16°

27°

Parlamento

Sì definitivo: l'abolizione delle Province è legge

I Consigli diventano Assemblee dei sindaci. Nascono le Città Metropolitane

Sì definitivo: l'abolizione delle Province è legge
Ricevi gratis le news
7

(ANSA) - ROMA, 3 APR - Sì definitivo dell'Aula della Camera al ddl Delrio che abolisce le province. Il testo è stato approvato a Montecitorio con 260 sì, 158 no e 7 astenuti. 

Ma è scontro con le opposizioni, Forza Italia in testa. "E' un golpe", grida in Aula il capogruppo degli azzurri a Montecitorio Renato Brunetta, che poi in una conferenza stampa convocata ad hoc si appella al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano affinchè non promulghi il provvedimento. "Non è vero", replica il vicesegretario del Pd Deborah Serracchiani, rivendicando l'impegno del governo sul fronte delle riforme.

Pura propaganda, attacca il partito di Nichi Vendola: il disegno di legge approvato dal Parlamento "non abolisce le province. Sel – interviene in Aula Nazzareno Pilozzi – non è contro il cambiamento ma contro i finiti innovatori che nascondono dietro la demagogia le peggiori pratiche spartitorie". Una "farsa", secondo la Lega che ricorda come anche "secondo la Corte dei Conti i costi non diminuiranno ma aumenteranno".

Domani (4 aprile) il presidente della Provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli terrà una conferenza stampa. Ecco i dubbi che Bernazzoli esprime ai microfoni di TvParma

LE NOVITA' PRINCIPALI. Ecco cosa prevede il testo della legge. 

 

- PROVINCE: Il ddl Delrio, non potendo "cancellare" le amministrazioni provinciali, le svuota di competenze. Il ddl mira ad una riduzione dei costi, pertanto prevede un criterio di gratuità per l’esercizio delle funzioni di presidente e consigliere provinciale. I consigli provinciali, infatti, vengono trasformati in Assemblee dei sindaci: questi ultimi lavoreranno nei nuovi "enti territoriali di area vasta", percependo esclusivamente le indennità già corrispostegli in qualità di primi cittadini. I presidenti di Provincia non saranno più eletti dai cittadini, ma indicati all’interno di una assemblea formata dai sindaci dei Comuni del territorio di riferimento. Ad esempio, il futuro presidente della Provincia di Frosinone sarebbe scelto tra i sindaci dei Comuni del Frusinate e percepirebbe soltanto lo stipendio da sindaco.

Le competenze provinciali vengono trasferite a Regioni e Comuni, ad eccezione dell’edilizia scolastica, della pianificazione dei trasporti e della tutela dell’ambiente. Il personale continuerà a lavorare presso gli organi territoriali di riferimento dell’attività svolta, mantenendo retribuzione ed anzianità di servizio.

Il ddl prevede che questi nuovi enti provinciali prenderanno vita a partire dal 1° gennaio 2015. Fino ad allora le Province saranno rette da commissari (si tratterà degli attuali presidenti di Provincia che cambieranno nome in commissari) in quanto non si voterà per le rielezioni dei 52 organi provinciali in scadenza nel 2014.

- CITTA' METROPOLITANE: Napoli, Milano, Torino, Bari, Bologna, Firenze, Genova, Venezia e Reggio Calabria diventano Città Metropolitane. A queste va aggiunta Roma, già inquadrata con l’istituzione di Roma Capitale; in futuro anche Palermo, Messina, Catania, Cagliari e Trieste (l'istituzione deve passare attraverso un provvedimento delle Regioni a statuto speciale in cui ricadono) saranno Città Metropolitane. In totale, alla fine si tratterà di 15 nuove aree territoriali che vanno a sostituire le Province: ricopriranno il territorio della Provincia omonima e ne assumeranno le competenze. Saranno guidate da un sindaco metropolitano che, a differenza dei presidenti delle "nuove province" potrà anche essere eletto ma solo "previa" istituzione di una apposita legge. Altrimenti, il sindaco metropolitano coinciderà con il sindaco della principale città e non percepirà indennità aggiuntive per l’ulteriore incarico. Altri organi saranno il Consiglio metropolitano, indicato dal sindaco, e la Conferenza metropolitana. Quest’ultima sarà composta dai sindaci dei Comuni appartenenti alla città metropolitana. Il personale delle amministrazioni provinciali, pertanto, confluirà nel nuovo ente territoriale. Il ddl prevede che le Città Metropolitane prenderanno vita a partire dal 1° gennaio 2015.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Oberto

    04 Aprile @ 16.30

    non so se sia vero quello che riporta " il fatto quotidiano" ma devo dire che come regola quello che dice poi avviene e si rivela vero, ma da quello che ho letto direi che le province in termini di costi e sprechi e personale inutile rimangono e anzi aumentano!!! Complimenti a Renzi che fa la supercazzola agli italiani e questo se la bevono!

