-1°

15°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

Florida, Nicola Kuhn crolla in preda ai crampi
Tennis

Florida, Nicola Kuhn crolla in preda ai crampi

 
"Esilio" finito: Icardi torna in gruppo
INTER

"Esilio" finito: Icardi torna in gruppo

 
Germania e Serbia pareggiano in un'amichevole
Calcio

Germania e Serbia pareggiano in un'amichevole

 
Il baseball parmigiano piange Ismaele Fochi
LUTTO

Il baseball parmigiano piange Ismaele Fochi

 
Figli d'arte: Maldini jr "Sogno la nazionale A"
Calcio

Figli d'arte: Maldini jr "Sogno la nazionale A"

 
Mick Schumacher: "Il paragone con papà Michael non mi pesa, è il più grande"
MOTORI

Mick Schumacher: "Il paragone con papà Michael non mi pesa, è il più grande"

 
Esonerato l'allenatore dell'Udinese Davide Nicola
calcio

Esonerato l'allenatore dell'Udinese Davide Nicola

 
Video intervista ad Andrea De Rossi: ultime 4 partite di Zebre Rugby Club
zebre rugby

De Rossi: "Tra ultime sfide e occhi puntati al mercato" Video

 
Azzurri, caccia al gol ma Chiesa e' in dubbio
Calcio

Azzurri, caccia al gol ma Chiesa e' in dubbio

 

LAVEZZINI KO

Lavezzini Basket Parma – Saces Mapei Coconuda Napoli 51 a 60 (22-25)

Non riesce l’aggancio in classifica al Lavezzini Basket Parma

Lavezzini Basket Parma – Saces Mapei Coconuda Napoli 51 a 60 (22-25)
0

 

Non riesce l’aggancio in classifica al Lavezzini Basket Parma che si vede sfilare i 2 punti da sotto il naso fra le mura amiche dal Napoli di coach Ricchini. Il risultato finale di 51 a 60 è fin troppo punitivo oltre che scaturito praticamente nei soli minuti finali. Infatti le due formazioni all’ultima minipausa erano in perfetta parità a quota 44. Neanche a farlo apposta è stata una ex a fare la differenza in campo. Tutti però si aspettavano Macaulay ed invece è stata Dacic a prendersi la palma di migliore in campo con 17 punti sullo score e di valutazione. La sola Maznichenko a dir la verità a fatto meglio con 18 di valutazione e 17 dal campo. Ma non è bastata neanche labuona prova di Battisodo in cabina di regìa. Doppia cifra anche per lei, sia sullo score che nella valutazione. Deludenti, purtroppo, l’accoppiata statunitense gialloblù: 12 punti in due e tanti errori.

È subito Napoli che si fa valere sotto le plance e va avanti 5 a 14. Il secondo quarto inizia da un 9 a 17 che lascia ben poco spazio alle recriminazioni arbitrali che pur vi sono state. Però Parma ingrana come un diesel e piano, piano si rifà sotto: 14 a 17, 18 a 19 con una spettacolare stoppata di Battisodo su Striulli. Ma il sorpasso tarda ad arrivare e negli spogliatoi si va sul 22 a 25. L’agognato sorpasso arriva nei primi secondi di terzo parziale grazie a Clark, ma dura poco. Al settimo una nuova fiammata ducale con Maznichenko che infila due triple consecutivamente e c’è l nuovo vantaggio parmense: 40 a 39. Battisodo nel finale di periodo fa la differenza segnando in autonomia fino a chiudere il terzo quarto in parità. Ora ci aspetta la battaglia finale all’ultimo sangue, ma la delusione è dietro l’angolo. Dacic e Bocchetti ingranano la quarta e prendono il gap decisivo ed in pratica la vittoria è in ghiacciaia: 46 a 53. Una nuova “bomba” di Maznichenko rinvigorisce le velleità parmigiane che si applicano in un forcing che produce il fatto che Striulli non supera la metà campo negli 8 secondi concessi, ma il Lavezzini non segna commettendo errori banali ed il match resta saldamente nelle mani delle partenopee: 51 a 60 il finale.

Prima della pausa natalizia il Basket Parma affronterà ancora una trasferta per chiudere il girone d’andata. Sabato 20 alle ore 18 si gioca Fila San Martino di Lupari – Lavezzini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0