19°

Italia-Mondo

Semafori "intelligenti", per alcuni Comuni aumenti di cassa del 300%

Semafori "intelligenti", per alcuni Comuni aumenti di cassa del 300%
Ricevi gratis le news
4

Il progettista dei T-Red, Stefano Arrighetti, è stato arrestato dai carabinieri lombardi e da quelli di San Bonifacio (Verona) nell’ambito dell’inchiesta della procura di Verona sui cosiddetti 'semafori intelligentì che vede indagate altre 108 persone.
Arrighetti, 45 anni di Seregno (Milano), amministratore unico della Kria di Desio (Milano), è accusato di frode nelle pubbliche forniture. Secondo quanto si è appreso, Arrighetti avrebbe omologato solo la telecamera e non avrebbe chiesto e quindi mai ottenuto dal Ministero dei trasporti l’omologazione dell’hardware dell’apparecchiatura che fa funzionare l’intero sistema.
Tra i 109 indagati figurano 63 comandanti di polizia municipale tra cui quello di Perugia e di Mogliano Veneto (Treviso), 39 amministratori pubblici e sette amministratori di società private. Sono invece 80 i comuni del centro-nord Italia al centro dell’indagine nei quali sono state comminate decine di migliaia di contravvenzioni.
Il provvedimento restrittivo che ha raggiunto Arrighetti è stato emesso dal gip scaligero Sandro Sperandio su richiesta del pm Valerio Ardito.

Le infrazioni venivano accertate  dalla Citiesse che percepiva il 30-35% per ogni infrazione  rilevata (150 euro + Iva al 20%). Solo in un secondo tempo la  polizia locale vedeva le immagini, violando così l’art. 12 del  Codice della strada.
Nella maggior parte dei casi i verbali di contestazione sono stati redatti da società private (e non dai pubblici ufficiali)  che svolgevano anche il servizio di notificazione (consegna alle  Poste delle raccomandate), percependo un importo in media di 5  euro per ogni verbale sul quale, inoltre, veniva apposta dalla società privata una firma scannerizzata del pubblico ufficiale.  Così le operazioni di accertamento, di notifica e di  verbalizzazione, attività tipiche per il pubblico ufficiale (e  non demandabili) erano affidate, tramite percentuale, a società  private compiendo una falsità materiale (art.476 Codice  penale). Tutto ciò per fare cassa. 
Riguardo al «semaforo intelligente», il Ministero dei  Trasporti lo ha vietato dal 2005 con una nota trasmessa agli  enti locali, sottolineando che si dovevano ritenere responsabili  civilmente e penalmente nel caso in cui, con l’applicazione di  tale sistema, si fossero causati sinistri stradali con feriti.  Molti semafori erano stati regolati in modo tale da presentare  una luce gialla di durata inferiore ai 4 secondi, così da  impedire l’arresto dei veicoli in condizioni di sicurezza. 

Ci sono stati Comuni che, in due  anni, alla voce contravvenzioni del codice della strada hanno  visto un aumento 300% delle entrate dopo l’arrivo dei T-Red. Contestualmente, alcuni comandanti della polizia municipale,  hanno ricevuto un bonus fino al 20% sull'indennità di servizio.  Questo solo dopo il boom delle multe comminate: in un comune  veneto, dai 250.000 euro riscossi nel 2005, era passato ad una  previsione di 500 mila euro nel 2006 ad un incasso reale di  oltre un milione di euro nel 2007. Il comandante aveva perciò  ricevuto un premio di duemila euro, da sommare alla sua  indennità di servizio.
«Effettivamente c'erano situazioni non chiare» ha detto  l'avvocato trevigiano Fabio Capraro, vice direttore della Scuola  di Polizia «Piave» che si occupa della formazione della  polizia locale. Capraro, al quale vari automobilisti si sono  rivolti non solo per i T-Red, dà il suo «plauso alla Procura  scaligera perchè effettivamente da tempo insistevo, come  legale, che venisse accertata la legalità non solo dei T-red,  ma anche degli auotovelox e degli etilometri messi sul mercato  da società private».

Il T-red è stato utilizzato anche in Comuni della nostra provincia: ovviamente seguiremo gli sviluppi della vicenda e vi aggiorneremo in tempo reale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marzio

    29 Gennaio @ 19.56

    FINALMENTE anche chi non voleva capire che e' tutta colpa di interessi locali si cerca di fare chiarezza nei modi e nei furti interpretati a volte a carico degli autisti. SEnza Auto come farebbero i comuni? con tutto quello che paga gia' un'auto, poverina mica la vogliamo abbandonare.............

    Rispondi

  • Siegfried

    29 Gennaio @ 14.25

    Una bella class action contro le Terre Verdiane il suo ex presidente e ideatore Tedeschi e il comandante Malavasi sarebbe d'obbligo, a proposito sono già indagati ? Le ditte incriminate sono proprio quelle e stranamente i semafori quando è saltato fuori lo scandalo sono spariti in pochi giorni? O forse li avevano messi sotto sequestro? Comandante Malavasi ci illumini lei insieme a Tedeschi !

    Rispondi

  • Jacopo

    29 Gennaio @ 11.56

    Era ora di fermare questa società a delinquere con l'unico scopo di derubare gli onesti cittadini, multandoli ingiustamente, privando loro soldi e punti della patente. La colpa va data anche a tutti gli organi comunali e di polizia municipale che ne hanno fatto un uso (anzi direi un abuso) senza averne il diritto! Speriamo che le indagini continuino e che tutti i colpevoli di questa frode paghino!!

    Rispondi

  • dario noto

    29 Gennaio @ 11.22

    quanti secoli ancora dovranno passare affinche coloro che gestiscono la ormai antica storiella del blocco auto, si renderanno conto che:l'aria gira. E pertanto é tutto un rimescolarsi? Vi parla una delle forse poche persone, che va a piedi oppure in autobus grazie

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Via Europa, il cantiere provoca il caos

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

All'Esselunga di via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno