14°

26°

IL CASO

"Errore 53": Apple rischia una class action

"Errore 53": Apple rischia una class action
Ricevi gratis le news
1

Gli iPhone riparati nei centri non autorizzati si bloccano. E la Mela rischia un risarcimento da 5 milioni di dollari

Come farsi cambiare l’alternatore dal meccanico di quartiere e, trascorso qualche tempo, ritrovarsi con l’auto che di punto in bianco non s’accende più. Usa questa metafora uno studio legale statunitense per descrivere lo sconcerto dei possessori di iPhone alle prese con l’Errore 53, che rende lo smartphone inutilizzabile se lo si è fatto riparare in un centro non autorizzato da Apple. Gli avvocati chiamano in causa la compagnia di Cupertino con una denuncia che aspira allo status di class action: chiedono un risarcimento di 5 milioni di dollari e la riparazione gratuita dei dispositivi colpiti.

L’Errore 53 non è cosa nuova, alcuni utenti hanno iniziato a denunciare il problema già un anno fa. I riflettori, però, si sono accesi solo quando il Guardian ha raccontato la storia di un suo fotoreporter inviato nei Balcani per seguire la crisi dei rifugiati: l’iPhone si rompe mentre si trova in Macedonia, non ci sono Apple Store e così lo fa riparare in un negozio locale. Tutto bene fin quando, tempo dopo, non aggiorna il sistema operativo e vede comparire la scritta «Errore 53» sullo smartphone, che da lì in poi diventa utile solo come fermacarte.

Il blocco colpisce chi ha fatto sostituire fuori dal circuito Apple il tasto “Home” dell’iPhone 6 e 6s, che contiene il lettore di impronte digitali, ma anche altre componenti come lo schermo. Il problema è irreversibile e, visto che gli interventi non autorizzati fanno decadere la garanzia, gli utenti possono scegliere solo tra una costosa riparazione in un centro autorizzato e l’acquisto di un telefono nuovo.

Apple ha spiegato che l’Errore 53 è «il risultato di un controllo di sicurezza introdotto per proteggere i clienti». Il sistema operativo da oltre un anno verifica che il sensore per le impronte digitali, attraverso cui si autorizzano anche i pagamenti con l’Apple Pay, sia abbinato alle altre componenti dell’Phone. Se l’abbinamento non c’è, il dispositivo si blocca.

Gli avvocati Usa non ci stanno, sia perché Apple non ha informato gli utenti, sia perché il fatto «viola diverse leggi a tutela dei consumatori». Per garantire la sicurezza in caso di furti e frodi, osservano, sarebbe bastato bloccare il funzionamento del lettore di impronte, non di tutto il telefono.

Gli Usa non sono i soli a scendere in campo. L’Autorità australiana per la concorrenza ha annunciato che chiederà spiegazioni urgenti ad Apple, mentre nel Regno Unito alcuni legali ipotizzano il reato di danneggiamento intenzionale della proprietà altrui. In Italia Federconsumatori parla di «misura vessatoria» e si dice «pronta a farsi carico di tutte le iniziative legali, anche coinvolgendo l’Antitrust».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • The Jolly Joker

    12 Febbraio @ 19.54

    quando gli acquirenti iPhone capiranno che stanno pagando per avere un prodotto che effettivamente non è di loro proprietà (visto che hanno ben poco margine decisionale) sarà troppo tardi. Android forever.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Notiziepiùlette

Roberta Merli
MISS SELFIE 2018

Martina Massafra

Roberta Merli
MISS SELFIE 2018

Alessia Nobile

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

Ballottaggi

Urne aperte a Salso: alle 12 ha votato il 18,36%

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

3commenti

calcio e tribunale

Caso whatsapp-Parma (e match Frosinone), il Palermo: "Siamo parte lesa"

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

1commento

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il ministro Centinaio

«Il caso sms? Finirà in nulla»

1commento

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

CALCIO

Asprilla, Veron, Apolloni e gli altri: la giornata "Parma Legends" al Tardini Foto

La partita è finita 5-2

12Tg Parma

Ladri scatenati a Felino: settimana di furti in paese

SORBOLO

Si sente male in casa, salvato da sindaco e carabinieri Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

Superenalotto

Esce il 6: vinti oltre 51 milioni di euro

SPORT

Calcio

Mondiali: la Germania in 10 soffre ma piega la Svezia (2-1)

FORMULA UNO

Mercedes davanti a tutti: non è solo questione di gomme

SOCIETA'

cultura

E' morta Chichita, la moglie di Italo Calvino

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse