18°

ricordo

Il nostro dolore profondo e inconsolabile per Aurelio

Riflessione di una professoressa del Rondani

Il nostro dolore profondo e inconsolabile per Aurelio
Ricevi gratis le news
0

Stamattina sono arrivata a scuola e ho trovato sul tavolo della sala insegnanti la fotocopia della foto di classe della 4ª D, scattata non più di due mesi fa nel giardino del Rondani. A fianco un particolare ingrandito: Aurelio. Ho guardato quel volto, sorridente e birichino, che ho lasciato alla fine del biennio, nemmeno due anni fa. Mi scorrono davanti agli occhi le espressioni del suo viso, le sue parole e i suoi gesti fra quelli dei suoi compagni. Il linguaggio del corpo spesso scoordinato e talvolta un po’ goffo e eccessivo tradisce nell’adolescenza una particolare forma di fragilità. E’ la prima volta nella sua esistenza in cui un essere umano comincia a prendere coscienza delle conseguenze della propria crescita e del proprio cambiamento fisico e mentale. Ricordo i colloqui con i suoi genitori, attenti e presenti, pieni di aspettative per il suo futuro; ho davanti il faccino di sua sorella, otto anni circa, che lo sgridava quando prendeva un brutto voto, quel fratello maggiore che spesso si occupava di lei, andava a prenderla a scuola quando papà e mamma non potevano farlo e magari la faceva arrabbiare, ma le dava un senso di sicurezza e di protezione.
Allora Aurelio stava per compiere 16 anni ed ora lo rivedo lì, più grande, quasi un uomo sotto quella faccia da ragazzino.
Un gruppo di amici belli, sorridenti, felici. Una classe di quelle che lasci con grande dispiacere, affiatata, aperta, sensibile. I mie ragazzi… restano sempre “miei” anche dopo che li ho lasciati in eredità a un altro collega, sapendo, con una sottile punta di orgoglio - del tutto ingiustificato perché la forza, l’energia e la sensibilità sono in loro e non dipendono certo dal mio risibile contributo - che cammineranno sicuri e si faranno onore. I miei ragazzi che spero sappiano trarre da questo inaccettabile vuoto qualche insegnamento per la loro vita da adulti.
Ho apprezzato il modo in cui loro e tutta la nostra scuola hanno affrontato questa tragedia, con un dolore senza eccessi, attonito, pieno di dignità e perciò quasi silenzioso, ma non per questo meno profondo e inconsolabile.
E allora ho sentito il desiderio di scrivere queste poche righe, che difficilmente potranno consolare o dare pienamente voce all’inaccettabile perdita di un ragazzo pieno di vita, di sogni e di speranze; non potranno consolare né i genitori, né la sorellina, né i compagni e gli amici. Ma è l’inevitabile compito e destino di noi genitori e insegnanti, dover dare voce e parole a tutto, anche quando non sai cosa dire, anche quando vorresti solo gridare, anche quando sai che non sarai ascoltato e che ti considereranno vecchio, noioso, rompiscatole. Anche quando sai che le tue parole cadranno nel vuoto. Non dobbiamo mai stancarci di parlare coi nostri ragazzi, non è mai tempo sprecato se è dato col cuore, senza dare per scontato di dover essere ascoltati. Tra l’altro, a volte sanno leggere le cose più lucidamente di noi e ci aiutano a saper cambiare prospettiva.
Di fronte ad un evento irreparabile come la morte, noi dobbiamo trovare parole che servano a chi resta e deve trovare in qualche modo un posto e dare un senso a quei ricordi e a quelle lacrime. E forse, fra due, fra dieci, fra chissà quanti anni, quel che avremo detto nel nostro scomodo ruolo di adulti che a certi fatti della vita siamo impreparati come bambini, troverà la sua ragione d’essere e verrà ricordato da questi adolescenti che a volte ci sembrano ciechi, sordi e muti.
Spero innanzitutto che sappiano ricordare con gioia e riconoscenza nei confronti della vita, o di Dio se ci credono, ogni singolo istante trascorso con Aurelio, il loro amico e complice in tante avventure.
Che sappiano distinguere con maggiore lucidità, in futuro, i rischi che vale la pena di correre e quelli che invece non meritano di essere corsi. Al di là del senso di onnipotenza che ogni adolescente può provare e sentire, che anche noi, alla loro età, magari in modi diversi abbiamo corso e accettato.
Che siano consapevoli che quando si sceglie di correre certi rischi, mettersi in situazioni di pericolo o di trasgressione, bisogna essere anche pronti ad assumersi la responsabilità connessa a queste scelte ed agire in modo adeguato di fronte alle possibili evenienze. Che sappiano mettersi, dunque, nei panni di quei due compagni che erano con lui e che, al di là di come siano andate le cose nel dettaglio, dovranno fare i conti per tutta la vita con la paura che li ha ammutoliti e scioccati di fronte alla tragedia e solo se riusciranno a trarne un insegnamento per il loro futuro da adulti potranno superare il trauma della morte e del dolore cui hanno assistito. Che sentano come la solidarietà e il saper anteporre il bene di un altro al proprio interesse richiede molto più coraggio di qualunque bravata commessa per provare una scarica di adrenalina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La regina Elisabetta ha compiuto 93 anni. Torta con nuovo royal baby?

Gran Bretagna

La regina Elisabetta ha compiuto 93 anni. Torta con nuovo royal baby?

Harry e Meghan pensano di vivere in Africa dopo nascita bebè

gran bretagna

Harry e Meghan dopo la nascita del bebè pensano di andare a vivere in Africa

Il Regio festeggia 190 anni  aprendosi al pubblico e con il Requiem di Mozart

12 tg parma

Il Regio festeggia 190 anni aprendosi al pubblico e con il Requiem di Mozart - Il video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Grateful Dead, mezzo secolo di Aoxomoxoa

IL DISCO

Grateful Dead, mezzo secolo di Aoxomoxoa

di Michele Ceparano

1commento

Lealtrenotizie

Furti a Pasqua e pasquetta

sicurezza

Pasqua, ladri con il passamontagna in azione e in fuga a Borghetto e a Busseto - Video

terremoto

Stamattina alle 7,06 una scossa a Pontremoli dopo quella di sabato a Varsi

La magnitudo è stata di 2.6. Spavento ma nessun danno

anteprima gazzetta

Opere pubbliche, chi spende meglio le proprie risorse? Parma 17ª

incidente

Scontro tra due auto in centro a Felino: due feriti

traffico

Pasquetta, pomeriggio di code in A1 nel Parmense, A15 e A12 (tra Viareggio e Spezia)

evento

"Happy Days" e pienone in Ghiaia pienone in Ghiaia per Pasquetta - Guarda le foto - Video

fotogallery

Pasquetta in città: bar e ristoranti pieni, food truck in piazza Ghiaia

tradizione e fede

Perchè si festeggia il Lunedì dell'Angelo (Pasquetta)? E perchè si fa la gita fuori porta?

12 tg parma

Dopo Pasqua in arrivo la pioggia, miglioramento per il 25 aprile - Il video

meteo

In arrivo nuvole e vento: Pasquetta a rischio

12 tg parma

Parma, domani la ripresa. Nel mirino il Chievo - Il video

attentati

Sri Lanka, una dottoressa parmigiana: "Chiusi in albergo per il coprifuoco. Siamo spaventati"

1commento

quartiere pablo

Droga, denunciati due nigeriani

1commento

finanza

Le Fiamme Gialle piangono il tenente colonnello Petese

Morto a 42 anni, lascia la moglie e due figli di 5 e 2 anni

12 tg parma

Fontanellato sotto assedio (gastronomico): torna Castle Street Food

gattatico

Dal carcere perseguita la sua ex compagna

Continue minacce telefoniche: 40enne denunciato dai carabinieri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La battaglia di Greta contro la nostra folle idea di sviluppo

di Vittorio Testa

2commenti

IL CINEFILO

Dalla Cortellesi 007 al Campione: tutti i film di Pasqua - Il video

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

BARI

Rovista tra 'gratta e vinci' buttati e vince 100mila euro

lucca

Scossa di terremoto: un fortissimo boato alle 21 di ieri

SPORT

serie a

Empoli e Frosinone, oggi sarebbero in B (Con il Chievo). Ma la lotta è punto per punto fino alla fine. La corsa salvezza

7commenti

sport

Tennis, Fognini nella storia: vince il torneo di Montecarlo

SOCIETA'

hi-tech

Samsung, slitta il lancio del Galaxy pieghevole: "Servono altri test"

Disavventure

Ingroia ubriaco all'aeroporto di Parigi, niente volo per lui

3commenti

MOTORI

IL SALONE

New York, news e curiosità dagli stand

MOTORI

Arona, Ibiza e Leon a tutto gas: il senso di Seat per il metano