-1°

Scuola

La mafia? E' anche a Parma i liceali non chiudono gli occhi

Il Romagnosi vince il premio nazionale "Giuseppe Fava". Gli studenti: "cosa nostra ha più paura della scuola che di un processo"

La mafia? E' anche a Parma i liceali non chiudono gli occhi

Gli studenti del Romagnosi

Ricevi gratis le news
0

Gli studenti del Romagnosi vincono il primo premio del concorso giornalistico dedicato a «Giuseppe Fava», con un video sulle infiltrazioni mafiose a Parma. Martedì sono stati premiati a Roma, nella sede del ministero dell’Istruzione, da Elena Fava, figlia del giornalista ucciso dalla mafia a Catania il 5 gennaio 1984. A fargli i complimenti c’erano anche Don Ciotti, fondatore del gruppo Abele e promotore di Libera, e Franco La Torre, figlio di Pio La Torre. L’obiettivo del concorso, promosso dal ministero, Fondazione Fava e Ansa, era di far raccontare agli studenti l’illegalità e le ingiustizie inferte al proprio territorio dalla criminalità organizzata.
Gli studenti del Romagnosi hanno trasposto in immagini i dati del dossier di Libera, hanno parlato di night club, cantieri fermi in strada Martinella, caseifici, appalti, giri di medicinali su cui pesa l’ombra dei clan. «Non sapevamo che ci fossero così tanti casi di infiltrazioni a Parma» ammettono. Il loro filmato, dal titolo “Realizzare la giustizia, difendere l’illegalità” parte da questa frase “La mafia non esiste”. «Molti nostri coetanei - spiegano - pensano che la mafia non esista al nord. Dicono: è una cosa che non ci riguarda. Noi siamo andati in giro, ci siamo documentati. Abbiamo voluto creare delle scenette, abbiamo contrapposto l’indifferenza della città con la città consapevole».
Al progetto hanno lavorato studenti di classi diverse del liceo classico: Nicolò Pastura, Francesca Iacci, Alessio Febbroni, Nadia Ghidini e Giulio Cavazzini di 5ªB, Marcello Giucastro di 1ªB, Carla Costa di 1ªF, Maria Chiara Savi, Caterina Di Renzo e Valeria Bocchia di 2ªG, Marta Fraconti e Tito Mora di 2ªA. Fanno tutti parte del gruppo coordinato dalla professoressa Samantha Pelagatti, che ha lavorato al pomeriggio sugli «Uomini soli», come li ha descritti il giornalista Attilio Bolzoni, ovvero i magistrati, giornalisti, uomini della scorta, familiari che hanno sacrificato la propria vita per la lotta contro la mafia. Con loro, nella premiazione a Roma, c’era anche la docente Eugenia Coscioni. Al ministero, hanno ricevuto i complimenti di Antonio Roccuzzo, allievo di Pippo Fava. «Da questa esperienza abbiamo imparato che nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa. La mafia ha più paura della scuola che di un processo - dicono gli allievi del Romagnosi -. Abbiamo questa consapevolezza: se hai una causa giusta, puoi riempire la tua vita di questa battaglia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola deifamosi

Ghezzal quando giocava nel Parma (foto d'archivio)

Canale 5

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola dei famosi

Ecco le nomination per gli Oscar 2019: dieci per La Favorita e Roma.

Cinema

Ecco le nomination per gli Oscar 2019: dieci per La Favorita e Roma

Quasi 6 mln e 21.9% per 1/a parte Adrian

ASCOLTI TV

Quando c'è il Molleggiato in scena quasi 6 milioni di spettatori per "Adrian"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nino Frassica a Roccabianca, Amanda Sandrelli a Fidenza, aspettando Flashdance al Regio

VELLUTO ROSSO

Attesa per Flashdance al Regio

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Nasce la figlia e lui diventa violento: condannato

MALTRATTAMENTI

Nasce la figlia e lui diventa violento: condannato

SPACCIO

Due anni e mezzo allo studente che teneva in casa quasi 2 chili di marijuana

incidente

Eia, tamponamento nella notte: due feriti

Romagnosi

«La mia civetta? Un simbolo dell'antica Grecia»

BALI LAWAL

Da top model a mediatrice culturale: «Insegno ai giovani ad essere liberi»

Borgotaro

È morto Marco Terroni, il prof cercatore di funghi

BERCETO

Addio al consigliere comunale Roberto Ablondi

LUTTO

Maria Gorreri, stroncata da una malattia rarissima a 60 anni

Teatro Due

RezzaMastrella, l'adrenalina in scena

immigrazione

"Caso Cara", Pizzarotti: "Pagina nera del governo"

bedonia

Scopre il ladro in casa, lo insegue e lo riconosce: arrestato un giovane del paese Video

Parma

Minacce, insulti e tensione alla biglietteria della stazione: denunciata una 25enne

legambiente

Brescia, Lodi e Monza le città più inquinate. Parma seconda in Emilia: "Si respira smog un giorno su tre"

2commenti

sentenza

Tecnici rapiti in Libia: condannati 3 manager della Bonatti, "Pronti all'appello"

La società: «Pur non condividendo l’esito del giudizio, siamo vicini alle famiglie dei dipendenti deceduti nei tragici fatti».

Udinese-Parma

Parma-San Daniele, dal campo alla tavola lo sfottò è...affettato Video

La storia

Linda Vukaj, dalla fuga in barcone ai viaggi da fotografa senza confini-Gli scatti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Da Cagliari è salpato il partito del non voto

di Vittorio Testa

2commenti

LA BACHECA

Ecco 78 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

sindacato

Cgil, Landini segretario generale. Lo sfidante Colla sarà il vice

Mantova

Lo chef stellato Tamani rapinato e sequestrato per 1 ora nel suo ristorante

SPORT

calciomercato

E' fatta, Piatek va al Milan (per 40 milioni)

arbitri

Nicchi: "Var, i tifosi tranne pochi scemi sono meglio di addetti ai lavori"

SOCIETA'

WASHINGTON

Le cascate del Niagara ghiacciate Video

ristoranti stellati

Chef italiano festeggia la terza stella Michelin in Francia

MOTORI

ANTEPRIMA

Toyota, il nuovo Rav4 arriva a marzo

MOTORI

Citroën: ecco C3 Uptown, l'auto «pour homme»