21°

31°

Il racconto della domenica

Intanto adotterò un cane

Rubrica: il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0

- Elena, vuoi dirmi che cosa ti sta succedendo? - Enrico, dopo avere osservato a lungo l’amica, continuò: - Non fuggire da te stessa e da me: ci conosciamo da bambini. Abbiamo studiato insieme, ci siamo laureati insieme. Parla, ti prego-. I grandi occhi cerulei di Elena si posarono sulla raffinata opulenza del salone affacciato sul parco; gli occhi fondi e disperati sembrava cercassero qualcosa che più non esisteva, il viso si era fatto piccolo, e la bocca, la bella bocca di Elena, tremava in un moto di lacrime represse. –Il tè si raffredda, - sottolineò Enrico. –Ho lo stomaco chiuso, rispose Elena, non posso, mio Dio, non ce la faccio-. –Parla, Elena, ti prego-. –Non lo amo più. Non amo più Fabrizio, lo capisci? Il mio meraviglioso matrimonio d’amore è diventato, giorno dopo giorno, cioè quando ho iniziato a capire, un autentico tormento. Sposai un onesto funzionario di banca sulla cui probità credevo ciecamente e invece…- -Invece? - chiese Enrico. Elena appoggiò le labbra aride all’orlo della tazza trasparente: sorbì un poco di tè, con estrema fatica.

Nel parco le piante secolari erano disegni astratti su un cielo sfacciatamente azzurro. Dalle labbra di Elena uscì una voce dura: -Mio marito si è arricchito in questi ultimi anni a dismisura attraverso speculazioni in borsa: quelle speculazioni inventate dalla nuova ingegneria finanziaria di Wall Street, che consisteva per lui nell’acquisto di petrolio in forma di “futures” che in pochi mesi gli fruttavano l’investimento moltiplicato per tre o quattro volte. Intanto io a scuola insegnavo ai ragazzi ad amare la poesia, ad amare l’arte: insegnavo il distacco dalle cose, la necessità sociale di diminuire le distanze: chi troppo e chi niente…e,…e-. Un pianto dirotto interruppe le amare parole di Elena, la quale si nascose il volto tra le mani, come fanno di solito i bambini. Enrico le si avvicinò, le accarezzò i capelli: - Fatti coraggio, Elena. Purtroppo…-. Lei disse, sussultando: - Non potevo non mettere in relazione quelle inique speculazioni all’impoverimento di intere popolazioni (e non solo del terzo mondo) di cui è piena la cronaca dei giornali. Quando la bolla petrolifera è scoppiata, io ho aperto gli occhi. Capisci? Speculatore finanziario che si arricchisce non producendo beni di consumo (come un onesto normale imprenditore) bensì attraverso i giochi diabolicamente astuti condotti in borsa. Un uomo che ignora il lavoro, la cui attività consiste soltanto nell’ottenere informazioni dalla lobby cui appartiene e che controlla i flussi finanziari planetari. E nella lobby non manca mai la modella di altissimo bordo (capisci a che cosa alludo?) tanto per vincere la noia, non mancano il telefono satellitare, gli alberghi a cinque stelle, i voli aerei in “business class”. Queste sono, per me, nuove, disgustose verità di cui ignoravo l’esistenza. La bolla finanziaria è scoppiata e ora abbiamo crisi economica e disoccupazione. Lo dobbiamo all’avidità smisurata di una oligarchia che ha cercato… ”ricchezza” (e un ironico sorriso si posò sulle labbra di Elena) fondata su montagne e montagne di carta straccia. Vuoi sapere un particolare grottesco: il mio caro marito, per meglio inserirsi in questo diabolico mondo, qualche anno fa, con mio grande stupore, ha seguito un corso di “inglese” non per leggere Bernard Shaw, ma per uso commerciale-. –E ora cosa intendi fare, - chiese cauto Enrico. –Chiederò il divorzio-. –Chiederai il divorzio? - -Certo. Non posso vivere con un uomo che non stimo. Sposai un ragazzo onesto, mite: l’ho amato profondamente. Ora non più. Sono contenta di non avere figli: sarebbe stato terribile dover dire loro: vostro padre ecc. ecc. Non ci sarà nessun altro uomo nella mia vita: questo è sicuro-. Il buio calava nel parco: le piante, ombre surreali, s’alzavano in una luce appena rosata, una luce di sogno. –Resterai qui? - chiese Enrico. –Mai più: voglio una piccola casa modesta, con un fazzoletto di terra intorno. Insegno, insegnerò per molti anni ancora. Ho i ragazzi, che mi vogliono bene. Apprezzerò della vita le cose essenziali. Intanto adotterò un cane, un quieto amore di cane -. – Brava, rispose sereno Enrico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Balletto

social

L'evoluzione della danza di Michael Jackson...in 4 minuti Video

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

8commenti

Lealtrenotizie

Public money, ecco tutte le condanne

SENTENZA

Public money, ecco tutte le condanne

Scuola

I bravissimi della maturità: diplomati con 100 e 100 e lode

Busseto

Raffica di furti, rubata anche una macchinetta spartineve

Cinema

Ciak, a Parma si gira: la mappa dei set

Parma calcio

Rigoni, esperto in salvezza

IL CASO

Sgarbi: «Leonardo per l'ultima cena si ispirò all'affresco di Monticelli d'Ongina»

Lutto

Tarsogno dà l'addio a Lidia Calestini, la regina delle rezdore

L'appello

«Basta con i botti alle feste d'estate: per gli animali sono pericolosi. Usate quelli silenziosi»

12Tg Parma

Public Money, condannati in primo grado Costa, Villani e Buzzi Video

parma calcio

Chiude la prima parte del ritiro crociato: il video-bilancio di Sandro Piovani

calcio

Sorteggio di Coppa Italia: inizio nostalgia (e rivalità) per il Parma il 12 agosto

12Tg Parma

Felino, lite condominiale finisce a pugni Video

Dda

In progetto furto delle salme di Pavarotti e Ferrari: condannata banda sardo-parmigiana

droga

Arrestati i due pusher da 100mila euro in un anno e clienti tutti parmigiani

9commenti

anteprima gazzetta

Droga, 2 arresti, patente ritirata ai clienti: "La droga fa male"

1commento

Parma

Derubata e...denunciata: è clandestina. Tre interventi in un giorno per le Volanti

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

5commenti

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Ladri "con i bigodini": raid nei saloni, caccia alla banda dei parrucchieri

Chiaia di Luna

Lo spaventoso crollo di rocce a Ponza

SPORT

calcio e tribunale

Avellino non ammesso al campionato. Escluse altre due società di serie B e tre di serie C

ciclismo

Tour, 13ª tappa: tripletta Sagan in volata a Valence

SOCIETA'

gazzareporter

“Cala” la luna in Val Baganza

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita