19°

30°

Il vino

Verdicchio, dall'aperitivo al pesce non tradisce mai

Verdicchio, dall'aperitivo al pesce non tradisce mai
Ricevi gratis le news
0

Se si dice Verdicchio e la mente corre subito a un vino bianco fresco, profumato e a quella tipica bottiglia a forma di anfora dal colore verde smeraldo, collegandola al suo territorio d’elezione, Jesi, in provincia d’Ancona e alla regione Marche. Dato per scontato che il Verdicchio oggi lo si trova sugli scaffali in bottiglie di altre fogge, è molto diffuso anche in Vallesina, in provincia di Macerata. Fanno parte della Doc, il Verdicchio dei Castelli di Jesi, il Verdicchio di Matelica e l’Esino Bianco, ma piccole quote sono prodotte anche oltre i classici confini regionali, come Romagna, Umbria, Puglia, Garda Veronese pur con nomi diversi. Il verdicchio è un vitigno particolarmente vocato nelle aree collinari dove il suo habitat esprime il meglio di sé proprio nelle zone marchigiane. Il grappolo è medio, di forma piramidale, alato. Gli acini sono sferici di media grandezza con buccia sottile, pruinosa di colore giallo verdognolo. In vigna matura lentamente tra la fine di settembre e i primi di ottobre. La storia di questo vitigno legato indissolubilmente alla regione Marche, la ritroviamo citata in diversi atti notarili, infatti, già nel Medioevo era dato in concessione ai conventi con il nome Verdicchio, e il Notaio Niccolò Attucci nel 1580, indica l’uva del suo territorio con il nome Verdicchio. Bisogna arrivare alla fine del Settecento per promuovere il vitigno al rango di uva da vino. Ma si deve all’intraprendenza della premiata Casa Vinicola Fazi Battaglia di Castelplanio a lanciare sul mercato quella innovativa e particolare bottiglia di Verdicchio Titulus, disegnato tramite un concorso del 1954, dall’architetto Antonio Maiocchi di Milano, per arrivare a fare la conoscenza del Verdicchio di Jesi a livello internazionale. Un successo strepitoso che sdoganava questo vino dal tratto rustico, leggero, frizzantino e beverino, un tempo venduto sfuso e addizionato da anidride carbonica, tanto di moda negli anni Quaranta. E il Verdicchio di Fazi Battaglia diventa un vino da aperitivo freddo estivo o da abbinare a piatti di pesce che ancora però non dava tutto il meglio di sé. Dopo un grande apripista come la Fazi Battaglia saranno poi anche altri vignaioli alla fine degli anni Settanta a dare una svolta più attenta e consapevole alle esigenze del mercato che richiedeva vini più maturi, caldi strutturati. E ora una breve carrellata su alcune aziende. Iniziamo con la Casa Bucci e il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Villa Bucci 2008, dinamico, elegante, strutturato, ricco di mineralità con sentori fruttati, agrumati, floreali e cenni salmastri che ritroviamo anche al palato con nuance di sapida morbidezza. Da Castelfidardo, Garofoli presenta il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico La Selezione Gioacchino Garofoli Riserva 2006, dai ricchi profumi fruttati e note officinali; in bocca esprime acidità e sapidità con cenni minerali. Chiudiamo con il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Il Coroncino 2009, fragrante strutturato con sentori fruttati ed erbe aromatiche; mineralità, sapidità e morbidezza al gusto.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"