16°

28°

Il piatto forte

Un panettone per l'estate

Un panettone per l'estate
Ricevi gratis le news
0

 Andrea Grignaffini

Se non fosse stato per la mente, e per la gola, legittima, di un coraggioso enogastronomo italiano, non staremmo certo nemmeno noi qui a interrogarci, giunti in pieno solleone, su un argomento che alcuni considereranno anacronistico, ignorando tuttavia che lo sconfinamento temporale di cui ci accusano è solo il risultato di una particolare e mirata operazione di marketing, che con la storia effettivamente c’entra, ma non poi così tanto. 
Cosa è accaduto? Semplicemente che ci si è posti l’annosa domanda circa la presunta stagionalità di certi manufatti dell’enogastronomia italiana, soprattutto quando questa stagionalità è dettata da regole convenzionali e socio-culturali così arbitrarie da risultare, per forza di cose, anche opinabili. Il guastatore, l’anticonvenzionale in questione, è incarnato nientemeno che dal gastronauta Davide Paolini che ha intrapreso una personale, caparbia crociata in favore della destagionalizzazione del panettone, manufatto a cui ha dedicato un’attualizzazione così entusiasta che, nel corso di cinque anni, lo ha condotto questo 25 luglio all’Eat’s Food store di Milano. 
Ma partiamo dall’inizio, ovvero dal cristallizzarsi di una tradizione della cui cronaca ringraziamo il sempre puntuale Pietro Verri, da cui l’industria dolciaria ha ricavato, tacitamente, quell’aneddoto che adesso, unendoci a Paolini, andiamo a contestare. Pare, infatti, che già nel  IX Secolo, a  Natale,  il nucleo famigliare fosse solito riunirsi attorno al focolare in attesa del  pater familias che aveva il solenne compito di  spezzare un pane di grandi dimensioni che porgeva, in segno di comunione, a tutti gli astanti. Tuttavia, nel  XV secolo fu ordinato dalle corporazioni ai fornai di Milano di impastare due pani differenti, un pane di miglio per i poveri e un pane bianco riservato ai nobili: una discriminazione alimentare, questa, che si spezzava solo il giorno di Natale, quando aristocratici e plebei potevano consumare lo stesso pane, un dolce di grandi dimensioni dalla smisurata lievitazione che veniva regalato ai clienti più affezionati: era il panettone ante litteram, detto  pan di scior o  pan de ton, realizzato con puro frumento, burro, miele e  zibibbo. 
Oggi, oltre alle versioni più classiche e, appunto, anche giustamente e tradizionalmente natalizie, ovvero a base di cedro e arancia candita e uva passa, Davide Paolini ha chiamato in causa la pasticceria italiana a cui ha chiesto lo sforzo mentale di liberare il tanto amato panettone da questa antica, desueta convenzione, e proiettarlo così nel per sempre di ogni momento dell’anno. Inutile dire che la richiesta ha avuto una fortissima eco e ha raccolto il consenso, quasi commosso, dei proseliti che il panettone, anche nella sua versione più tradizionale e dogmatica, ha saputo raccogliere negli anni.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

8commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

SPORT

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

Tour Championship

Il ritorno della tigre: tutti pazzi per Tiger Woods Video

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse