17°

29°

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

Dopo la trasmissione "Chi l'ha visto?" arriva una lettera anonima: "Non cercarmi più"

Cerca la madre naturale. Lei non vuole: "Sei il simbolo della violenza subita"

Un'immagine di Luisa Velluti tratta dalla trasmissione "Chi l'ha visto"

Ricevi gratis le news
2

Rischia di non poter esaudire il suo desiderio Luisa Velluti, la parrucchiera di Falcade che sta cercando di sapere chi è la sua madre biologica per poterla incontrare. Dopo essersi rivolta al "Gazzettino" e alla trasmissione "Chi l’ha visto"? per svelare il segreto di chi è la donna che l’abbandonò all'ospedale di Montebelluna il 6 marzo di 29 anni fa, la giovane ha ricevuto una lettera anonima che, se vera, rischia di vanificare ogni sforzo per conoscere il suo passato.

Nella missiva la madre rende esplicito il suo rifiuto a incontrare la figlia e fa capire che la giovane è stata il frutto di un atto di violenza. «Luisa, non ho scelto io di chiamarti così. Non ho nemmeno scelto di averti, per me sei solo la più dolorosa ferita che ho avuto a 18 anni, altro che madre naturale - viene detto -. Ero una ragazza, più giovane di quello che se tu ora. Tutto sognavo e tutto potevo sperare, ma non certo la violenza che ho subito e di cui tu sei il simbolo».

La madre, dunque, intende continuare a rimanere nell'ombra. Un primo segnale in questo senso Luisa lo aveva già avuto quando la donna non aveva dato seguito quattro anni fa alla sollecitazione del Tribunale dei minori, a cui la parrucchiere si era rivolta per poterla rintracciare. Le parole della lettera anonima giunta nel negozio di Luisa e fatte leggere anche ai genitori adottivi Lory e Secondo mettono definitivamente fine ad ogni speranza. «Ricordo i suoi maledetti occhi azzurri - dice perentoria la presunta madre, alludendo all'uomo con il quale avrebbe concepito la ragazza - ma rispetta la mia privacy. Non sbandierare una storia melensa che non c'è. Rispetta il mio dolore e la mia solitudine. Se avessi avuto anche una sola buona ragione per volerti vedere avrei risposto agli appelli del Tribunale».

Frasi durissime che hanno ferito profondamente Luisa. «Avrei preferito - si limita a ripetere - che certe cose me le avesse dette guardandomi negli occhi». E aggiunge: «questo è quello che fa ancora più male - conclude - pensare che una persona che ti ha messo al mondo arrivi a scrivere queste cose è terribile. Io che colpa ne ho?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • danila

    19 Novembre @ 13.28

    si non cercarlapiù: quella non è tua madre!tu non c'entri nulla con quello che è capitato a lei ama ancora di più la tua madre adottiva che ti ha voluto con tutto il cuore e amato ancora di più credimi

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    19 Novembre @ 00.53

    la rivolta di atlante

    LA VERITÀ È UNA QUESTIONE DI PUNTI DI VISTA, TROVO CHE SIA UN PROBLEMA DI ACCETTAZIONE DELLA SITUAZIONE DA ENTRAMBE LE PARTI E CHE IL FATTO DI NON FARE LA CONOSCENZA SIA UNA STRADA GIUSTA E PARALLELA A QUELLA DI UN CONFRONTO. MA IL DIRITTO ALL' OBLIO E ALLA RISERVATEZZA SIA DI MOLTO PIÙ IMPORTANTE DELLA CONOSCENZA.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein lascia la stazione di Polizia, dove si è consegnato, in manette

Harvey Weinstein

molestie e violenza

Weinstein lascia la stazione di Polizia in manette Video

Doppietta Ronaldinho, sposa entrambe le fidanzate

nozze

Ronaldinho, che doppietta: sposa entrambe le fidanzate Video

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco

PGN

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto

carabinieri

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto Video

1commento

serie A

Mercato crociato: il procuratore Raiola a Parma. Balotelli al Parma? Video

allarme

Auto in fiamme in viale Vittoria: vigili del fuoco al lavoro Gallery

anteprima gazzetta

Nel carcere, cento detenuti in più alla capienza ottimale

12Tg Parma

Gli audio dei rapinatori: "Faranno un film su di noi"

Borgotaro-Imperia

La refurtiva è a fianco dell'altare: sacerdote denunciato per furto di oggetti sacri (tra cui Gorro)

COLORNO

Quel bimbo imboccato a forza fino a fargli rigurgitare tutto

COLORNO

Violenze alla materna, il giudice: «In classe un clima di terrore» Video

tribunale

Scontri Cremonese-Parma: daspo per 10 tifosi crociati

incidente

L'auto finisce fuori strada e si ribalta: un ferito a Citerna

Evento

Langhirano-Parma: sabato camminata per chiedere più sicurezza sulla Massese

12Tg Parma

Varco Ztl di piazzale D'Acquisto, nel primo mese 1.800 passaggi accertati Video

Busseto

Straziante addio alla piccola Carla

Pronto soccorso

La vita in «trincea» di medici e infermieri

Ex Eridania

Allarme: tartarughe in agonia nelle vasche del parco

2commenti

gazzareporter

"Il Parco Falcone e Borsellino maltrattato"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il nodo Savona e lo scontro istituzionale con Mattarella

di Stefano Pileri

EDITORIALE

Le gesta del trio Salvini, Di Maio, Berlusconi

di Vittorio Testa

4commenti

ITALIA/MONDO

ROMA

Mostro del Circeo, Izzo rivelazione choc: uccidemmo anche un ragazza veneta

roma

Scritta "Br" sul monumento a Moro e ai caduti di via Fani

SPORT

ciclismo

Impresa di Froome, nuova maglia rosa e le mani sul Giro d'Italia

SERIE A

Parma: il futuro in tre mosse

SOCIETA'

como

Folle inversione ad U di un tir al casello Video

cultura

Il documentario sulle pastore alla volata finale del crowdfunding

MOTORI

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv