-1°

TgParma

Band di Provincia - TnT

Quei sei ragazzi degli anni Sessanta che ripropongono concerti esplosivi dopo una parentesi lunga vent'anni

Il gruppo dei "TNT"

TNT - Da sinistra Alexis Titti Mancini , Giovanni Baldi Cantu. Claudio Mordacci, Franz Dondi, Bruno Baron Toaldo e Beppe Ugolotti

Ricevi gratis le news
0

Cristian Calestani
Esplosivi come un tempo. Perché Tnt – abbreviazione di tritolo - non è solo un nome, ma un marchio di qualità che certifica una pagina della storia della musica parmigiana. Basta stare cinque minuti con loro in sala prove per apprezzare il giusto mix tra bravura musicale e travolgente simpatia di un gruppo di amici che, oggi, suona soprattutto per divertimento e che, tra una battuta e l’altra, ti sa subito coinvolgere.
La storia dei Tnt inizia nel 1969. «Partimmo giovanissimi – racconta Beppe Ugolotti, attuale chitarrista ed unico fondatore rimasto -. Oltre a me c’erano anche Giorgio Donati al basso, Cristiano Bonardi alla batteria, Andrea Rigosi alle tastiere e Mimmo Camattini alla voce». 
Spinti dall’entusiasmo giovanile i primi Tnt arrivarono fino al ’72. Poi la leva militare mise qualche bastone tra le ruote e così dopo la naja il gruppo dovette affrontare non poche difficoltà. «Provammo a ripartire – racconta ancora Beppe -, ma erano cambiate troppe situazioni. Per suonare nelle sale da ballo bisognava fare anche un po’ di liscio. Non tutti eravamo d’accordo e probabilmente nemmeno all’altezza perché anche il liscio richiede la sua preparazione». Nel frattempo la composizione della band subisce qualche variazione. Entra Bruno Baron Toaldo, attuale batterista, ma nel 1974 i Tnt spariscono definitivamente dal panorama musicale. Il silenzio dura quasi vent’anni. Poi nel 1993 una nuova esplosione quando la vecchia Tnt viene invitata a partecipare al Festival revival anni ’60 di Alberi di Vigatto. E’ durante quel concerto che i Tnt si ritrovano e riprendono a suonare, prima di tutto per divertirsi. 
«Doveva essere soltanto una rimpatriata – racconta ancora Beppe - e invece siamo ripartiti». Nel ’93 sul palco con Ugolotti c’erano Baron Toaldo, Giorgio Donati e viene coinvolto anche Claudio Mordacci alla voce. Nel ’95 un nuovo ingresso: quello di Giovanni Baldi Cantù alle tastiere. Una formazione che resta per quindici anni quando Giorgio Donati abbandona la band, mentre fa il suo ingresso Franz Dondi. Il primo concerto dell’attuale band è stato in piazza Garibaldi a Parma per la serata di Telethon, un appuntamento benefico al quale la Tnt non manca mai. La musica è quella di sempre, con il rock anni ’70 e ’80, un pizzico di anni ’60 e un po’ di blues. 
«Durante i live – spiega il tastierista Baldi Cantù - proponiamo prevalentemente cover dei grandi gruppi di quegli anni per favorire il maggior coinvolgimento del pubblico, ma abbiamo scritto anche nostre canzoni in italiano». Due finora i cd di inediti: «Con un piede nel blues» del 1997 e «Non siamo sempre così» del 2003 con qualche brano nuovo che potrebbe essere proposto già l’anno prossimo. 
«Il nostro segreto è il divertimento – raccontano ancora i Tnt -. Non suoniamo certo per i soldi e nemmeno con la velleità di sfondare o vendere dei dischi. Siamo un gruppo di amici veri che si divertono facendo musica anziché giocare a briscola. E’ un obiettivo condiviso sia nel gruppo che fuori dal gruppo vista la presenza di uno zoccolo duro di alcune decine di persone che ci seguono costantemente».
Oggi i Tnt suonano prevalentemente a Parma e provincia. Prossimi appuntamenti il 29 novembre al Marisol di Traversetolo e il 14 dicembre alla Bnl di piazza Garibaldi a Parma per il concerto benefico di Telethon. 
Cristian Calestani

Esplosivi come un tempo. Perché Tnt – abbreviazione di tritolo - non è solo un nome, ma un marchio di qualità che certifica una pagina della storia della musica parmigiana. Basta stare cinque minuti con loro in sala prove per apprezzare il giusto mix tra bravura musicale e travolgente simpatia di un gruppo di amici che, oggi, suona soprattutto per divertimento e che, tra una battuta e l’altra, ti sa subito coinvolgere.

La storia dei Tnt inizia nel 1969. «Partimmo giovanissimi – racconta Beppe Ugolotti, attuale chitarrista ed unico fondatore rimasto -. Oltre a me c’erano anche Giorgio Donati al basso, Cristiano Bonardi alla batteria, Andrea Rigosi alle tastiere e Mimmo Camattini alla voce». 

Spinti dall’entusiasmo giovanile i primi Tnt arrivarono fino al ’72. Poi la leva militare mise qualche bastone tra le ruote e così dopo la naja il gruppo dovette affrontare non poche difficoltà. «Provammo a ripartire – racconta ancora Beppe -, ma erano cambiate troppe situazioni. Per suonare nelle sale da ballo bisognava fare anche un po’ di liscio. Non tutti eravamo d’accordo e probabilmente nemmeno all’altezza perché anche il liscio richiede la sua preparazione». Nel frattempo la composizione della band subisce qualche variazione. Entra Bruno Baron Toaldo, attuale batterista, ma nel 1974 i Tnt spariscono definitivamente dal panorama musicale. Il silenzio dura quasi vent’anni. Poi nel 1993 una nuova esplosione quando la vecchia Tnt viene invitata a partecipare al Festival revival anni ’60 di Alberi di Vigatto. E’ durante quel concerto che i Tnt si ritrovano e riprendono a suonare, prima di tutto per divertirsi. 

«Doveva essere soltanto una rimpatriata – racconta ancora Beppe - e invece siamo ripartiti». Nel ’93 sul palco con Ugolotti c’erano Baron Toaldo, Giorgio Donati e viene coinvolto anche Claudio Mordacci alla voce. Nel ’95 un nuovo ingresso: quello di Giovanni Baldi Cantù alle tastiere. Una formazione che resta per quindici anni quando Giorgio Donati abbandona la band, mentre fa il suo ingresso Franz Dondi. Il primo concerto dell’attuale band è stato in piazza Garibaldi a Parma per la serata di Telethon, un appuntamento benefico al quale la Tnt non manca mai. La musica è quella di sempre, con il rock anni ’70 e ’80, un pizzico di anni ’60 e un po’ di blues. 

«Durante i live – spiega il tastierista Baldi Cantù - proponiamo prevalentemente cover dei grandi gruppi di quegli anni per favorire il maggior coinvolgimento del pubblico, ma abbiamo scritto anche nostre canzoni in italiano». Due finora i cd di inediti: «Con un piede nel blues» del 1997 e «Non siamo sempre così» del 2003 con qualche brano nuovo che potrebbe essere proposto già l’anno prossimo. 

«Il nostro segreto è il divertimento – raccontano ancora i Tnt -. Non suoniamo certo per i soldi e nemmeno con la velleità di sfondare o vendere dei dischi. Siamo un gruppo di amici veri che si divertono facendo musica anziché giocare a briscola. E’ un obiettivo condiviso sia nel gruppo che fuori dal gruppo vista la presenza di uno zoccolo duro di alcune decine di persone che ci seguono costantemente».

Oggi i Tnt suonano prevalentemente a Parma e provincia. Prossimi appuntamenti il 29 novembre al Marisol di Traversetolo e il 14 dicembre alla Bnl di piazza Garibaldi a Parma per il concerto benefico di Telethon. 

Guarda il servizio del TgParma


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Animali Fantastici 2 subito al top

Locandina di "Animali fantastici 2"

SPETTACOLI

Cinema: Animali Fantastici 2 (I crimini di Grindenwald) subito al top degli incassi

Sara' 'Black Friday' anche alla Fondazione Toscanini

La Fondazione Arturo Toscanini

PARMA

Anche la Fondazione Toscanini fa il Black Friday

Mike Piazza e consorte a Parma

paparazzato

Mike Piazza e consorte a Parma

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

GAZZAFUN

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

3commenti

Lealtrenotizie

Attesa per questa notte un'imbiancata sulla città

PRIMI FIOCCHI

Attesa per questa notte un'imbiancata sulla città

VIA SIGNORELLI

I ladri in casa: «Mi hanno rubato perfino le scarpe»

STALKER

Picchia e minaccia la ex: «Ti sgozzo»

POLIZIA

Ubriaco molesta le donne in strada: denunciato 33enne, sequestrato un coltello

E' successo in via Collegio dei Nobili

medesano

Assessore attacca il decreto Salvini: "Mia moglie è qui da 10 anni e paga i contributi ma la cittadinanza slitta"

Post su Facebook di Alessandro Barbieri, assessore ai Lavori pubblici del paese

STRADONE

Addio agli storici ippocastani

Il caso

Lizhang all'attacco: "Pronto a vie legali per riprendermi il Parma". Nuovo Inizio: "Socio non adeguato, riacquisto legittimo"

7commenti

PARMA

Incidente in via Torelli: coinvolti un bus e un'auto

GASTRONOMIA

Tenzone del Panettone, la grande bontà

GAZZAREPORTER

Zibello: un simpatico gattino a November Porc

VIGATTO

Gli Hawks in concerto dopo trent'anni

Parma calcio

Sondaggio - La coppia-gol che ci ha fatto sognare di più? Ça va sans dire Chiesa-Crespo. I risultati

UNIVERSITA'

Mobilità elettrica: il 22 convegno di EMS al Campus

"Mobilità elettrica, il futuro è oggi!": gli esperti radunati dall'associazione studentesca a confronto per sciogliere tutti i dubbi sulla mobilità a zero emissioni

furti

Ladri e furbetti della cassa in azione in due supermercati Esselunga Video

Indagine Italia Oggi

Qualità della vita, Bolzano sempre al top. Parma sale un gradino ed è sesta

1commento

Medesano

Incendio alla ex fornace di Felegara, quella dell'allarme "eternit sulle coperture"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché è giusto ricordare la guerra dei nostri nonni

di Michele Brambilla

2commenti

L'ESPERTO

Le agevolazioni per l'acquisto della prima casa

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

ECONOMIA

Nissan-Renault: arrestato il presidente Ghosn

GRANDE DISTRIBUZIONE

Conad: Francesco Avanzini è il nuovo direttore generale

SPORT

Intervista

L'ex Gazzola lancia la sfida al Sassuolo

F3

Pauroso incidente al Gp di Macao: frattura vertebrale per la tedesca Floersch

1commento

SOCIETA'

NAPOLI

Leda e il cigno: scoperto un affresco "a luci rosse" a Pompei Video

VELLUTO ROSSO

La comicità al femminile di Debora Villa al Paganini

MOTORI

RESTYLING

Mercedes Classe C, l'ammiraglia compatta

ANTEPRIMA

Aston Martin DBX, il primo Suv non sarà elettrico