-0°

IL RACCONTO DELLA DOMENICA

Il mondo della signorina Rosetta

il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0

La ferrovia divideva il paese dalla Pieve, una piccola frazione con una bellissima chiesa romanica. In quel breve tratto si aprivano sulla strada quattro ville padronali circondate da stupendi parchi. La più bella che s'incontrava era della signorina Rosetta. Sbirciando fra quel maestoso verde era facile immaginarsi la padrona di casa. I vialetti coperti dalla piccola ghiaia portavano alle aiuole. Queste, quadrate, rotonde e triangolari, avevano i fiori più semplici, a piccolo gambo: le viole del pensiero, dal giallo intenso al viola macchiato di bianco; i mughetti che accompagnavano per mano lungo i viali che portavano alla villa, alternati da ciuffi di variopinti tulipani e giacinti azzurri dall'intenso profumo.
Dinanzi troneggiava una grande fontana con un angelo al centro. E ancora, ai piedi della costruzione, edere, campanule, bouganville, e quelle rose gialle rampicanti che salivano al balcone.
Il suo giardino era lei.
Non più giovane, ma ancora bella, gentile, un viso quasi di cera, con grandi occhi neri, e i capelli ondulati puntati da nere forcine. Portava sempre gonna e giacca dal taglio semplice, in seta blu, con due grandi tasche nelle quali non mancavano mai le cesoie per cogliere i fiori. La camicetta era bianca con un grande collo di pizzo che si apriva sul completo. Le maniche erano rigorosamente lunghe. Una lasciava intravedere una mano quasi diafana; l'altra era un guanto di pelle nera.
Un incidente accadutole in giovane età a Milano, quando, come ogni mattina, si recava al conservatorio dove studiava pianoforte. Era un giorno piovoso e, salendo sul tram con l'ombrello semiaperto, un puntale le si conficcò nel braccio provocandole una brutta ferita. L'infezione non le diede scampo, erano ancora lontani i tempi della penicillina. Le amputarono il braccio fino al gomito.
Una tragedia per quella fanciulla bella, ricca e con una promettente carriera di pianista. Si ritirò con i genitori in quella villa di campagna, dove la sua vita era il giardino e il giardino era la mano che le mancava.
La bambina e il cugino Carlo entravano nella villa a Natale e a Pasqua. La signorina Rosetta li conosceva bene, quei bambini. Le piacevano. E anche a loro piaceva la signorina.
Per le feste li accoglieva nel grande salone circondato dalle vetrate: nel mezzo c'era un pianoforte a coda e la signorina ne sfiorava i tasti. I pacchettini erano lì pronti e lei, porgendoglieli, si chinava a raccogliere i loro abbracci e i loro affettuosi bacini. Nei pacchetti c'erano i dolci di cioccolata che lei preparava.
I bambini tornavano a casa saltellando per il giardino, e non di rado tradivano la fiducia della signorina.
«Carlo, - diceva la bambina - voltati a guardare se la Rosetta è entrata in casa, così prendiamo un fiore». Lei era sì in casa, ma dinanzi alla finestra li seguiva con lo sguardo, sorridendo a quelle piccole marachelle. E loro uscivano di soppiatto chiudendosi alle spalle il pesante cancello di ferro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nadia Toffa, torno alle Iene con i miei capelli

TELEVISIONE

Nadia Toffa torna stasera alle Iene Video

robbie williams vs jimmy page

vicini-nemici

La lite Williams-Page continua con i decibel dei Black Sabbath (Per dispetto)

La stagione evento di Mangiamusica: le foto della serata “Attenti al Gufo” con Roberto Brivio

PARMA

La stagione evento di Mangiamusica: le foto della serata “Attenti al Gufo” con Roberto Brivio

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il CineFilo

CINEMA

Da Maria Stuarda al film-realtà "Mia e il leone bianco": i consigli del Cinefilo Video

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

Ciclista caduto a Cabriolo: sul posto anche l'elicottero del 118

FIDENZA

Ciclista caduto a Cabriolo: sul posto anche l'elicottero del 118 Video

L'uomo ha riportato ferite di media gravità

APPELLO

Massacro di Natale, i giudici: «Alessio senza pietà, ma subalterno al padre ed educato al cinismo e alla violenza»

WEEKEND

Benedizioni degli animali, escursioni e falò: l'agenda della domenica

FELINO

Auto fuori strada a Poggio Sant'Ilario: gravi due ragazze

Soragna

Buttano i rifiuti in tangenziale ma il sindaco li fa multare

1commento

san leonardo

Auto in fiamme in via Milano La spaventosa sequenza video

FIDENZA

Chiusi fuori casa dai ladri

FIDENZA

È morto il professor Rossini

VIDEOSORVEGLIANZA

Il vicesindaco Bosi: «Palasport a rischio furti. Interverremo»

SAN POLO D'ENZA

Vende un cellulare online ma è una truffa: denunciato 49enne

Denunciato un 49enne di Napoli. La vittima del raggiro è un 35enne di San Polo d'Enza

SERIE A

Il Parma riparte col botto

COLLECCHIO

Addio a «Gigetto», casaro appassionato di moto

1commento

Intervista

Raphael Gualazzi: «A Parma torno sempre volentieri»

QUATTRO CASTELLA

"Il fantasma protegge il castello": il Bianello fra suggestione, storia e turismo Video-intervista

Sono tante le storie legate al maniero matildico. Parla l'assessore alla Cultura Danilo Morini

12 tg parma

A Parma il fenomeno "Momo": allarme sui cellulari dei giovanissimi Video

san polo d'enza

Intestano smartphone ad una persona morta da tempo: tre denunce

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il pasticciaccio del reddito di cittadinanza

di Domenico Cacopardo

3commenti

IL DISCO

Led Zeppelin I, quando la leggenda ebbe inizio Video

di Michele Ceparano

ITALIA/MONDO

Salento

Famiglia schiava del web: chiusi in casa per 2 anni e mezzo

IRLANDA

Autobomba esplode fuori dal tribunale a Londonderry

SPORT

Serie A

Inter, pareggio con il Sassuolo

20a giornata

La Roma batte il Toro 3-2 - La classifica

SOCIETA'

gran bretagna

Il principe Filippo (97 anni) torna alla guida dopo l'incidente

società

Lunedì arriva il blue monday, il giorno più triste dell'anno

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

PROMOZIONE

Suv, l'offensiva "doppio zero" di Hyundai