    Rispondi

  • wpdev

    04 Aprile @ 10.19

    Ennesima bufala di questa classe politica bugiarda, infingarda e arraffona. Alle Europee mi auguro che la gente mandi un segnale di forte rottura contro questi lestofanti.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    04 Aprile @ 09.46

    NON E' ABOLITO NIENTE ! Le Province saranno sostituite da altri Enti ( Area Vasta , Consorzio di Comuni , Città Metropolitane...........) . I Consigli non saranno più ad elezione diretta , ma costituiti dai Sindaci del Territorio . L' unico , piccolo risparmio , potrà forse essere nell' abolizione delle indennità che Consiglieri , Assessori e Presidente finora percepivano , ma è poca cosa , ed , inoltre , è probabile che i componenti del nuovo Consiglio se le ri - attribuiscano . E' chiaro che se , per fare un esempio , il Sindaco di Bedonia dovrà venire spesso a Parma per occuparsi dell' amministrazione dell' "Area Vasta" , un rimborso spese dovrà pur darselo. UNO STUPRO DELLA COSTITUZIONE E NIENT' ALTRO ! Per Bernazzoli state tranquilli. Un' altra casa la troverà .

    Rispondi

  • salamandra

    04 Aprile @ 09.23

    Le aboliscono per ricrearle sotto altro nome e aumentare le poltrone. O qualcuno ancora crede che il PD sia diverso dal PDL?

    Rispondi

  • Franco

    03 Aprile @ 20.33

    L'abolizione delle province? Seeeee... domani! http://www.lafucina.it/2014/04/03/di-maio-non-aboliranno-le-province-anzi/#

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Doppietta Ronaldinho, sposa entrambe le fidanzate

nozze

Ronaldinho, che doppietta: sposa entrambe le fidanzate Video

Il New York Times: "Weinstein sarà arrestato domani "

Harvey Weinstein in una foto d'archivio

Molestie

Il New York Times: "Weinstein sarà arrestato domani"

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco

PGN

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto

carabinieri

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto

parma

Presa la "banda del caveau": tradita (anche) dal tunnel scavato in via Cavour

COLORNO

Quel bimbo imboccato a forza fino a fargli rigurgitare tutto

COLORNO

Violenze alla materna, il giudice: «In classe un clima di terrore»

incidente

L'auto finisce fuori strada e si ribalta: un ferito a Citerna

Busseto

Straziante addio alla piccola Carla

SERIE A

Parma: il futuro in tre mosse

La storia

I coniugi Mussolini chiamano il figlio Benito, ma il tribunale dice no

1commento

Pronto soccorso

La vita in «trincea» di medici e infermieri

Ex Eridania

Allarme: tartarughe in agonia nelle vasche del parco

2commenti

gazzareporter

"Il Parco Falcone e Borsellino maltrattato"

Fidenza

Senza tesserino niente acqua gratis

triplice "salto"

Domenica festA al Tardini per la promozione del Parma: il programma

felino

Sfalci: arrivano le multe contro l'incuria e abbandono dei terreni

BASSA

Bimbi maltrattati a Colorno, le indagini continuano: genitori dai carabinieri Video

2commenti

MAESTRE ARRESTATE

Una mamma: «Anche mio figlio maltrattato 4 anni fa» Video-choc

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il nodo Savona e lo scontro istituzionale con Mattarella

di Stefano Pileri

EDITORIALE

Le gesta del trio Salvini, Di Maio, Berlusconi

di Vittorio Testa

4commenti

ITALIA/MONDO

roma

Scritta "Br" sul monumento a Moro e ai caduti di via Fani: un denunciato

carabinieri di cavriago

Auto di lusso a prezzi bassissimi: ma è una truffa. 5 arresti

SPORT

Foruma Uno

"Libere" a Montecarlo, attacco tedesco: "Ferrari irregolare"

Bufera

In ginocchio durante l'inno per protesta. Bufera Nfl

SOCIETA'

cultura

Il documentario sulle pastore alla volata finale del crowdfunding

Stati Uniti

Trump concede la grazia postuma al grande Jack Johnson

MOTORI

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv