colorno

Maestre arrestate per maltrattamenti: denuncia partita da una mamma Il video-choc

Le due hanno 47 e 59 anni, e da anni insegnavano nella scuola materna Belloli

Bimbo maltrattato: maestra d'asilo rinviata a giudizio
Ricevi gratis le news
11

Sono accusate di aver maltrattato e terrorizzato bambini tra i tre e i cinque anni, nella scuola materna dell'istituto comprensivo Belloni di Colorno. Per questo due maestre sono state arrestate dai carabinieri. Le vittime sarebbero state costrette a subire ripetute violenze fisiche e psicologiche e punizioni restrittive. "Mangia col piatto in mano come un animale", è stata la frase che una delle due arrestate avrebbe pronunciato a un bambino che aveva disobbedito all'ordine di rimanere immobile. 

Il video-choc con le urla, le minacce e i bimbi spintonati e piangenti.

Tutto è nato dalla denuncia di una mamma, la cui figlia improvvisamente non voleva più andare a scuola e che si è insospettita dai suoi racconti. Il 23 marzo la donna si è rivolta ai carabinieri e già nei primi giorni di aprile le telecamere nascoste erano state montate all'interno dell'asilo. E' bastato visionare i filmati di poco più di un mese per arrivare agli arresti di A.P.S., 47 anni, e della collega G.G., 59 anni, da anni al lavoro nella scuola materna del paese. Per loro sono stati disposti gli arresti domiciliari.  

L’indagine, delicata e toccante per la vulnerabilità delle vittime, ha permesso di accertare, ad esempio, che i bambini venivano obbligati a stare immobili e zitti, a mangiare per forza il cibo nonostante le crisi di pianto, venivano strattonati per le braccia e ricevevano rimproveri molto - troppo - severi. Di fatto, secondo i militari, le due insegnanti avevano creato un clima di terrore nei confronti dei bambini, sottoponendoli a sistematiche violenze fisiche - percosse, schiaffi, spintoni - e  verbali pronunciando, con veemenza e tono di voce alterato, frasi del tipo “befana, scemo” oppure minacce quali “vi do delle patacche, vi metto in punizione, vi faccio correre”. A volte, per intimidire i minori, scagliavano per terra oggetti che avevano casualmente in mano.

Oltre a questo, come punizione decidevano l’isolamento dei bambini che non tenevano un comportamento secondo loro adeguato, obbligando i piccoli a rimanere da soli in un'altra aula, seduti su una sedia, fermi ed immobili per diversi minuti e, in alcune circostanze, anche per delle ore. Inoltre, in un caso, un bambino è stato costretto a mangiare con il piatto in mano “come un animale” per punizione.

Le reazioni

Il sindacato Gilda: "Importante guardare le immagini"

Sulla vicenda interviene il sindacato Gilda degli Insegnanti, che chiede «pubblicamente che le autorità inquirenti mostrino i video delle indagini». Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda di Parma e Piacenza sostiene che «solo guardando le immagini potremo renderci conto almeno parzialmente di cosa è realmente successo a Colorno. E' anche opportuno che il legislatore indichi espressamente quando una ramanzina o una punizione comminata ad un alunno discolo è legale e quando si sconfina nell’illecito penale».
«Ricordiamo che - conclude il rappresentante Gilda - anche la giurisprudenza in passato ha precisato che il docente è dotato di poteri autoritativi. Oltre che nella magistratura requirente confidiamo nella magistratura giudicante».

Il Codacons: "Telecamere nelle scuole"

"L’ennesimo caso di maltrattamenti a danno dei bambini di un istituto scolastico conferma in tutta la sua drammaticità l’esigenza di introdurre telecamere nelle scuole". Lo afferma il Codacons. «Oramai non esiste più alcun dubbio sulla necessità di installare sistemi di videosorveglianza negli asili e nelle scuole, per prevenire violenze sia a danno degli alunni che degli insegnanti , violenze che crescono di giorno in giorno - afferma il presidente Carlo Rienzi - La quasi totalità dei docenti è a favore dell’introduzione delle telecamere nelle aule, unica misura in grado di individuare e punire comportamenti scorretti nelle scuola».
«I soli contrari sono i sindacati di categoria, che con il loro ostruzionismo ideologico rischiano di agevolare episodi come quello emerso oggi nel parmense», aggiunge Rienzi, precisando che per tale motivo il Codacons chiede a Lega e M5S di inserire tra i primi provvedimenti del nuovo Governo l'introduzione di sistemi di videosorveglianza nelle scuole, allo scopo esclusivo di prevenire maltrattamenti e violenze a danno degli alunni e atti di bullismo verso gli insegnanti.

Calabria (Forza Italia): "Grave responsabilità del legislatore"

"L'arresto di due maestre di una scuola per l’infanzia di Colorno con l’accusa di maltrattamenti nei confronti di bambini si aggiunge alla lunga lista di casi analoghi che si sono susseguiti dall’inizio dell’anno. In questo il legislatore ha una grave responsabilità: aver bloccato nella scorsa legislatura la nostra legge sulla videosorveglianza». Lo dichiara la deputata e leader di Forza Italia Giovani Annagrazia Calabria, prima firmataria di una proposta di legge in materia depositata alla Camera.
«Il contratto di governo tra Lega e 5 Stelle prevede videocamere nelle scuole per contrastare il bullismo, ma è altrettanto importante tutelare i più deboli e chi non può difendersi da solo. Per questo auspico che la mia proposta riceva un consenso trasversale: l’installazione di sistemi di videosorveglianza negli asili e nelle strutture socio-assistenziali per anziani e disabili è un fattore determinante di prevenzione oltre che di rapida repressione dei crimini. Senza dimenticare un aspetto fondamentale del testo che riguarda la formazione del personale e i requisiti di idoneità a svolgere determinati ruoli», conclude.

Laura Cavandoli (Lega Nord): "Videocontrollo nelle scuole"

"La notizia dei maltrattamenti nella scuola di Colorno che hanno portato all’arresto di due maestre sta giustamente suscitando preoccupazione. La Lega ha sempre sostenuto la necessità di introdurre videocamere per il controllo all'interno delle scuole di ogni ordine e grado. "La nostra proposta di mettere videocamere nelle scuole risponde a più di un problema - afferma la deputata della Lega Laura Cavandoli - : prevenire e reprimere episodi di bullismo e controllare il comportamento degli insegnanti. E' evidente che chi è a contatto con bimbi e ragazzi deve tenere un comportamento ineccepibile e non equivocabile per non creare paure, traumi e comportamenti che restano nella crescita del piccolo." “Purtroppo episodi come quello di Colorno sono sempre più frequenti - conclude la Cavandoli -  da mamma ancora prima che da parlamentare auspico che il sistema di videocontrollo scolastico possa diffondersi al più presto.”

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio

    23 Maggio @ 20.11

    Mandatele in Agricoltura!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • xxl

    23 Maggio @ 20.10

    Peccato che i bimbi non abbiano un sindacato.

    Rispondi

  • Roberto

    23 Maggio @ 18.34

    ma Pizzo ma non era giornalista in gazzetta tv parma qualche anno fa?

    Rispondi

    • 23 Maggio @ 18.37

      (dalla redazione) Era un collaboratore di Tv Parma prima di fare il maestro a tempo pieno.

      Rispondi

  • gianni

    23 Maggio @ 18.16

    Ma il Dirigente Scolastico non ne sapeva nulla? Credo che una delle due insegnanti fosse già stata sospesa all'insegnamento.....

    Rispondi

  • Michela

    23 Maggio @ 16.36

    Scusate, ma mi viene da rabbrividire solo al pensiero che un Signore, il sopra citato Salvatore Pizzo, possa solo giustificare e precisare che il docente sia dotato di poteri autoritativi. Delle cosidette maestre non commento, le immagini parlano per loro. Mi chiedo solo come possano stare quei poveri bimbi e i loro i genitori, e il trauma che hanno subito.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Pronti per l’ultima stagione del Trono di spade? Ecco come prepararsi all’evento tra mappe interattive e le location della serie di culto_got

HI-TECH

Trono di spade: come prepararsi all’evento fra mappe interattive e le location della serie

Alseno: festa al Colle San Giuseppe. Ecco chi c'era: foto

feste pgn

Alseno: festa al Colle San Giuseppe Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Locanda del culatello

CHICHIBIO

«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa

Lealtrenotizie

Aeroporto di Parma: infrastruttura decisiva per il territorio

PARMA

Aeroporto Verdi, siglato l'accordo con Bologna per il rilancio e nuovi voli  Video

1commento

JUNIORES

Insulti razzisti e rissa sugli spalti: 75 euro di multa per Marzolara e Fontanellato e fino a 6 turni di squalifica

FATTO DEL GIORNO

La "partita della vergogna", Brambilla: "Abbiamo un attaccamento esagerato per i figli: gli siamo troppo addosso"

1commento

Triste record

41enne parmigiana arrestata tre volte in dieci giorni

pablo

Polizia allertata dai consiglieri di quartiere: e i pusher scappano abbandonando le dosi

1commento

TEP

Dal fine settimana 9 nuovi bus sulle strade di Parma. Novità sul fronte filobus

3commenti

IL CASO

Pur di mettere nei guai l'amante della moglie, si autodenuncia e viene condannato

Ricerca

Imballaggi a base di cristalli e oli: il progetto anti-sprechi dell'Università di Parma

incendio

Fienile con 800 balloni divorato dalle fiamme a Medesano: dopo oltre 20 ore, l'intervento continua Video

CULTURA

Parma ha ricordato Arturo Toscanini a 62 anni dalla morte Foto

FIDENZA

Tagliano le etichette per rubare i vestiti: 4 ragazzi nei guai

Gazzareporter

"Pioggia in arrivo?"

nas

Un lavoratore in nero: multato un bar, sequestrati 11 chili di alimentari  Foto

carabinieri

Mezzi da lavoro spariti a Parma e Collecchio: ritrovati in zona Ceno Foto

elementari

La consigliera del ministro: «La scuola di Noceto un modello per tutta Italia»

LA SCELTA

Sarà il parmigiano Danilo Coppe a demolire il ponte Morandi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

May, sconfitta devastante. Ma non c'è alternativa

di Paolo Ferrandi

ITINERARI VINTAGE

Il viaggio e l'avventura: l'età dell'autostop

di Italo Abelli

ITALIA/MONDO

MISTERO

Sequestrato un 45enne nel Bresciano: ricerche in corso

INCIDENTE

Scontro fra un autobus e due camion: feriti 14 studenti a Modena

SPORT

CALCIO

1-0 al Milan, la Juventus vince la Supercoppa italiana

FORMULA 1

Ferrari, l'uomo giusto è il parmigiano Almondo?

SOCIETA'

catania

L'aspetta all'aeroporto col palloncino "Mi vuoi sposare". Lei lo lascia

TRIBUTO

Il bollo auto senza segreti: quando, come, dove si paga

MOTORI

IL VIAGGIO

Citroën: la C5 Aircross scalda i motori andando... al Polo Nord

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross