ROMA

Di Maio: serve legge per editori puri e giornalisti liberi

Giornali screditano M5S per interessi in concessioni di Stato

(ANSA) - ROMA, 10 SET - "L'operazione di discredito verso questo governo continua senza sosta. Gli editori dei giornali hanno le mani in pasta ovunque nelle concessioni di Stato: autostrade, telecomunicazioni, energia, acqua. E l'ordine che è arrivato dai prenditori editori è di attaccare con ogni tipo di falsità e illazioni il M5s". Lo scrive su Facebook Luigi Di Maio. "Questo non è più giornalismo libero - aggiunge - bisogna fare una legge per garantire che gli editori siano puri e i giornalisti liberi di fare inchieste su tutte le magagne dei prenditori".

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.