16°

29°

Saperi e Sapori

La torta «morbidona» della regina innamorata

La torta «morbidona» della regina innamorata
Ricevi gratis le news
0

La testa tra le nuvole, il sorriso perennemente stampato sulle labbra e gli occhi «mammoloni» che brillano.
La diagnosi? Innamoramento conclamato.
Dolcezza e tenerezza sono le cure migliori, anche a tavola. Così per passare un San Valentino «extra sweet», all’insegna di golose coccole gastronomiche, non c’è niente di meglio che la «torta tenerina». Cioccolatosa, morbida, fondente, è anche semplice e piuttosto veloce da preparare e il successo è garantito.
Si tratta di un dolce tipico di Ferrara e nei primi del Novecento era noto con il nome di «torta regina del Montenegro» o «Montenegrina».
Il riferimento aristocratico allude alla nobildonna in onore della quale cui fu creato: l’aristocratica Elena Petrovich proveniente appunto dal Montenegro.
Il 24 ottobre 1896 la principessa montenegrina convolò a nozza con Vittorio Emanuele III. Già al tempo del loro primo incontro avvenuto al teatro «La Fenice» di Venezia, in occasione dell'Esposizione Internazionale d'Arte le cronache rosa dell'epoca parlano di una passione nata all'improvviso: fu amore a prima vista.
Un cuore morbido
La regina innamorata divenne nota come la sposa dolce e dal cuore tenero. E la deliziosa torta tenerina, con la sua sottile crosticina meringata e l’interno languidamente morbido, ne è la corrispondente realizzazione pasticciera. I golosastri ferraresi, in virtù dell’interno appiccicoso che si scioglie in bocca, le diedero il soprannome dialettale di «torta tacolenta». L’appellativo più gentile di «tenerina» venne dopo.

La torta si può dire perfetta quando la superficie presenta un velo croccante sotto il quale si nasconde un cuore magmatico di cioccolato e per ottenere tale risultato è indispensabile non esagerare con la cottura. In effetti, quando è cotta, deve sembrare ancora cruda. Per apprezzare pienamente il seducente contrasto tra la fragile croccantezza esterna e il cuore fondente, la tenerina non va mangiata calda.

Ricetta di famiglia
A Ferrara, ogni famiglia segue una propria ricetta: alcune contemplano l’uso di cioccolato bianco, altre l’aggiunta di frutta secca, ad esempio. Ma vediamo nel dettaglio come prepararla nel modo più semplice. Per uno stampo dal diametro di 24 cm, occorrono 3 uova; 3 cucchiai di farina; 200 grammi di burro; 200 grammi di cioccolato fondente; 100 grammi di zucchero e zucchero a velo.
Si montano i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice. Nel frattempo si fa fondere la cioccolata con il burro a bagnomaria e si incorpora il composto di cioccolata alla crema. Quindi si aggiunge la farina e si mescola bene. Alla fine, si incorporano delicatamente gli albumi montati, con un pizzico di sale, a neve fermissima. Si imburra e si infarina lo stampo, si versa l’impasto e si cuoce in forno a 180 gradi per circa 20 minuti. Visto che ogni forno è diverso dall’altro, si deve controllare la torta mentre cuoce. Appena si inizia a formare la crosticina, si spegne il forno e la si tira fuori. Fredda, si spolverizza lo zucchero velo.
La si può gustare da sola o con una crema inglese. C’è chi suggerisce l’abbinamento con una confettura d’arancia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein lascia la stazione di Polizia, dove si è consegnato, in manette

Harvey Weinstein

molestie e violenza

Weinstein lascia la stazione di Polizia, dove si è consegnato, in manette Video

Doppietta Ronaldinho, sposa entrambe le fidanzate

nozze

Ronaldinho, che doppietta: sposa entrambe le fidanzate Video

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco

PGN

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto

carabinieri

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto Video

12Tg Parma

Gli audio dei rapinatori: "Faranno un film su di noi"

COLORNO

Quel bimbo imboccato a forza fino a fargli rigurgitare tutto

COLORNO

Violenze alla materna, il giudice: «In classe un clima di terrore» Video

serie A

Il Parma verso la festa con un occhio (grande) al mercato Video

incidente

L'auto finisce fuori strada e si ribalta: un ferito a Citerna

12Tg Parma

Varco Ztl di piazzale D'Acquisto, nel primo mese 1.800 passaggi accertati Video

Busseto

Straziante addio alla piccola Carla

Pronto soccorso

La vita in «trincea» di medici e infermieri

Ex Eridania

Allarme: tartarughe in agonia nelle vasche del parco

2commenti

gazzareporter

"Il Parco Falcone e Borsellino maltrattato"

università

25 maggio: Laurea ad honorem a William Eaton in Ctf

Fidenza

Senza tesserino niente acqua gratis

triplice "salto"

Domenica festA al Tardini per la promozione del Parma: il programma

"Amo Colorno"

Imbrattata ancora la stazione di Colorno

felino

Sfalci: arrivano le multe contro l'incuria e abbandono dei terreni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il nodo Savona e lo scontro istituzionale con Mattarella

di Stefano Pileri

EDITORIALE

Le gesta del trio Salvini, Di Maio, Berlusconi

di Vittorio Testa

4commenti

ITALIA/MONDO

ROMA

Mostro del Circeo, Izzo rivelazione choc: uccidemmo anche un ragazza veneta

roma

Scritta "Br" sul monumento a Moro e ai caduti di via Fani: un denunciato

SPORT

ciclismo

Impresa di Froome, nuova maglia rosa e le mani sul Giro d'Italia

SERIE A

Parma: il futuro in tre mosse

SOCIETA'

como

Folle inversione ad U di un tir al casello Video

cultura

Il documentario sulle pastore alla volata finale del crowdfunding

MOTORI

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv