconi Foto

STUPRO

Falsità e silenzi sulla violenza al collettivo di via Testi: cinque condanne

varsi

Allarme bocconi avvelenati: ucciso Rolex, segugio di 4 anni

12 tg parma

Via Garibaldi: atti osceni in un negozio davanti alla commessa Video

Monchio

Vittorio Rozzi: taglialegna e pastore di giorno, drag queen e pole dance di sera

SORAGNA

Addio a Franco Concari

TRUFFA

Ruba l'identità all'amica e chiede prestiti a suo nome: condannata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tecnologia, scuola e nuovi mestieri

di Marco Magnani

NOVITA'

"Breaking News": ora puoi riceverle anche via WhatsApp. Ecco come Video

ITALIA/MONDO

lutto

È morto Gabriele La Porta, volto storico di RaiNotte

foligno

Maestro mette bimbo nero in un angolo: “Bambini, guardate quanto è brutto”. Il ministro: avviate verifiche

SPORT

atletico madrid

Gol alla Juve, l'esultanza (e poi le scuse) di Simeone: "Abbiamo gli attributi" Video

Calciomercato

Wanda allontana Icardi dall'Inter

1commento

SOCIETA'

india

Sta per acquistare l'auto ma la distrugge dentro il concessionario Video

feste pgn

Gli auguri di Len con aperitivo Ecco chi c'era: foto

MOTORI

AL VOLANTE

Skoda Kodiaq RS: il Suv con 240 Cv

MOTORI

Toyota: ritorna la Corolla ed è Full Hybrid