14°

24°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

Disastro Argentina: perde con la Croazia ed è quasi fuori
RUSSIA 2018

Disastro Argentina: perde con la Croazia ed è quasi fuori

 
La Francia non brilla ma batte il Perù: 1-0
RUSSIA 2018

La Francia non brilla ma batte il Perù: 1-0

 
Nainggolan all'Inter
Calcio

Nainggolan all'Inter

 
Nainggolan è un giocatore dell'Inter
CALCIO

Nainggolan è un giocatore dell'Inter: 23,5 milioni più Santon e Zaniolo

 
Uruguay agli ottavi, Arabia fuori
Calcio

Uruguay agli ottavi, Arabia fuori

 
Una brutta Spagna soffre ma piega l'Iran
RUSSIA 2018

Una brutta Spagna soffre ma piega l'Iran

 
All'Uruguay basta la zampata di Suarez: Arabia battuta
RUSSIA 2018

All'Uruguay basta la zampata di Suarez: Arabia battuta

 
Morte nuotatore Dall'Aglio, procura dispone nuova consulenza
Modena

Nuotatore di Montecchio morto a 24 anni: la Procura ordina nuovi accertamenti

 

LAVEZZINI CORSARO

Ceprini Orvieto - Lavezzini Basket Parma 57 a 64 (32-23)

Il Lavezzini Basket Parma torna al successo

Ceprini Orvieto - Lavezzini Basket Parma 57 a 64 (32-23)
0

La trasferta che ci voleva. Sudata, sofferta, neanche giocata benissimo, ma che conduce ad una vittoria voluta dopo quattro stop consecutivi. Con il punteggio finale di 57 a 64 il Lavezzini Basket Parma espugna il palasport di Porano

La trasferta che ci voleva. Sudata, sofferta, neanche giocata benissimo, ma che conduce ad una vittoria voluta dopo quattro stop consecutivi. Con il punteggio finale di 57 a 64 il Lavezzini Basket Parma espugna il palasport di Porano, sede di gioco della Ceprini Orvieto. Anche le padrone di casa, che seguivano a soli 2 punti di distanza le parmigiane voleva interrompere la loro serie negativa di tre sconfitte consecutive, ma nulla hanno potuto contro la caparbietà di Clark (21 punti ed MVP del match), la voglia di riscatto di Maznichenko (ex di turno) e la maestria di Battisodo in regìa e in fase conclusiva. Entrambe quest’ultime hanno chiuso la contesa a quota 14 punti. Il primo quarto è all’insegna degli errori e degli orrori, cestisticamente parlando. Lo dimostra lo scarno punteggio di 10 a 11 con la tripla finale di Maznichenko ad abbellire i primi dieci minuti che segnano percentuali da minibasket (3 su 11 da due per il Lavezzini). A Metà del secondo le gialloblù spengono la luce e le umbre ne approfittano andando avanti addirittura 25 a 17 e poi 30 a 19. Negli spogliatoi si va sul 32 a 23. Qualcuno probabilmente fra le quattro mura con docce si fa sentire e le ducali rientrano in campo e nel match alla grande con un break 12 a zero. Il coach dela Ceprini chiama timeout a raffica ma non bastano all’ultima pausa siamo 37 a 39. L’ultimo periodo è punto a punto ed emozionantissimo. Le coronarie sono messe a dura prova. Al terzo Parma è avanti 39 a 44 e sembra ben indirizzata, ma al sesto è tutto da rifare: 48 pari. Orvieto mette le freccia e passa: 52 a 49 al settimo. Poi sale in cattedra Clark che segna da tutti gli angoli, da sotto, dalla lunetta e da tre: 52 a 58 a 58 secondi dalla sirena finale. Arrivano due minuti di sospensione praticamente di fila. Prima Orvieto, che segna e poi immediatamente un altro chiamato da coach Olivieri. Al rientro Battisodo allunga in risposta ai falli sistematici delle orvietine che riescono ancora ad avvicinarsi grazie al regalo di Clark (la statunitense fa il bello ed il cattivo tempo!) che commette un inutile quanto sciocco fallo su un tiro da tre. I tre tiri liberi son tutti messi a segno e così le padrone di casa son ancora lì ad un possesso palla: 57 a 60. Ma Corbani e Battisodo sono ancora infallibili dalla lunetta ed il Lavezzini porta a casa i due preziosissimi punti: 57 a 64. Domenica prossima al PalaCiti alle 18, per continuare a vincere, ci sarà da abbattere il difficile ostacolo Napoli della ex Macaulay oggi vincente di misura sul Lucca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0