10°

27°

La Vasca

Il mARTEdì - Cristina Martinelli

Il mARTEdì - Cristina Martinelli
Ricevi gratis le news
1

Margherita Portelli

Rimangono ancora pochi giorni utili per “immergersi” nel giardini fioriti di piazzale Bertozzi. Perché anche se la primavera ritardataria ha appena fatto il suo debutto in città, all’Hub Cafè fino al 30 aprile e non oltre va in scena un’installazione del tutto particolare realizzata da una “ri-cretiva”: “Un fiore in più nel mio giardino” è realizzata, in collaborazione con l’Archivio giovani artisti del Comune di Parma, con elementi di plastica riciclata, frammenti di cartone e fili di lana. Le forme e i colori sono quelli delle rose, delle primule e dei non ti scordar di me. La firma è quella del collettivo Squibanzie, e in particolare di Cristina Martinelli, giovane architetto trentenne con la passione per il riciclo. Le abbiamo fatto qualche domanda

Come definiresti il riuso?

Riuso è tutto ciò che si può ri-creare e re-inventare utilizzando oggetti che hanno avuto già una vita. Trovare nelle cose di tutti i giorni un nuovo aspetto è un nuovo modo di interpretarle.

Come e quando ti sei avvicinata a questa forma di artigianato creativo?

Fin da piccola ho sempre amato creare oggetti quali collanine, braccialetti etc., ma credo che la passione per le stoffe derivi dal fatto che da bambina quando si andava a fare un giro da qualche parte con mia mamma, mia zia, mia nonna, mia sorella e mia cugina finivamo sempre rinchiuse dentro negozi di stoffe...Tradizione di famiglia che continua tuttora e che mi ha portato a creare qualcosa con queste stoffe e ritagli di stoffe (collane) e poi a sbizzarrirmi con l'aggiunta di nuovi materiali. Questa passione mi ha portato poi a creare con un gruppo di amiche le "Squibanzie"  che mi ha portato fino a qui. Abbiamo iniziato a trasformare questa passione in qualcosa di più sempre spinte dalla voglia di divertirci insieme.

Quali soddisfazioni dà creare cose nuove da quello che la gente normalmente getta via?

Tutte le volte che creo qualcosa con oggetti che normalmente vengono gettati è una soddisfazione, sì, perché mi sembra mi sembra davvero di dare nuova vita agli oggetti.

Dicci due parole sulla mostra che sta per concludersi all'Hub Cafè...

La mostra all'HUB Caffè voleva essere un "giardino del riuso" giardino creato con la realizzazione di fiori alternativi, diversi dal solito realizzati con borsine di plastica colorate e profumate.
  

Ricordi quale fu il primo oggetto/gioiello che creasti?

I primi oggetti creati sono stati braccialetti e collane realizzati con le perline
   
Progetti futuri?

Mi piacerebbe continuare a realizzare questi oggetti e spero che l'esperienza dell'hub caffè mi dia la possibilità di creare nuove installazioni.

 Per saperne di più sull’artigiana del riuso, ecco l’indirizzo del suo blog ricreando.wordpress.com.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • dd_77

    24 Aprile @ 15.34

    trovo le opere troppo pulite, troppo vergini, materiali troppo freschi e ordinati per trasmettere il messaggio dell'autore, sembrano opere accademiche che vogliano far parte dell'arredamento piuttosto che trasmettere il vero significato. attenderò fiducioso il tuo sbocciare

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, nel mirino sponsorizzazioni a squadra di basket parmigiana

16 indagati e sequestro per 25 milioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

genova

Toti: "Il ponte si può costruire in 12-15 mesi: non accetteremo ritardi"

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

1commento

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street