18°

30°

langhirano

Crisi, il commercio in difficoltà: tanti negozi vuoti

Nel 2013, ventidue chiusure e 19 nuove attività. Gli imprenditori: sbagliato chiudere il centro. Di Noto: se resiste la cultura ci sono speranze

Langhirano

La crisi dei commercianti a Langhirano

Ricevi gratis le news
0

 

Passeggiare per il centro di Langhirano, anche al sabato mattina, momento da sempre dedicato allo shopping, offre atmosfere non troppo incoraggianti. La crisi ha colpito senza distinzioni: i clienti sono calati tanto a Parma quanto nei paesi di provincia. E anche Langhirano risente del momento difficile. Tanto che in piazza Garibaldi e via Mazzini le vetrine sfitte si rincorrono e i cartelli che si rivolgono a nuovi potenziali investitori e aspiranti commercianti sono davvero tanti.
Chi volesse aprire un negozio a Langhirano oggi avrebbe l’imbarazzo della scelta. Ma sarebbe davvero una scelta saggia? Ne abbiamo parlato proprio con i commercianti che «resistono», sia quelli storici che quelli più giovani. E le risposte non rincuorano.
«Sono tempi duri per tutti – spiegano Francesca ed Elisa, del negozio IperSoap -. Gira poca gente. Il lunedì, in occasione del mercato, c'è più movimento, ma la situazione non è rosea. Il nostro negozio lavora molto sulle promozioni e dal momento che vendiamo beni necessari per la gestione e la pulizia domestica per fortuna i clienti da noi non mancano mai. Ma le cose sono cambiate molto. Cerchiamo di essere coesi, insieme agli altri commercianti, aderendo sempre alle aperture festive e serali in occasione del Festival del prosciutto e delle feste di paese, per dare sferzate che possano risvegliare tutti».
I dati non sono positivi, anche se sono meno drammatici di quando possa apparire ad una prima analisi: nell’ultimo anno hanno cessato 5 attività ma ne hanno aperte 6 nel settore alimentare; in quello non alimentare 17 hanno chiuso mentre 13 hanno aperto. Tanti invece hanno cambiato «muri»: si sono trasferiti, magari di poche centinaia di metri, per spendere meno d’affitto. Qualcuno però ha proprio cessato l’attività: un negozio di scarpe della piazza e un fruttivendolo che lavorava da tre generazioni hanno abbassato definitivamente la saracinesca.
«Le cose vanno male – spiegano alla profumeria Bergonzi di via Mazzini -. Se chiude un fruttivendolo in centro vuol dire che va proprio male... certo, oggi la gente si serve al supermercato e questo rovina i piccoli commercianti. Langhirano è cambiata molto, il mercato del lunedì ad esempio è sempre più scadente e questo rovina anche i commercianti e impoverisce il paese; l’amministrazione si illude che chiudendo il centro al traffico si possa dare nuova linfa ai negozi ma noi temiamo il contrario: non ci sono parcheggi e le persone passeggiano sempre meno. Non verrà più nessuno».
E tra i profumi del negozio, accanto alle storiche titolari, spunta il volto di una giovanissima: «Mentre studio Giurisprudenza aiuto mia madre e mia nonna qui in profumeria – spiega Costanza Montali -. La situazione è complessa: i giovani hanno sempre meno opportunità e Langhirano sta lentamente collassando su se stessa. Ci sarebbe bisogno di un’inversione di tendenza. Di riscoprire la qualità e di non guardare solo alle apparenti convenienze dei centri commerciali».
Chi compra sta sempre più attento a evitare il superfluo: la crisi ha abituato a questo. Eppure secondo qualcuno non è soltanto colpa dei disagi economici: «La responsabilità è anche di chi amministra – spiega Angela Bottazzi dell’omonima salumeria del centro -. Avevamo le fioriere in piazza e le hanno portate al Consorzio del prosciutto, quando il Comune organizza le feste per le scuole e le iniziative istituzionali si serve al supermercato anziché far lavorare a turno le piccole attività del borgo, tanti vogliono chiudere. Io resisto perché non devo pagare l’affitto. Ormai questo è un paese di disperati, c'è da rimettere a posto tutto, ricominciando da capo».
C'è anche chi ancora lavora bene, tuttavia: «Noi abbiamo il negozio da oltre 20 anni – dice Samantha Rossi del New Line -. Ci sono stati tempi migliori, sì, ma non ci lamentiamo. Se ci fossero parcheggi comodi si potrebbe davvero pensare di chiudere al traffico il centro, ma non so se basterebbe per riportare il “giro” a Langhirano».
Tra tante difficoltà, chi cerca di invertire la tendenza c'è in effetti, come Jacopo Di Noto Marrella, che ha rilevato la libreria Liberamente due anni fa, in via Mazzini: «Fortunatamente a Natale si regalano ancora i libri – sorride -. Non è facile. Essendo però l’unica libreria nel raggio di tanti chilometri resistiamo e ci sforziamo di dimostrare che una libreria in un paese è fondamentale, anche per il messaggio che porta con sé. Un paese in cui la cultura resiste è un paese che ha delle speranze».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

3commenti

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

sicurezza stradale

Massese, allarme per quelle righe orizzontali ormai "fantasma"

politica

Pizzarotti sulla vicenda Casalino: "Le minacce sono il metodo 5 Stelle"

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

6commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

SPORT

Pallavolo

Mondiali, l'Italia è già matematicamente qualificata per la final-six

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"