-0°

gazzettascuola

La lezione di Lucia: da un amore malato a una "seconda vita"

L'incontro di Carmela Gaggiano studentessa della quinta C Afm all'Istituto "Melloni"

La lezione di Lucia: da un amore malato a una "seconda vita"

Lucia Annibali al Melloni

Ricevi gratis le news
0

Chiara Galiazzo canta: «Le mani ci hanno fatto male, senza volersi mai staccare. E saliremo insieme sopra il cielo, a piedi nudi mano nella mano andiamo dritti fino al paradiso. E un po’ più su». E' sulle note di questa canzone che è iniziato l’incontro d’autore, nell’Aula Magna dell’Istituto tecnico economico Macedonio Melloni e che ha visto come protagonisti questa volta Lucia Annibali, giovane avvocato al centro del noto fatto di cronaca, e il dr. Edoardo Caleffi Primario di Chirurgia Plastica e Centro Ustioni dell’Ospedale Maggiore, con la presentazione del libro «La mia storia di non amore». Lo dice ad alta voce: «Mi sento fortunata. Sono viva, sono qui, a volte guardandomi allo specchio mi sento pure bella». Lucia Annibali, 38 anni, urbinate, è la ragazza che il 16 aprile 2013 è stata aggredita al volto con l’acido. Un video iniziale ha fatto da apri pista all’importante testimonianza di violenza. Numerose sono state le immagini che hanno ripercorso la sua vita profondamente segnata da quel tragico incidente e che hanno reso chiare le diverse e travaglianti fasi degli interventi chirurgici subiti, una dozzina. «Il dolore è una grandissima ricchezza per me, è stato occasione di grande umanità. E’ una cosa che mi porto dentro». Insomma, un autentico percorso di morte-rinascita quello di Lucia, che ormai appare più forte e saggia che mai. Quella di Lucia, dunque, è da considerarsi una nuova vita.. E' più opportuno probabilmente considerarla come una rinascita interiore visto che il suo dolore per quanto è stato possibile è stato trasformato in una grandissima ricchezza, perché affrontato con l’immenso affetto dei propri parenti e amici. In seguito la parola è passata a Caleffi, con una una bellissima presentazione della vittima, confessando di seguirla con tanto affetto. Ed ora che il percorso di ricostruzione del volto le sta pian piano restituendo il sorriso e aprendole gli occhi, Lucia Annibali li spalanca dinanzi alla vita apprezzando ogni aspetto della sua esistenza. Il dolore iniziale è stato certamente enorme ma ancora oggi la sua quotidianità le pone qualche sfida da superare. Infatti, soltanto ora, giunta a questo piccolo grande traguardo si rende conto del vero dolore che ha dovuto sopportare, ma se consideriamo anche i notevoli miglioramenti raggiunti, non è del tutto sbagliato considerare la vita meravigliosa, proprio come è stata definita nel corso del suo discorso. Queste testimonianze hanno sin da subito messo in moto le curiosità dei presenti. Come restare indifferenti di fronte a tale violenza? Decise e ottimiste sono state le risposte date dall’Annibali e che ci risulta difficile, oggi, leggere sul suo volto un sentimento di tristezza. Basta appunto guardarla bene negli occhi e capire che tutto è dovuto alla sua notevole forza di volontà e di fiducia in sé stessa. Sì, perché forse tutto dipende anche dal rapporto che si ha con sé stessi, cioè da quello che uno ha dentro di sé, perché certi rapporti distruttivi, come lo è stato l’amore malato dell’avvocato, risultano poi essere come un istinto di sopravvivenza quando emerge poi la consapevolezza di essere stata violata nella mente e nel corpo e non ci sarà altro che un susseguirsi di sentimenti di paura, rabbia e tristezza per il male subito. Ma non bisogna abbattersi perché l’amore quello vero, che migliora e che rende liberi esiste! Ripercorrendo la sua storia con quell’uomo, dal corteggiamento al processo, «il tempo con lui è stato una bestia che digrignava i denti e io mi lasciavo sbranare». Poi, i momenti dell’emozione e quelli della sofferenza, e ancora i mesi bui, segnati anche dal rischio di rimanere cieca. Alla fine, una testimonianza vera e toccante di un grave fenomeno del nostro tempo: «Io ci sono» è un libro di fondamentale importanza per le donne, per gli uomini consapevoli, ma soprattutto per le Lucie ancora prigioniere di un amore malato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Flashdance,  il sogno anni '80 contagia tutti

Teatro Regio

Flashdance, il sogno anni '80 contagia tutti Le foto

Queen: "We will rock you", nuova data a Parma l'11 aprile

Foto d'archivio

Teatro Regio

"We will rock you": nuova data a Parma giovedì 11 aprile

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola deifamosi

Ghezzal quando giocava nel Parma (foto d'archivio)

Canale 5

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola dei famosi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Maggiolino il culto dell'utilitaria hippy

C'ERA UNA VOLTA

Maggiolino il culto dell'utilitaria hippy Video

Lealtrenotizie

Dopo l'Appennino e la Pedemontana, la neve sta arrivando a Parma. Nevischio in A1 e A15 - Manda le tue foto

PARMENSE

Dopo l'Appennino e la Pedemontana, la neve sta arrivando a Parma. Allerta in A1 e A15  Manda le tue foto

Cinque centimetri di neve in Appennino, nevischio tra Fidenza, Parma e Bologna in A1

PARMA

Scontro auto-scooter in viale Partigiani d'Italia  Foto

ANTEPRIMA GAZZETTA

Ingoia un tagliaunghie: salvato un bimbo di 22 mesi Video

12tgparma

Ladri-vandali devastano la sede della squadra di calcio del Felino Video

12 TG PARMA

Caso Pesci: il Comune di Parma chiederà di costituirsi parte civile Video

2commenti

LUTTO

Maria Gorreri stroncata da una malattia rarissima a 60 anni

12tgparma

Parma facciamo squadra: 227mila euro per i bambini più fragili Video

salute

Alzheimer, all'Università di Parma 200mila dollari per una ricerca sulla proteina "sospetta"

BALI LAWAL

Da top model a operatrice culturale: «Insegno ai giovani ad essere liberi» Foto

carabinieri

Sorpreso a spacciare in stazione e arrestato (dopo colluttazione)

MALTRATTAMENTI

Nasce la figlia e lui diventa violento: condannato

Romagnosi

«La mia civetta? Un simbolo dell'antica Grecia»

bardi

Fiamme in un'abitazione: due intossicati da fumo e casa parzialmente inagibile Foto Video

SPACCIO

Due anni e mezzo allo studente che teneva in casa quasi 2 chili di marijuana

fidenza

Violenza sessuale sulla figlia dell'ex compagna: operaio finisce in carcere

GOVERNO

Il Viminale sblocca fondi per edifici pubblici e strade: 2,6 milioni di euro a 42 Comuni del Parmense

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il ritorno di Berlusconi. La sua sfida più difficile

di Luca Tentoni

1commento

ECONOMIA

Dove investire nel 2019? I suggerimenti di Amundi

ITALIA/MONDO

malattie

Influenza, mezzo milione di casi in una settimana: siamo vicini al picco

Salute

Troppi fritti potrebbero aumentare il rischio di morte

SPORT

Baseball

Marc Andrè Habeck è un giocatore del Parma Clima

CALCIO

Salvini: Milan-Napoli, si giocherà senza limitazioni

1commento

SOCIETA'

Regione Lombardia

Fido potrà essere tumulato nella stessa tomba del padrone

SPECIALE SPOSI

Un’organizzazione ideale per la giornata più bella

MOTORI

MOTORI

Ecotassa: quanti paradossi. Ecco chi vince e chi perde

MOTO

Kawasaki W800, il ritorno al Motor Bike Expo