11°

26°

FOTOGRAFIA

Mostra «Ritratti di un mondo antico», foto di Claudio Cantadori

Africa, natura intatta e sacra alla libreria Mondadori dell'Eurotorri

Mostra  «Ritratti di un mondo antico», foto di Claudio Cantadori
Ricevi gratis le news
0

Earth (Terra) e heart (cuore), in inglese hanno un suono simile. Nelle fotografie del pediatra parmigiano Claudio Cantadori, una serie d’immagini catturate in un viaggio in Kenia e dal titolo evocativo di Earthlings (Terrestri), questi termini vengono a sovrapporsi. C’è infatti il cuore nei suoi scatti e la capacità – rara – di cogliere quello che rende unica ognuna di queste creature selvagge: l’anima spesso inafferrabile, quell’ancestrale comunione tra terrestri, tra uomo e bestia.
Dopo una raffinata pubblicazione da un sito on line (it.blurb.com), è la volta di una mostra alla Libreria Mondadori dell’Eurotorri, visibile tutto il mese di giugno. Sono circa 60 i «Ritratti di un mondo antico», proprio ritratti perché Cantadori non fa semplicemente riprese naturalistiche, cercando la situazione insolita, non gli serve appostarsi per ore o giorni così da fermare il momento concitato della caccia o l’intimità del leone, della giraffa, dell’elefante.
Trova invece la loro unicità, la poesia del momento fugace in cui si schiude il cuore della terra, in cui l’Africa ci lascia penetrare la sua misteriosa bellezza e la natura la sua fragile verità.
Cantadori adotta il bianco e nero seppiato tipico del grande fotografo di animali Nick Brandt al quale ammette d’ispirarsi, ma vi aggiunge quel sentimento empatico condiviso da un reporter speciale quale Don McCullin e che introduce il suo volume: «Per me la fotografia non è guardare, ma sentire. Se non si sente ciò che si guarda, non si riuscirà a far sentire qualcosa a chi osserva le fotografie».

Egli così sente, vive, ama mentre fotografa. Per questo tutti gli animali sembrano diversi, sorpresi nella loro individualità e quasi accondiscendenti a questo «rapimento dell’anima». Si mostrano mansueti, apparentemente inoffensivi, come in una sorta di Eden, dove non c’è ferocia, aggressività, ma momenti d’affetto, di serenità, di beato godimento dell’esistenza.
Ecco allora le effusioni della famiglia di leoni o dei due leopardi, la madre elefante con il piccolo, la sequenza dell’amplesso delle giraffe; scene riprese sempre con una tenera attenzione mai voyeuristica o scientifica, accentuata poi dall’effetto sfuocato.
Quando queste creature sono insieme sono in armonia, quando sono soli i loro sguardi si perdono nei vasti orizzonti o lasciano intuire quell’arcano della vita che noi, uomini civilizzati, abbiamo dimenticato. La poesia e la saggezza delle sue foto insegnano però anche il senso della vanità.
Allora guardando il vecchio leone col muso segnato dalle lotte, gli gnu sulla riva del fiume, le antilopi nella savana sentiamo, sentiamo noi stessi e quel profondo legame che ci dice ugualmente effimeri, perfetti forse ma di passaggio sull’immortale sfondo di cieli invece senza tempo.
C’è un destino per tutti, come c’è un sole che nasce e tramonta negli occhi del re della foresta, scrutato dalle giraffe dal lungo collo, contemplato dal consesso degli avvoltoi sull’unico albero in controluce. Potrebbe anche sembrare un omaggio all’Africa e lo è, immaginando scorrere sotto queste scene le parole innamorate di una Karen Blixen. Con le foto Cantadori ha reso quella stessa magia e quell’irresistibile passione-ossessione che è definita «mal d’Africa». Ma è anche la nostalgia della vita nel suo significato più profondo, più puro, ovvero armonia con la natura, con l’universo, con le creature terrestri. Ed è nello sguardo dorato del leone come nel riflesso del sole tra le nubi, nella fuga tumultuosa del branco, come nel calmo procedere degli elefanti.
Cantadori fa sentire il battito del cuore della terra. E sembra tutto così semplice. Forse lo è, se quello che conta non è la sensibilità della pellicola, ma dello spirito di chi scatta. Questa è un’indimenticabile dedica all’Africa, alla terra, alla natura, alla vita E all’arte. Perché la fotografia è arte. Tutto dipende dalla connessione occhio-cuore. Qui, anche cuore-terra. Heart e Earth. Siamo tutti Earthlings.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

La 2° C della scuola Vicini visita la Gazzetta di Parma

SCUOLE IN REDAZIONE

La 2° C della scuola Vicini visita la Gazzetta di Parma

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani in omaggio lo speciale agricoltura

INSERTO

Domani in omaggio lo speciale agricoltura

Lealtrenotizie

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

RISSE NELLA NOTTE

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

3commenti

Incidente a Pastorello

Federico Miodini, «il Miodo» giovane padre innamorato della vita

Coltaro

Luigi Bertolotti «un amico meraviglioso, ottimo lavoratore»

Noceto

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

Soragna

Ragazzi rapinati, notte di terrore alla «Ponzella»

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

4commenti

PARMA

Incidente in tangenziale sud: rallentamenti fra le uscite Campus e via Montanara

Disagi fra le 9 e le 10

Intervista

Carminati: «Tosca è una tavolozza perfetta»

AMORE SENZA FINE

Laura e Raffaele, marito e moglie muoiono a 24 ore di distanza

FIDENZA

Svincolo killer, finalmente i lavori per renderlo sicuro

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

baseball

Un monte che fa sognare: Parma pareggia a Nettuno

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

4commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

BELGIO

Tentò una strage di poliziotti: il terrorista Abdeslam condannato a 20 anni

SCRUTINIO

Elezioni in Molise: si rafforza il vantaggio del centrodestra

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

SERIE A

Campionato riaperto: il Napoli batte la Juve ed è a -1

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover