10°

23°

Fotografia

Masetti, Dosi e Dalcò: tre fotografi portano la "Trasformazione" a Reggio

Masetti, Dosi e Dalcò: tre fotografi portano la "Trasformazione" a Reggio
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Violi

La fotografia come creazione artistica. Un lavoro sulla luce, sui soggetti preferiti, su un messaggio che magari si vuole trasmettere. Così nasce «Trasformazione. Verso lo stato dell'unione», la mostra fotografica di tre autori del Parmense - Corinne Masetti, Emidio Dosi, Enrico Dalcò - e del loro collega friulano Luca Menegaldo.
Gazzettadiparma.it incontra Dalcò, Dosi e la Masetti a Reggio Emilia, nella piccola Arcoiris Gallery di corso Garibaldi 17. I tre fotografi accolgono i visitatori nel fine settimana: «Trasformazione» fa parte del programma della rassegna Fotografia Europea e sarà aperta fino al 12 giugno.

ENERGIA CHE CAMBIA FORMA. È una calda domenica, corso Garibaldi è poco frequentato nelle prime ore del pomeriggio. In poco meno un'ora però un paio di gruppetti di visitatori della rassegna fanno tappa qui, per vedere gli insetti di Dosi, le ballerine e i gruppi musicali ripresi da Dalcò (entrambi di Monticelli), i cieli e le nubi di Corinne Masetti, francese ma originaria di Corniglio, e i luoghi della memoria friulani immortalati da Menegaldo.
I tre autori parmensi espongono insieme perché si conoscono dal 2008. Dopo una mostra di scatti sul centro tibetano di Votigno, vicino a Canossa, hanno preso gusto a lavorare insieme. L'anno scorso, il debutto alla rassegna Fotografia Europea; ora tornano a Reggio.
Perché «Trasformazione»? Le foto riunite nei pannelli della galleria rappresentano una riflessione sull'energia, sulla natura, su una metamorfosi continua. «Come fotografi lavoriamo sulla luce - spiega Corinne Masetti -. La luce è energia: un attimo dopo lo scatto non è uguale all'attimo prima! Anche quella è una trasformazione continua. È un discorso di visione del presente come energia legata a tutto e a tutti. Come gli atomi, noi siamo tutti collegati». Questa è la filosofia di fondo dell'esposizione, il “filo rosso” che lega quattro reportage nati in autonomia e messi insieme per l'occasione. Sono soggetti molto diversi fra loro: musicisti e ballerine, insetti in primo piano, nuvole che riempiono il cielo, luoghi che furono teatro della Grande Guerra (quindi, una tragedia collettiva).

"Trasformazione": guarda la fotogallery 

GLI AUTORI SI RACCONTANO. Corinne Masetti è francese ma abita a Corniglio: da qui emigrarono i suoi nonni paterni. È una fotografa freelance dal 2007. «In Francia ho studiato pubblicità e storia dell'arte - spiega -. Ho lavorato nel settore del montaggio dei film e come assistente fotografa in uno studio. Ho iniziato a fotografare in bianco e nero, in Francia. Ora sono tornata alla fotografia, ma mi sento nel mio habitat anche con la creazione artistica. Per me è importante il messaggio che passa nelle foto». La creazione si realizza con programmi tipo Photoshop. Ad esempio si parte da una foto, si cambiano colori e tonalità e alla fine nasce qualcosa di artistico. Non è comunque il caso degli scatti presentati a Reggio.

Emidio Dosi ha 43 anni e vive a Monticelli, dove gestisce un residence alberghiero assieme alla sorella. Lui è specializzato in macrofotografia: realizza scatti agli insetti e a soggetti di tipo naturalistico. «Coltivo questa la passione da tanti anni - spiega -. Avevo un amico biologo, che mi ha influenzato. Negli ultimi anni sono passato dalla pellicola al digitale».

La stessa scelta di Enrico Dalcò, 45enne di Monticelli, che lavora come operaio metalmeccanico in una ditta di Parma. «Ho iniziato con scatti su pellicola, più che altro facendo paesaggi - dice Dalcò -. La mia prima passione è in realtà... la bicicletta. Quando faccio qualche giro in bici, mi capita di vedere bei paesaggi e di tornarci con la macchina fotografica. Fra i luoghi che mi hanno più colpito c'è Votigno; in generale, i paesini rustici di montagna». Anche a Dalcò piace usare Photoshop ogni tanto, per essere creativo. Com'è iniziata? Anni fa fotografò una casa antica nella zona di Marore: bella nel complesso, ma sul tetto c'era un'antenna parabolica. Era uno scatto su pellicola ma Dalcò riuscì a “ripristinare” l'effetto antico, facendo una copia digitale e usando il fotoritocco. «In un'altra occasione ho preso tre foto di me stesso e le ho sovrapposte - spiega l'autore -. Alla fine, nell'immagine io giocavo a scacchi con un altro me stesso; dietro di noi, un terzo me stesso osservava la scena».

Riceviamo da Corinne Masetti qualche cenno biografico di Luca Menegaldo: nato in Friuli nel 1964 e qui residente. Sviluppa la passione per la fotografia fin dalla giovane età ma senza mai andare oltre a realizzazioni amatoriali. Predilige gli scatti naturali, i volti presi dalle strade un paesaggio, passando indifferentemente dal colore al bianco e nero. Pubblica nel 2003 una raccolta di foto e poesie e successivamente nel 2007 espone la serie di fotografie tratte dal viaggio in Ladakh dal titolo"Fotogrammi dal cielo".

Leggi le altre interviste, guarda le altre "mostre virtuali" e scopri l'archivio 2008-2009 della rubrica La tua personale sul web.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita.

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno