20°

31°

libia

Ex ostaggi: "Presi a calci e lasciati senza cibo"

Libia: ex ostaggi,tenuti da gruppo non legato a Isis
Ricevi gratis le news
5

Non era l'Isis - Sono stati tenuti prigionieri da un gruppo islamista non direttamente riconducibile all’Isis, quasi certamente una banda di criminali comuni. E’ quanto emerge dall’audizione di Gino Pollicardo e Filippo Calcagno, i due tecnici italiani tenuti ostaggio in Libia. Secondo quanto ricostruito dai due con gli inquirenti, nel corso dell’audizione di oggi, i quattro italiani sono stati tenuti prigionieri sempre nella zona di Sabrata e sempre dalle stesse persone. Due i carcerieri che si alternavano. Del gruppo faceva parte anche una donna.

Picchiati e senza cibo - Hanno subito violenze psicologiche e fisiche Gino Pollicardo e Filippo Calcagno, i due tecnici italiani tenuti ostaggio in Libia per quasi otto mesi. Lo hanno raccontato oggi agli inquirenti. Gli ostaggi italiani in questi 8 mesi di prigionia, secondo quanto si apprende, sarebbero stati picchiati con calci e pugni e in alcuni casi colpiti con il manico del fucile. Le violenze sarebbero state anche di natura psicologica alla luce del fatto che i carcerieri a volte non somministravano loro cibo per alcuni giorni.

Liberati da soli - Gino Pollicardo e Filippo Calcagno sono riusciti a liberarsi da soli venerdì scorso dopo 5 mesi di prigionia in Libia. Lo hanno detto oggi agli inquirenti durante l'audizione. I due hanno detto che mercoledì i carcerieri hanno prelevato Salvatore Failla e Fausto Piano forse per effettuare un trasferimento in una nuova prigione. Da allora Pollicardo e Calcagno non hanno più incontrato i loro carcerieri e non hanno ricevuto nè acqua nè cibo e hanno deciso di sfondare la porta del luogo dove erano segregati e sono riusciti a fuggire.

Il presidente della Bonatti - «Ovviamente noi eravamo in Libia per un ruolo ben preciso che avevamo e abbiamo tuttora all’interno degli impianti della Mellitha Oil and Gas. Sono 8 mesi che collaboriamo a stretto contatto con l’unità crisi della Farnesina. Abbiamo adempiuto tutti gli obblighi di legge» che deve rispettare chi opera in settori strategici e in aree critiche. Lo dichiara all’ANSA Paolo Ghirelli, presidente della Bonatti, società per cui operavano i due tecnici uccisi e i due rientrati in Italia in merito alle ragioni per cui si trovavano in Libia.

Leggi tutte le Top News: 24 ore PARMA - ITALIA/MONDO - SPORT

24 ORE PARMA - Top news città e provincia

24 ORE ITALIA-MONDO - Tutte le flash news 

24 ORE SPORT - Top news

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    07 Marzo @ 11.29

    Queste, secondo me, sono le dichiarazioni che politici e forze dell'ordine- che li tengono d'occhio strettamente- hanno imboccato ai due superstiti , chissà invece come sono andate veramente le cozze.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    07 Marzo @ 11.09

    RENZI HA PAURA DELLE CONSEGUENZE SULLA POLITICA INTERNA DI UN NOSTRO INTERVENTO MILITARE IN LIBIA . Se che la maggior parte dell' Opinione Pubblica italiana è contraria a guerre , teme le reazioni della gente all' eventuale notizia di nostri soldati morti e feriti ( ci sono in ballo importanti elezioni amministrative ed un referendum istituzionale ) , è preoccupato per il rischio di rappresaglie sul nostro Territorio, e può pure darsi che cerchi di alzare la posta in gioco , cioè di chiedere , in cambio del nostro intervento militare , sostanziose contropartite. Attenzione , però , perché , se ci defiliamo lasciando spazio ad altri ( ci sono già alcuni Reparti francesi in territorio libico ) , i nostri rapporti commerciali privilegiati con la Libia potrebbero passar in altre mani .

    Rispondi

  • hal

    07 Marzo @ 00.01

    Renzi e' un fallito

    Rispondi

    • Vercingetorige

      07 Marzo @ 10.53

      CARO "HAL" , le auguro di riuscire ad essere un "fallito" come lui .

      Rispondi

  • Vercingetorige

    06 Marzo @ 19.24

    RENZI VUOLE ANDARE A CERCARSI IL FREDDO PER IL LETTO ? A "domenica live" , su "canale 5" ha detto : " In Libia a fare la guerra con cinquemila uomini con me Presidente del Consiglio , l' Italia non ci va" . Ma è una richiesta che viene da una bazzecola come il Pentagono ! Ha dimenticato che , quando l' America ha detto "basta !" , Berlusconi è dovuto salire di corsa al Quirinale a dare le dimissioni , pur senza essere stato sfiduciato dal Parlamento ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino

Sport

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino Foto

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

LONDRA

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La favola di Natale dei Pogues

IL DISCO

La favola di Natale dei Pogues

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Nuovo violento temporale: due alberi caduti, "acqua alta" nei sottopassi

PARMA

Nuovo violento temporale: due alberi caduti, "acqua alta" nei sottopassi  Video

Nel video, il momento più forte del temporale a Coloreto

2commenti

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

Gazzetta domani

Parma a processo, lo stillicidio delle indiscrezioni sulle richieste dell'accusa

PARMA CALCIO

Caso sms, promozione a rischio: Calaiò lascia il ritiro per partecipare al processo

Secondo indiscrezioni, sarà chiesta una dura sanzione per il Parma. Anche per il Chievo è a rischio la serie A

24commenti

APPENNINO

Grandine e vento, l'assessore regionale: "Entro pochi giorni la prima stima dei danni" Video

L'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo ha visitato Bardi, Calestano e Neviano

COLLECCHIO

Violento scontro in tangenziale: furgone sventrato da un autoarticolato Foto

Paura e contusioni per il conducente del furgone

FELINO

Le piadine di Igor fanno furore in Australia

AUTOSTRADA

Scontro fra 5 auto tra Fidenza e Parma: un ferito. Veicolo in avaria: 6 km di coda

Inchiesta

Violenza sulle donne, il centro che recupera gli «orchi»

1commento

RIMPATRIATA

Quei «ragazzi» della mitica 3ªG sessant'anni dopo

Federconsumatori

Polizze vita, il raggiro porta in Irlanda

Lutto

Bersellini, il macellaio innamorato della Cittadella

Viabilità

Tangenziale di Parma: asfaltatura al via fra le uscite 4 e 3 verso Reggio

1commento

GAZZAREPORTER

Allagamenti e vento forte: un albero cade su un'auto a Salso Foto

SERVIZI

Dal 16 luglio carta di identità elettronica rilasciata solo su appuntamento Come fare

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le donne e quei maschi da educare

di Georgia Azzali

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

PISA

Choc anafilattico: muore dopo la cena

VIALE ZARA

Si dà fuoco a Milano: 27enne in gravi condizioni

SPORT

CALCIO

E' finita per la Reggiana: salta la vendita, niente iscrizione al campionato

4commenti

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

1commento

GAZZAFUN

Le scuole sono chiuse ma gli esami non finiscono mai: oggi quiz di geografia

MOTORI

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery