Il racconto della domenica

Gimpel e il mantello invisibile

il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0
 

Gimpel ero lo scemo del villaggio. Fisicamente era un tipo normale: né alto né basso, né magro né grasso; non bello ma neanche brutto. Ugualmente, a vederlo, si capiva che qualcosa in lui non andava.

Forse per colpa di quella testa perennemente piegata a sinistra, come il capo chino del Cristo sulla croce. O per via di quei capelli che cadevano sulla fronte con una frangetta infantile. E poi c’era quel suo sorriso d’acqua, tremulo e instabile, che non si capiva se stesse per scoppiare a ridere, a piangere, o tutte e due insieme. Quando la gente gli passava accanto non lo ignorava. Pensava a qualcosa da dirgli. Però lo faceva cambiando voce, come si fa in genere quando ci si rivolge ai bambini.

Lui ascoltava, ma le parole gli scivolavano dentro come acqua piovana nelle grondaie. E come acqua riaffiorava quel sorriso instabile prima di accomiatarsi. Gimpel ero lo scemo del villaggio, si diceva. Il villaggio era solo un gruppetto di case, tanto piccolo che un singolo fulmine, cadendo al centro della piazza, lo illuminerebbe a giorno dalla prima all’ultima abitazione. Piccolo, molto piccolo dunque. Ma a Gimpel piaceva.

Per questa ragione non se ne staccava mai a lungo. Per questo e perché anche lui, in fondo, sapeva quanto potesse risultare pericoloso allontanarsi troppo. Ciò nonostante un giorno, senza proclami o annunci vari, sparì. Di lui non si seppe più nulla, e si cominciò a pensare al peggio.

Gimpel ricomparve un paio d’anni dopo. All’improvviso, alla stessa maniera con cui era scomparso. Sosteneva di aver viaggiato molto. In uno dei vari spostamenti era incappato nel mantello dell’invisibilità. Bastava indossarlo per non esser più visti, raccontava. Ma a quanti gli chiedessero di poter ammirare quel prodigio, Gimpel spiegava che, per funzionare, il mantello doveva essere a sua volta invisibile. Per questa ragione, diceva, non poteva mostrarlo.

E adesso cosa ne fai ?- gli domandavano.

Me lo metto addosso – riusciva a rispondere, al massimo.

Gimpel però sembrava cambiato. Non rinsavito, certo, ma ben più felice di quand’era partito. E di tanta felicità, in fondo, si rallegrava anche la sua gente. Per un certo periodo tutto filò liscio. Gimpel un po’ si faceva vedere, un po’ spariva, rintanandosi chissà dove. Finché, un giorno, lo trovarono all’osteria del villaggio, il mento poggiato sulla mano a ruminare i suoi pensieri. Se le labbra erano leggermente piegate all’insù, non lo facevano per sospingere un sorriso, quanto per raccogliere le lacrime in procinto di cadere dagli occhi.

L’ho posato da qualche parte – spiegò, biascicando - ma non ricordo dove. Si riferiva al suo mantello magico che a suo dire, essendo invisibile, non si riusciva a scovare. Passarono altri due anni, durante i quali lo scemo del villaggio s’impegnò a cercare quanto aveva smarrito. Chiedeva a destra e a manca. Si piegava sulle ginocchia e ruotava le mani attorno agli oggetti, ad accarezzare l’aria. Senza successo. Più cercava e non trovava, più si rattristava.

Lascia perdere, gli consigliavano. Ma lui non sentiva ragioni. Poi, d’un tratto, com’era già successo in passato, Gimpel scomparve. Nessuno lo rivide più. Qualcuno giurava a se stesso di sentirne la voce, di tanto in tanto. Ovviamente, non lo riferiva ad alcuno, per non diventare il nuovo zimbello.

Nella casupola di Gimpel venne trovato un foglietto con la sua firma in calce. Sopra, tre parole soltanto, scarabocchiate in malo modo: l’ho ritrovato, c’era scritto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Premio Nobel per la Pace, spunta una signora in rosso: Amal

moda

Premio Nobel per la Pace, spunta una signora in rosso: Amal

Intervista a Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio

INTERVISTA

Twelve Conversations, a Traversetolo la "prima": ne parlano Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio Ascolta

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

gusto

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Hostaria del maiale»: La tradizione famigliare della Bassa

CHICHIBIO

«Hostaria del maiale»: la tradizione familiare della Bassa

1commento

Lealtrenotizie

Oltre alla cassa derubato anche un cliente

Rapina in banca

Oltre alla cassa derubato anche un cliente

LUTTO

È morto Renzo Fornari, fondatore della Scic

CASA DELLA SALUTE

Un pezzo di soffitto crolla sulla sala d'attesa

Caritas

Sono 2000 le domande di cittadinanza

Fidenza

Indicazioni sbagliate: gli strani cartelli di Castione

LUTTO

Addio a Ercole Marvisi, una vita per le scarpe

A Monticelli

Senza patente e ubriaca provoca un incidente

NOCETO

La strage dei visoni

via Emilia Est

Rapina in banca: minacciano l'impiegata con un cutter e scappano con poche centinaia di euro

1commento

MISTERO

Esce dal lavoro e scompare a Reggiolo. Unico indizio: è passato da Traversetolo

Davide Ploia, 48 anni, vive nel Mantovano ed è scomparso da giovedì. Del caso si è occupato "Chi l'ha visto?"

PARMA

Migliora la qualità dell'aria, niente più stop per i diesel Euro4

Stop alle misure di emergenza da domani (martedì 11 dicembre)

anteprima gazzetta

Esclusiva - Boccia: "La Manovra non funziona, Tav necessaria"

CONSIGLIO

Reddito solidarietà comunale: assistite 89 famiglie. Piazzale Bertozzi: 12 multe al bar in due anni

Il gruppo Pd passa a 4 consiglieri. Caterina Bonetti entra al posto di Scarpa

SCUOLE

Marcia della pace a Parma: gli studenti sfilano in centro Foto

Celebrata la "Giornata mondiale d'azione per i diritti umani"

ILLUMINAZIONE

Luci a led, fioccano le lamentele

8commenti

PARMA

Tentato furto a Malandriano: il mastino mette in fuga tre ladri

Ecco la segnalazione di un lettore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La lezione di Parma a un Paese sfiduciato

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Necessario un giro di vite verso i ciclisti indisciplinati

di Domenico Cacopardo

4commenti

ITALIA/MONDO

NELLA NOTTE

Incendio a Reggio: 2 morti, 38 intossicati. Migliorano due bimbe e altre 7 persone

scuola

Il ministro ai prof: "Meno compiti per le vacanze"

2commenti

SPORT

Football americano

Leggendaria giocata dei Dolphins a 7" dalla fine per la vittoria contro i Patriots Video

FIORENTINA

Due medici indagati per la morte di Davide Astori

SOCIETA'

PARMA

Quando i reggiani "rubarono" il pigiama di Guareschi... Dietro le quinte del Mondo Piccolo Video

roma

Ubriaco scende con l'auto la scalinata di Trinità dei Monti: denunciato

MOTORI

SUV

Renault Kadjar: restyling dopo tre anni

SUV

Seat, l'anno del «Triplete»: fate largo a Tarraco