17°

31°

milano

Spara a ladro, vigilante condannato tentato omicidio

Spara a ladro, vigilante condannato tentato omicidio
Ricevi gratis le news
5

Un vigilante è stato condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione per tentato omicidio dal Tribunale di Milano per aver sparato e ferito un ladro romeno che, assieme ad altri connazionali, stava cercando di rubare rame in uno stabilimento dismesso. E’ stata esclusa la legittima difesa. La sentenza è stata emessa dalla decima sezione penale (presidente Gaetano La Rocca) che ha accolto l’ipotesi del pm Eugenio Fusco che ha qualificato il fatto come tentato omicidio, perchè la guardia armata ha sparato mentre il ladro era in fuga.
E’ stata quindi esclusa la legittima difesa.

Minimo della pena

Alla guardia armata, condannata dal Tribunale di Milano (la sentenza è di quattro giorni fa, ma lo si è appreso solo oggi) per tentato omicidio per aver sparato ad un ladro in fuga, è stato inflitto il minimo della pena per quel reato, con il riconoscimento delle attenuanti generiche.
Il 29 giugno del 2011, il vigilante era in servizio per una società di vigilanza privata e stava sorvegliando uno stabilimento dismesso a Segrate (Milano), quando ha sentito provenire dei rumori dall’interno di un capannone. E’ entrato e si è accorto che un gruppo di ladri, probabilmente quattro in tutto, stavano cercando di rubare del rame e gli ha intimato l'alt. A quel punto, stando a quanto ricostruito dalle indagini, il vigilante avrebbe esploso un primo colpo ad altezza uomo che è andato a colpire lo stipite di una porta (la guardia aveva detto, invece, di averlo sparato in aria) e poi ne ha sparato un altro che ha ferito gravemente uno dei ladri. Il secondo colpo, da quanto emerso dalle indagini, avrebbe prima rotto una porta a vetri e poi colpito il giovane ladro, mentre quest’ultimo stava fuggendo dentro un cunicolo con i complici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    26 Ottobre @ 20.13

    VE L' HO DETTO ! L' uso di un' arma da fuoco contro qualcuno è "legittima difesa" solo se c' è un rischio , reale ed immediato , per la vita . Qui il ladro stava scappando . Il rischio reale ed immediato per la vita del vigilante non c' era !

    Rispondi

    • marco850

      27 Ottobre @ 07.57

      sarà, ma il ladro era in abbondante compagnia, la guardia era sola, probabilmente al buio, come faceva a sapere se c'era o non c'era pericolo che gli altri sparassero? Mi sembra che la normativa di fatto sancisca che uno può sparare solo dopo che l'hanno fatto secco....

      Rispondi

  • marco850

    26 Ottobre @ 20.11

    una volta commesso il fatto il vigilante avrebbe dovuto far finta di niente e andare via. In Italia purtroppo va così, chi si comporta onestamente ci rimette sempre.

    Rispondi

  • la camola

    26 Ottobre @ 18.41

    Penso che queste siano sentenze che autorizzano chiunque a diventare un ladro.

    Rispondi

  • Biffo

    26 Ottobre @ 18.18

    Molto lodevole l'operato del pm, da medaglia d'oro al valor legale. U o così farà senz'altro carriera. Gli auguro di cuore di trovarsi, una notte, faccia a faccia con quattro ladri rumeni, vediamo se gli leggerà qualche articolo del Codice Penale, in merito.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Festa a Pontetaro: tutti sulla via Emilia

PGN

Festa a Pontetaro: tutti sulla via Emilia Foto

I commercianti: «Miren venga incontro alla città»

CONCORSO

Accordo su Miss Italia: finale a Milano in diretta su La7

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

LONDRA

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Vita "green": domani con la Gazzetta lo speciale "Ambiente"

INSERTO

Vita "green": con la Gazzetta lo speciale "Ambiente"

Lealtrenotizie

Chiuso il processo per il caso sms: le maxi-richieste della Procura, l'"estate di lacrime" di Calaiò

parma calcio

Chiuso il processo per il caso sms: le maxi-richieste della Procura, l'"estate di lacrime" di Calaiò Foto

19commenti

il caso

E' morto il 66enne che ha tentato di uccidere la moglie a Martorano

ANTEPRIMA GAZZETTA

Sale e grassi: prosciutto e Parmigiano Reggiano nel mirino di Onu e Oms

PARMA

Scontro auto-scooter a Fontanini: un ferito grave

VIOLENZA

Chiusa in casa per anni, picchiata e allontanata dai figli: fugge e fa bloccare il compagno

1commento

12 tg parma

Pusher arrestato in viale Vittoria: i residenti applaudono i carabinieri Video

5commenti

Paura

Adolescente scompare nel nulla. Ore di angoscia per i genitori

lavori

Nuovo ponte della Navetta: venerdì la posa della prima pietra

3commenti

PARMA

Quella 600 d'epoca che colleziona multe davanti al ristorante Foto

Parla il proprietario Andrea Bindani, appassionato di oggetti del passato

1commento

politica

Pd, Bonaccini alla segreteria nazionale e Pizzarotti candidato alla Regione? Video

8commenti

12 tg parma

Lunedì prossimo tavolo istituzionale in Comune sull'inceneritore Video

Salsomaggiore

In vacanza a Peschici, salva un anziano in mare

medesano

Roccalanzona, caduta dalla bicicletta: feriti due 30enni

PARMA

L'Università: "Ottimo avvio per le immatricolazioni"

La procedura di iscrizione on line resta aperta

Casalmaggiore

Trova 1.100 euro in strada e li porta ai carabinieri

Santa Maria del Taro

Addio a Elisa Bottini, scomparsa a soli 37 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le donne e quei maschi da educare

di Georgia Azzali

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

Bologna

Confiscati beni per 7 milioni a un evasore "socialmente pericoloso" 

CARABINIERI

Concussione, peculato e mobbing: arrestato il vicecomandante dei vigili dell'Unione Val d'Enza

SPORT

CALCIO

Giornata di nervi tesi anche in ritiro. Amichevole con Naturno e Lana: il Parma vince 6-1 Video

calcio

Processo Figc: il procuratore chiede 15 punti di penalizzazione per il Chievo

SOCIETA'

VINO

Alessandro Borghese condurrà i Lambrusco Awards 2018: gara fra 248 vini "pop"

CALCIO

Reggiana verso il fallimento: il titolo sportivo è nelle mani del sindaco

MOTORI

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani