21°

La Vasca

Imagine: il mondo a 20 anni - Un gruppo di ragazzi e la mafia invisibile del nord

Ricevi gratis le news
0

 Francesca Gatti

La mafia è dovunque. Se volessimo datare quest’ asserzione probabilmente le daremmo un tratto moderno e recente; la penseremmo come una risposta a chi ancora obietta, sfacciatamente, che la mafia non esiste o, semplicemente, non esiste qui. Ma, a scapito delle nostre presupposizioni, erano invece gli anni Ottanta, e a pronunciarla era Giuseppe (detto Pippo) Fava, scrittore, drammaturgo, saggista, sceneggiatore e giornalista catanese, direttore de Il giornale del Sud e fondatore de I Siciliani.  La mafia aveva già allora iniettato il suo veleno anche all’interno del prosperoso Nord, favorita da un cono d’ombra lungo trent’anni, che le ha permesso di penetrare e di diffondersi capillarmente in ogni luogo. Uno di questi è Milano.  

Milano è diventata, nel 2011, la sede di Stampo antimafioso, una redazione giornalistica on line, nonché un’associazione formata da studenti universitari, il cui scopo è quello di raccontare le organizzazioni criminali presenti nell’Italia settentrionale e in Lombardia in particolare. Studenti di scienze politiche, di lettere e di giurisprudenza dell’Università statale di Milano, frequentanti il corso di Sociologia della criminalità organizzata presieduto da Nando dalla Chiesa, hanno messo in piedi il progetto con il fine di dare vita a quel genere di informazione che solo chi ha avuto coraggio ha potuto creare, e ispirandosi proprio a Fava, senza però la presunzione di esserne considerati degli eredi.

I riflettori sono puntati sulle “facce altre” della Lombardia e di Milano, sui loro aspetti che rischiano di essere relegati ai margini dalla stampa locale, e, quindi, di non ottenere l’attenzione e la comprensione che meritano, mi spiega Martina Mazzeo, una delle fondatrici di Stampo antimafioso, che chiarisce: “Il nostro obiettivo è quello di coprire le notizie che, su altri media, acquisterebbero una scarsa o nulla visibilità”.

Chiaro quindi il ruolo della stampa e in particolare di questa redazione, che non si deve abbandonare a omissioni, sfumature o semplicismi, ma anzi deve fornire notizie attinenti il tema, fungere da guida nella spiegazione delle stesse e produrre consapevolezza in chi legge, in modo da smascherare alcuni luoghi comuni sul fenomeno mafioso e squarciare così il velo che ha reso la mafia a lungo invisibile al Nord.

Il loro è un lavoro di archivio, di ricerca e di approfondimento confluente nella somma e nell’intreccio dei vari episodi, in modo da restituire la percezione della pervasività del fenomeno. Un ampio spazio è riservato agli eventi culturali, alle presentazioni di libri, ai dibattiti, alle conferenze e alle visite nelle scuole, che i ragazzi di Stampo antimafioso seguono o a cui partecipano direttamente. Esse costituiscono un punto di partenza necessario e fondamentale per la presa di coscienza da parte della popolazione, e soprattutto dei giovani. Dal momento che si può parlare di mafia in tanti modi quanti sono i linguaggi noti all’essere umano, la si spiega attraverso immagini, foto, cartoline, mappe, video, recensioni di libri, riflessioni, approfondimenti, interviste, cronache e (perché no), anche tesi di laurea.

Anche quest’anno, da novembre, riparte il Festival dei beni confiscati alle mafie e Stampo antimafioso è intenzionato a seguirlo e raccontarlo. Lo scorso anno era stato appositamente creato un sito contenente le interviste ai relatori, scrittori e registi da parte dei volontari della redazione. Il Festival si può considerare una festa, spiega Martina, non solo per la presenza di concerti e di personaggi, ma anche per la restituzione, almeno per un giorno, alla cittadinanza di alcuni beni e, al contempo, per la valorizzazione delle attività a cui gli stessi sono stessi ri - destinati”.

IMAGINE: IL MONDO A VENT'ANNI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La  'sexyprof' si candida alle Europee  in lista Popolari

elezioni

La 'sexyprof' si candida alle Europee in lista Popolari

1commento

Charlize Theron

Charlize Theron

usa

Charlize Theron confessa, mio figlio Jackson è una bambina

Corona: giudici, per lui carcere soluzione adeguata

gossip

Corona, i giudici: "Per lui il carcere è la soluzione adeguata"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Grateful Dead, mezzo secolo di Aoxomoxoa

IL DISCO

Grateful Dead, mezzo secolo di Aoxomoxoa

di Michele Ceparano

1commento

Lealtrenotizie

Pasqua in città: foto-cronaca di una giornata tra arte e relax

a passeggio

Pasqua in città: foto-cronaca di una giornata tra arte e relax

a Sanguigna

Paura per un ciclista caduto: trasportato al Maggiore dall'elisoccorso

il messaggio

Il Vescovo Solmi: "Le croci di tanti sono le nostre: che sia una Pasqua collettiva"

solidarietà

Parma fa squadra e vince: cena per 1500 a San Patrignano Foto

COMUNE

Come vengono spesi i soldi delle multe

2commenti

MEMORIA

23 aprile '44: la guerra arriva dal cielo

WEEKEND

Tra cacce al tesoro, castelli e... vintage: l'agenda di Pasqua e Pasquetta

Fidenza

Raffica di razzie: il ritorno dei ladri di polli

CATTEDRALE

Adrielle e gli altri: «Il nostro sogno di diventare cristiani si è avverato»

COLLECCHIO

«Il centro è sporco per la maleducazione dei padroni dei cani»

1commento

INIZIATIVA

Balli, market e food truck: com'è vintage la Ghiaia Le foto

serie A

Un bel Parma ferma il Milan

gazzareporter

Se il parco Ferrari diventa orinatoio per tifosi maleducati Foto

1commento

PREVIDENZA

Tagli alle pensioni. È scontro fra Pizzarotti e i 5 Stelle

TURISMO

«I cinesi amano cibo e cultura: Parma investe sulla promozione»

berceto

Cade da due metri mentre fa lavori in casa: ferito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La battaglia di Greta contro la nostra folle idea di sviluppo

di Vittorio Testa

IL CINEFILO

Dalla Cortellesi 007 al Campione: tutti i film di Pasqua - Il video

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

attentati

Otto esplosioni in Sri Lanka: 207 morti e almeno 450 feriti. La Farnesina verifica la presenza di italiani

il caso

Bimbo colpito dallo scorbuto a Rimini: era la malattia di marinai

SPORT

baseball

Il Parma Clima fa il bis: 2-7 a Godo

SERIE A

Juve, finalmente lo scudetto - Le foto

SOCIETA'

VELLUTO ROSSO

I concerti di Pasqua, aspettando Mogol e il "Requiem"

lutto nella capitale

E' morto Massimo Marino, re delle notti romane e idolo dei giovani. Aveva 59 anni

MOTORI

IL SALONE

New York, news e curiosità dagli stand

MOTORI

Arona, Ibiza e Leon a tutto gas: il senso di Seat per il metano