22°

31°

Il racconto della domenica

Il ciondolo di rubino

il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0

Incessante, la pioggia, cadeva con violenti scoppi e fragori da temporale estivo. Era un pane di cielo: da tempo l’estate siccitosa non lasciava respirare gli abitanti di M. e quella notte sembrava davvero che il destino volesse fare ammenda di quella mancanza. Dissetare le strade impolverate, i cespugli disseccati di fiori esangui e rimpolpare corsi d’acqua, era necessario. Lui dormiva già su un fianco, nella camera rischiarata da una piccola scintilla e Sara col suo pagliaccetto di satin, scostò le lenzuola con la delusione di chi ormai vive di poco o nulla. Un’occhiata rapida alla schiena nuda e tatuata di Samuele, una carezza per accertarsi che lui veramente fosse preda delle onde alpha, ed emise uno sbuffo al soffitto decorato da nuvolette cerulee. Che tristezza!!! Sabato sera ed era arrabbiata. Vedeva in Samuele un uomo privo di iniziative. Sempre annoiato. Esauritosi il collante dell’innamoramento, quei mattoncini che insieme si erano impegnati a costruire, a tenere agglomerati, si stavano sgretolando. Non poteva finire in quel modo. I suoi 30 anni di certo non ambivano a lapilli di fuoco, non a ricchi premi e cotillons… solo qualche pezzo di vita. Nient’altro. Aprì la finestra e aspirò l’odore amaro della terra bagnata: cessata la pioggia, fu pervasa da una gran voglia di uscire. Gettarsi nella mischia. Era passata da poco la mezzanotte. Poteva essere una follia ma doveva spezzare l’odiosa parabola delle fragili esitazioni. La tuta nera di raso era pronta per lei. Si diresse verso la cassaforte: prese un prezioso cuore di rubini e lo indossò . Mescolandosi al buio della notte che prendeva vita per mezzo delle vetrine illuminate e dei lampioni arancioni, credette di «aver fatto la cosa giusta». Un atto di coraggiosa dignità verso se stessa. Da tempo ormai un mutismo ulceroso accompagnava la vita dei due giovani. Samuele aveva finto di dormire: subito dopo che Sara era uscita, con un balzo abbandonò il letto ed entrò nella cabina armadio. Camicia immacolata, sbottonata quel tanto che bastava per mostrare la croce greca incisa sul petto, e jeans attillati: un single d’assalto. Si osservò da tutte le angolazioni: si piaceva. Una rapida accomodata al ciuffo e via: l’elegante delfino azzurro che saltava le onde, voleva gettarsi in ritmi torrenziali. La musica scorreva impetuosa, passionale intensa e malvagia tra quelle luci accecanti, la massa esuberante dei giovani e dei meno giovani si dimenava con grande foga: si chiudevano le saracinesche dell’inquietudine. Samuele gongolava, sicuro di sé. Ballò con una tipa bistrata con una microgonna rossa che non gli toglieva gli occhi di dosso. Si scostò e subito fu preda di una rapace biondina dallo sguardo magnetico che gli si era appiccicata a francobollo. Facendosi largo di nuovo giunse in mezzo ad alcune lolite scosciate che ricordavano la fioritura canterina delle sassifraghe: fu circondato nel ballo da una piacevole trasparenza emotiva. Corpi che si cercavano, atomi in fase di aggregazione. «En plein di conferme!» Pensò…Tutte queste fiamme novelle lo rendevano felice? Il suo ego, pupazzandosi tra la combinazione di bellezza, musica, danza e gioventù ne traeva piacere. Ad un tratto il suo sguardo si posò su una figuretta esile. Al collo portava un grosso ciondolo rosso acceso e i capelli color miele vi si mischiavano in una specie di laghetto di porpora creato dai faretti stroboscopici. Le sembrò famigliare ma la vide abbracciarsi con un tipo: ballavano allacciati in mezzo alla folla e la perse di vista rigettandosi nell’abisso della musica. Due mani morbide gli cinsero gli occhi e girandosi riconobbe Ilona, sua ex del passato che lo invitò al bar. Un brindisi con lo champagne era ciò che ci voleva mentre accarezzava il bel volto dell’amica ritrovata dopo tanto tempo, ma il primo sorso gli andò per traverso. Incominciò a tossire diventando paonazzo: rabbia, sofferenza e miseria si erano impadronite di Samuele alla vista di Sara. Era lei, ora la vedeva chiaramente mentre ballava agitandosi divertita. Non la vedeva così bella, da tempo. Era così spenta in casa, così dimessa che a stento riconosceva la donna che lo aveva fatto innamorare solo due anni prima. Chissà, forse per la strana legge di natura che porta a rivalutare le persone nel momento in cui ci vengono a mancare, una sorta di malinconia lo bloccò. Senza voglia di seminare ira e bufera, uscì dal locale. Solo uno sciocco poteva perdere una ragazza come Sara, si disse. La mattina seguente a colazione, su quelle fragili fondamenta d’amore, la guardò con occhi nuovi. Sara, zitta, sbadigliava, ma dallo scollo del pigiama usciva il ciondolo di rubini… Chi avrebbe parlato per primo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma arriva lo stop: è già occupato da Alberto Angela

ROMA

Colosseo off limits per Beyoncé: è già occupato da Alberto Angela, ilarità sul web Foto

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

5commenti

Lealtrenotizie

Paura per un uomo armato di coltello

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

2commenti

CARABINIERI

Ruba la borsa di un medico a San Secondo: arrestata 50enne Video

Anteprima Gazzetta

Processo al Parma, la rabbia di Capitan Lucarelli

PARMA

Un'auto e un camion a fuoco: doppio intervento dei vigili del fuoco Foto

Denunciato

Il commesso ruba nel proprio negozio

2commenti

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

12Tg Parma

Max Bugani (5 Stelle): "Pizzarotti in Regione? Meglio di Bonaccini" Video

2commenti

POLEMICA

Onu contro il Parmigiano, Beltrami: «Grave errore demonizzarlo»

4commenti

12 tg parma

Nuovo anno scolastico, in provincia ci sono ancora 400 cattedre scoperte Video

POLEMICA

Pizzarotti: "Mangio il Parmigiano e saluto chi lo scredita"

Il sindaco di Parma pubblica un post su Facebook per inserirsi nella polemica sul caso "Onu - Parmigiano Reggiano"

Parma calcio

Carra: «Siamo ottimisti e il mercato procede ma che danno d'immagine per noi»

1commento

GAZZAREPORTER

Le foto del lettore Mattia: "Parco Ducale, quelle statue che attendono di essere ripulite"

PARMA

Tep, crescono viaggiatori e ricavi. Aumentano anche le multe

2commenti

Enpa

Gatti, è allarme randagismo

2commenti

ECONOMIA

Cft si rafforza: acquisita la maggioranza della bergamasca Comac

L'azienda è attiva nel settore delle macchine per il confezionamento della birra

corniglio

La provinciale 116 sarà interrotta per lavori a Ponte Romano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

1commento

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

politica

Salvini querela Saviano: "I suoi post su Facebook ledono il ministero"

A14

Motociclista va contromano in autostrada: "Avevo dimenticato lo zainetto"

SPORT

Sport

Stelle del Fair-play brillano a Firenze

formula 1

Hamilton rinnova con la Mercedes fino al 2020

SOCIETA'

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

VERONA

Sberla in faccia a uno studente, condannata prof di matematica

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita