21°

Il piatto forte

Ha un cuore dolcissimo. E in tavola perde le spine

Ha un cuore dolcissimo. E in tavola perde le spine
Ricevi gratis le news
0

 Un cuore dolce in una scorza ostica, la succulenza interna resa croccante da mille grumi: la doppia anima del fico d’India. Frutto tra i più scomodi ma golosi come ben sanno in Sicilia dove la sua coltivazione si concentra soprattutto tra Piazza Armerina, Caltagirone e San Cono, di cui è diventato l’emblema tanto da dedicargli una sagra in ottobre. Un frutto particolare che cresce spontaneamente in terreni aridi o semiaridi in tutto il bacino del Mediterraneo, e che proprio in Sicilia e in Sardegna ha coltivazione elettiva e che origina nell’altopiano del Messico dove gli Atzechi la consideravano sacra.  Attorno al 1500, portata dagli spagnoli, arriverà in Europa dove si diffonde facilmente. Il nome gli fu dato da Cristoforo Colombo in onore di quell’India che voleva raggiungere. Il nome scientifico è Opuntia ficus-indica: una pianta erbacea le cui radici sono formate da foglie carnose; le pale, che si sovrappongono danno vita alla caratteristica forma di albero senza tronchi e senza rami. E’ dotata di rami articolati in cladodi (sono pale che immagazzinano acqua per i periodi siccitosi), carnosi e ricoperti da piccoli nodi spinosi, i fiori nascono sui bordi dei cladodi, i petali sono di un bellissimo colore giallo arancio, i frutti hanno forma ovoidale di colore che virano dal giallo al violetto la cui superficie è ricoperta di spine, buccia spessa e polpa dello stesso colore della parte esterna, ed è ricca di semi all’interno. E’ una pianta che si adatta a terreni rocciosi e siccitosi, dove vive molto a lungo, crescendo facilmente fino ai 5 metri d’altezza. Fruttifica da agosto all’autunno inoltrato, i primi frutti sono abbondanti, piccoli e dolci e vengono diradati per lasciare spazio alla seconda produzione autunnale, gli scozzolati, i migliori in assoluto. In Italia abbiamo alcune cultivar: la gialla o surfarina, la più diffusa, la rossa o sanguigna e la bianca o muscaredda. Il fico d’India non necessita di cure particolari dall’uomo e neppure di aiuti chimici per fruttificare e vivere. Spesso questo frutto è poco sfruttato dai mercati lontani dai luoghi di produzione per le abbondanti spine che lo ricoprono necessitando pertanto molta attenzione a maneggiarlo. Oggi, in Sicilia viene effettuata la despinatura con macchinari che attraverso la spazzolatura e l’aspirazione tolgono le  spine dal frutto, diventando così più appetibile per il mercato. 

Il fico d’India si mangia semplicemente: è dolce, saporito, succoso; ma trova largo impiego anche in gelateria e in liquoreria, inoltre si presta ad essere trasformato in sciroppo, in confettura, in candito, in mostarda. In Sardegna si prepara anche una buonissima sapa di fico d’India, tanto da avere ottenuto il riconoscimento di Prodotto Tradizionale.  Andrea Grignaffini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

È in corso il Festival del Prosciutto: quanto conosci questa specialità della nostra cucina?

GAZZAFUN

10 quesiti sulla cucina parmigiana: scopri se sai davvero tutto!

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SPORT

Rugby Colorno, ecco come cambierà la squadra: intervista a Nick Scott Video

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

Economia

Lasciano i co-fondatori di Instagram Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel