17°

28°

Il piatto forte

Ristorante arrivederci. Ora si va a cena a casa

Ristorante arrivederci. Ora si va a cena a casa
Ricevi gratis le news
0

di Chichibìo

Sembrava facile, e bello, negli illusori anni '70/'80 aprire un ristorante. Qualche soldo a disposizione, la presuntuosa certezza che la ristorazione fosse insufficiente e semplice a farsi, la convinzione d’esser capaci di cucinare meglio: così molti decisero di lasciare il lavoro (i più prudenti optarono per un, ancora possibile, part-time) e aprire un locale. Un posto in campagna, un buco in città e via a fare l’osteria, a preparare menu scritti a mano, a metter su cantine coi vini conosciuti. I pochi più accorti hanno retto, fatto pratica, tenuto duro - gli altri, esaurito l’entusiasmo, hanno smesso e sono tornati dall’altra parte dei fornelli. Ma l’idea del ristorante in cui si ricreano l’aria e i sapori di casa è vecchia come il mondo, è una formula difficile e vincente, usata e abusata, ripresa dalla pubblicità, utilizzata nella comunicazione - la innerva, infatti, l’illusoria speranza di poter godere di piatti casalinghi fatti da altri e dunque spendendo solo denari e non quei pensieri, tempo, cura che il cibo domestico richiede. Anche nel migliore dei casi, però, si resterà inevitabilmente un po' delusi e sempre qualcuno dirà che quello della mamma, zia, nonna è migliore. E tuttavia il desiderio di trovare quel cibo, quell'atmosfera calorosa spinge a cercare, oggi soprattutto sul web, indirizzi inconsueti, a correre il rischio dello sconosciuto, dell’incontro inatteso. Per pagare meno che al ristorante, per averne maggiore soddisfazione. Dall’altra parte un sottobosco fitto di cuochi amatoriali, di chef incompresi è pronto ad aprire le porte di case, per lo stesso piacere dell’incontro e/o per riceverne un guadagno concreto. All’inizio fu così: nelle case dei pescatori greci, sulle coste bretoni, nelle baracche cubane, in Puglia o in Calabria s'assaggiarono, durante le vacanze, teglie di piatti unici, pesci e verdure che giovinezza e ricordo indorano per sempre. Al tempo della scuola e prima degli agriturismo, appetiti sempre intatti vennero saziati da tegami fumanti di tagliatelle, da zuppiere di trippa, da monumentali stinchi e costine al forno e chi, come me, stava fuori poté conoscere l’impagabile ribollita della signora Lia, il suo infiammato peposo. Si mangiava molto, si pagava poco. Non poco, invece, costavano quelle bravissime cuoche a domicilio che andavano, e ancora vanno, nelle case a preparare cene impegnative, pranzi significativi. Oggi, tra i tavolini e le chiacchiere di via Farini, circola il nome di qualche bar che cucina fuori orario, qualche indirizzo privato riservato agli amici: garantita è la semplicità del cibo, l’accoglienza amichevole, la piacevolezza festiva della serata - senza dimenticare il pagamento in contanti.

-Cosa accade
Cosa lo rende molto differente  rispetto a un locale normale
Ciò che occorre è una casa accogliente, una sala spaziosa o un giardino per la stagione estiva, un cuoco/a capace di cucinare per 6-10 persone. Il menu è fisso, ma si può concordare pur restando nel ventaglio di possibilità che la casa sa offrire; il prezzo è deciso prima, oscilla tra i 25 e i 30 euro, e dipende dalle materie prime utilizzate (il tartufo, il pesce per esempio, fanno salire il conto). Il vino è corrente, scelto tra le etichette nostrane di miglior rapporto prezzo/qualità, ma anche qui si può variare: chi vuole portare bottiglie proprie lascerà un «diritto di tappo», come accade anche in locali blasonati.
Essere puntuali, non troppo noiosi, non rinunciare all’ultimo momento, accettare lo spirito amichevole con cui il tutto nasce, adattarsi ad un servizio volenteroso e collaborare per la riuscita della serata. Non sono vietate le chitarre, né le canzoni da intonare in coro, il caffè è quello della moka, il nocino fatto in casa. Fare festa non è obbligatorio, ma rende la sera nel «ristorante undergroud» più piacevole. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Juventus

Sputo (gomitata e testata) a Di Francesco: 4 giornate a Douglas Costa

serie d

Audace Reggio - S.Marino al Tardini? Pare improbabile...

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design