16°

21°

Il racconto della domenica

L'esame di ammissione

il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0
 

La maestra Bruna, all'inizio del 1946, aveva invitato Paride a un colloquio per parlare della bambina. Faceva ormai la quinta elementare e lui sapeva che quel discorso, prima o poi, si doveva affrontare. Quel mattino si presentò davanti alla scuola con un'ansia da scolaretto. La maestra Bruna era stata anche la sua insegnante, ricordava Paride. Chissà perché, in alcune famiglie benestanti, era tradizione avere due o tre insegnanti in casa. E, caso strano, non si sposavano mai. C'erano le due maestre Fornasari, Bruna e Rina; le Grassi, una delle quali era direttrice; le Battilani, e quelle erano anche bellocce.

Quei pensieri lo avevano distolto dalla vera ragione per cui si trovava lì. Ma la voce della maestra Bruna lo riportò alla realtà. «La tua bambina è brava a scuola e sarebbe un delitto fermare la sua istruzione a questo primo ciclo. So che le difficoltà economiche, dopo la guerra, non sono poche, ma hai soltanto questa figlia: parlatene in casa, datele una possibilità». Paride domandò: «Maestra, occorrono delle lezioni per sostenere l'esame di ammissione? Dovremo rivolgerci a un'altra insegnante?».

«Non ti preoccupare, ne ho già parlato con l'Adelaide Battilani. E' stata la maestra di tua moglie e le è rimasto sempre l'amaro in bocca per quella sconfitta, perché anche la Bianca era brava nello studio. E' stato tuo suocero a dire di no, perché due braccia in più servivano in casa. Ora sarebbe felice di aiutare la vostra bambina».

La sera ci fu un consiglio di famiglia. La tavola era già apparecchiata per la cena. Il vecchio Badiali mescolava la polenta nel grosso paiolo di rame. Era compito suo perché con più forza la farina si amalgamava meglio e non faceva i «gnocchetti». La bambina leggeva il sillabario, Paride e Bianca parlottavano davanti alla finestra e la nonna cercava il filo per tagliare le fette che, di solito, era attaccato al pomolino del cassetto di un vecchio cantonale. Quel filo veniva sostituito solo se si rompeva. Ecco, la polenta era pronta da rovesciare sul tagliere. Si misero a tavola. Tra un boccone e l'altro Paride parlò di quello che gli aveva detto la maestra, e questa volta vinse la resistenza del nonno Badiali.

A giugno la bambina superò l'esame di quinta elementare e quello di ammissione alla scuola media. Bianca e Paride avevano iniziato a mettere da parte un po' di soldi per i libri. Stava per avvicinarsi l'inizio dell'anno scolastico, Bianca e la nonna erano alle prese con l'abbigliamento. Il grembiule era nero di cotone lucido, con un collettino di piquet bianco. Un po' per giorno lo cucirono.

Per il paltoncino, invece, la confezione fu più laboriosa. Non si poteva comprare la stoffa nuova, costava parecchio. In casa erano rimasti due pastrani militari di buona lana. Il colore, però, ne denunciava troppo la provenienza. La nonna decise di tingere il tutto di blu. Mandarono la bambina a comprare un pacchetto di Super Iride e in un pentolone di acqua bollente misero la polvere e i due pastrani. Purtroppo uno prese un blu più scuro e l'altro un blu più chiaro. Oggi, forse, sarebbe stato un modello studiato, ma allora la bambina si sentiva inferiore alle altre compagne, anche se il collo era di pelo: Paride aveva conservato una pelle di coniglio per lei.

Venne il primo ottobre 1946. Il papà aveva recuperato anche la cartella: era di cuoio, rimasta dal periodo della guerra. Era stata lucidata per bene e, tenendola in mano, piena di libri, la bambina riacquistò sicurezza. Emozionata ascoltò il discorso del preside e aspettò il momento dell'appello. In che classe andrò? Ecco una voce pronunciare il suo nome. Era in I B, la professoressa di Lettere era la signorina Della Valle. Dolce, capelli biondi incorniciavano un viso minuto, sempre sorridente. Vicino a lei c'era quella di francese. «Ecco qui la piccolina / di francese signorina / sulle labbra questa è bella / ha una rossa caramella!». Una filastrocca che le avrebbero dedicato negli anni successivi per quelle labbra carnose sempre dipinte. La ragazzina sarebbe cresciuta con loro: le piacevano e il percorso sarebbe stato ancora lungo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant  convola a nozze con Anna Eberstein

cinema

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant convola a nozze con Anna Eberstein

L’ex gieffina Veronica Graf rilancia: presto in Italia per presentare la sua prima collezione di costumi

TELEVISIONE

Da Grande Fratello e Sex Time alla moda: Veronica Graf lancia una linea di costumi

Proposta di matrimonio sugli spalti di San Siro

Immagine da Sky Sport

MILANO

La proposta di matrimonio arriva con uno striscione... a San Siro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna

FOTOGRAFIA

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna Foto

Lealtrenotizie

Bomba esplosa in polveriera: era ordigno artigianale

A Noceto

Bomba esplosa in polveriera: era ordigno artigianale

Parco Ducale

Chi ha ucciso Milly, la «mamma oca» del laghetto? E' morta per difendere le sue uova

Lutto

Addio a Tony Wolf, il «papà» del pinguino Pingu. Era nato a Busseto

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

calcio

Parma, porta blindata

FIDENZA

Rubano capi firmati all'outlet, catturato un ladro

IL CASO

Nessuno soccorre i caprioli investiti

IL CASO

San Secondo: no ai cani nei parchi, protestano i padroni

Borgotaro

La bomba nel Taro, riunione in prefettura

PARMA

Alimenti preparati fra sporcizia e scarafaggi: chiusi due locali in strada dei Mercati e in via D'Azeglio Foto

7commenti

Fidenza

Camion perde una lastra di cemento a San Michele Campagna Video

Paura per una donna incinta, al volante dell'auto dietro al camion: è stata portata al pronto soccorso

PARMA

Grosso ramo cade in via XXII Luglio: strada chiusa, disagi anche sullo Stradone Foto

Problemi al traffico nel tardo pomeriggio anche in Strada Elevata a causa di un incidente

ANTEPRIMA GAZZETTA

Uccisa un'oca al Parco Ducale: è polemica

La promozione del Parma: analisi, dati e curiosità

noceto

Esplosione alla Polveriera: un operaio di 37 anni in Rianimazione

1commento

Spavento

Bimbo scappa dalla materna. Trovato dopo mezz'ora

4commenti

regione

Via libera alle fusioni Colorno-Torrile e Sorbolo-Mezzani. Entro l'anno il referendum

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quelli delle Br non furono “errori”: furono crimini

di Michele Brambilla

3commenti

L'ESPERTO

Lavorare per una società straniera: ecco come muoversi

di Daniele Rubini e Davide Manzelli

ITALIA/MONDO

ancona

Litiga con la moglie, le spara col fucile da caccia e la uccide

firenze

Albero cade su un bus turistico: 5 feriti Foto

SPORT

parma calcio

Lucarelli: "E ora possiamo dire a chi ci ha fatto male: 'Siamo tornati' " Video

2commenti

L'INTERVISTA

L'ad Carra: «Parma in A con merito e sofferenza»

SOCIETA'

Band

I Nomadi venerdì a Salso, intervista a Carletti

LA PEPPA

La ricetta Crostatine alle pesche, dolci che fanno gola a tutti

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuovo Vw Touareg, il Suv supertecnologico Foto

IL TEST

Mercedes Classe A, l'auto che parla? C'è molto di più