19°

30°

Italia-Mondo

Clima, il commissario europeo Dimas: "Intesa entro dicembre"

Ricevi gratis le news
0

«I tempi dell’accordo non si discutono». «No, se non ci saranno modifiche importanti entro dicembre non firmiano niente». Il «faccia a faccia» che doveva portare ad un chiarimento si è trasformato in un virile braccio di ferro.
Fra Roma e Bruxelles continua a tirare una brutta aria sul clima e il consiglio dei ministri dell’Ambiente che si è svolto oggi a Lussemburgo non ha fatto altro che allargare le divergenze tra le grandi potenze economiche come Francia, Gernmania e Gran Bretagna e l’Italia in merito al pacchetto legislativo sull'energia e le misure antinquinamento.
Il commissario europeo all’Ambiente, Stavros Dimas, ha tentato un chiarimento con il ministro Stefania Prestigiacomo anche sulla «guerra delle cifre» annunciando prima del vertice di non volere uno scontro ma di ascoltare le obiezioni e le richieste di modifica che il governo propone al pacchetto Ue.
Massima disponibilità al dialogo dunque ma ad una sola condizione, che non si ridiscuta il pacchetto. «Tutti i leader hanno ribadito la loro determinazione ad arrivare ad un accordo, non vedo come sia sorta la questione di un suo eventuale rinvio» ha voluto subito chiarire Dimas aggiungendo che «il tempo rimasto è sufficiente».

L'idea però che l’Europa inviti l’Italia a produrre un quinto della sua energia con vento, sole e altre fonti rinnovabili non piace troppo al governo, soprattutto in un momento di crisi economica ed industriale così marcata. E ha giocato su un filo sottile della diplomazia che rischia di spezzarsi. Per questo la Prestigiacomo ha evitato di presentare - come annunciato alla vigilia - una specifica richiesta di applicazione di una clausola di «revisione» su costi e benefici del controverso pacchetto ma di analizzare le richieste di modifiche: «Vediamo se troveranno spazio, le perplessità sono comunque molte, speriamo in un accordo ma le distanze sono notevoli». Per il governo la nuova Maastricht per l’ambiente «si può accettare solo se c'é accordo su tutto e una volta passato il principio dell’unanimità sarebbe suicida non accettare almeno in parte le richieste di modifica» che sono state avanzate da molti paesi. «Non siamo isolati, almeno dieci nazioni hanno l’esigenza come noi di modificare il pacchetto».

La Ue comunque pur aprendo un tavolo tecnico non intende allungare ancora i tempi vincendo di fatto il primo round di questo negoziato che vede schierato (ma non del tutto compatto) il blocco dell’Est che rende molto difficile un’alleanza con l’Italia. Se infatti venisse portato al 1990 l’anno di riferimento e non al 2005, si scoperchierebbero le carte ed emergerebbe che lo sforzo richiesto all’Italia è minore di quello chiesto a paesi come Germania e Francia che hanno rispettato il protocollo di Kyoto diminuendo le emissioni rispetto a 18 anni fa. L’Italia le ha invece aumentate notevolmente allontanandosi dal suo obiettivo.
La richiesta di rivedere la ripartizione degli oneri tra gli stati membri) e l’alleanza «strategica» con i paesi dell’est risultano poco praticabili. La stessa Germania ha in qualche modo chiesto una applicazione meno rigida del protocollo di Kyoto per non penalizzare troppo le grandi industrie dell’acciaio e dell’industria pesante ma non ha comunque chiesto di ribaltare le strategie.

La posizione rigida assunta dal governo viene criticata dall’opposizione («Non possiamo metterci con i paesi più arretrati» ha detto Francesco Rutelli) e anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha tenuto a sottolineare l’importanza di avere «consapevolezza dei valori ambientali e naturali» e l’impegno del governo a tutelarli anche in tempi di crisi economica».
 Per la Prestigiacomo sarà comunque cruciale verificare se altri paesi come gli Usa e potenze industriali emergenti accetteranno di assumere impegni forti per la lotta ai cambiamenti climatici. Altrimenti, secondo il ministro, il grande sforzo richiesto all’Europa «potrebbe rivelarsi insostenibile ed inaccettabile».

(Aga)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"