19°

30°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

All'Egitto non basta Salah: la Russia batte l'Egitto e vola
MONDIALI

All'Egitto non basta Salah: la Russia vince e vola

 
Heysel, le storie di due superstiti Ferlat e Paradiso
Calcio

Heysel, le storie di due superstiti Ferlat e Paradiso

 
Sorpresa Senegal: stesa la Polonia di Lewandowski
RUSSIA 2018

Sorpresa Senegal: stesa la Polonia di Lewandowski. La situazione dopo il 1°turno

 
Due turni di porte chiuse al Frosinone
calcio

Match con il Palermo e polemiche: 2 turni di porte chiuse al Frosinone Video

 
E' morto Sergio Gonella, arbitrò la finale mondiale del '78
lutto

E' morto Sergio Gonella, arbitrò la finale mondiale del '78

 
Allarme Brasile: Neymar abbandona l'allenamento
mondiali

Allarme Brasile: Neymar abbandona l'allenamento

 
Colombia in dieci, il Giappone ne approfitta+
RUSSIA 2018

Colombia in dieci, il Giappone ne approfitta

 
Red Bull divorzia da Renault, Honda fornira' motori
formula 1

Red Bull divorzia dalla Renault: la Honda fornirà i motori

 

SERIE A1

Techmania Battipaglia - Lavezzini Basket Parma 84 a 91 d.t.s. (75-75)

Ducali corsare tornano al successo dopo un tempo supplementare

Techmania Battipaglia - Lavezzini Basket Parma 84 a 91 d.t.s. (75-75)
0

Un Lavezzini tutto cuore ed orgoglio sbanca il difficile campo di Battipaglia vincendo per 84 a 91 dopo una partita tesissima e lunghissima. C’è voluto, infatti, un tempo supplementare per avere ragione delle padrone di casa che avevano a loro volta vinto in trasferta nella gara d’andata. Una partita vinta, poi persa, poi rivinta, poi ripersa ed infine riacciuffata per i capelli prima di portarla a casa definitivamente con un overtime giocato alla perfezione. Si perché Parma gioca un primo tempo quasi perfetto. Segna a ripetizione, 42 punti nel primo tempo e con la difesa a zona mette in difficoltà gli attacchi campani che danno risultati statistici disastrosi (13 su 26 da due e 1 su 10 da tre). In un match combattivo e nervoso, saranno ben tre i tecnici fischiati al Lavezzini (uno a Crudo e due alla panchina) conditi con due antisportivi (Battisodo e Marangoni), Parma perde il filo della matassa nel secondo tempo e si fa rimontare e superare. Le gialloblù vanno anche sotto di otto punti nel finale di terzo quarto e rischiano il tracollo. Da segnalare lo score di Tagliamento autrice di ben 29 punti. In una gara dove come al solito l’arbitraggio si fa sentire, fischiati a Kireta )doppia cifra anche per lei con 5 punti) una serie di infrazioni di passi quantomeno rivedibili, le ducali si rifanno sotto grazie anche al buon ingresso in partita di Crudo (14 punti per lei alla fine e 10 rimbalzi). Mentre Battisodo abbandona il campo per aver commesso il suo quinto fallo, le parmensi risorpassano le campane a tre minuti dalla sirena. Treffers va a fare compagnia a Battisodo nel banco delle cattive e Clark comincia a segnare canestri importanti. Avanti di 2 punti a 50 secondi dal termine Maznichenko commette un ingenuo fallo su Ramò che dalla lunetta non sbaglia e la piccola e giovane Bonasia infila una tripla devastante per tutti ma non per le Tigri che con Clark (22 punti al termine) a 7 secondi contraccambia di tabella e porta le compagini a giocarsi tutto nei 5 minuti aggiuntivi. All’overtime è un’altra partita e dopo un inizio dove le squadre ribattono vicendevolmente colpo su colpo è Maznichenko a brekkare sul 81 a 84. Il vantaggio a 1 minuto però è ancora di soli due punti per il Lavezzini, ma Clark e Marangoni allungano definitivamente ed il canestro finale ancora di Maznichenko (top scorer con 24 punti) suggella la vittoria per Franchini e compagne. Per il Basket Parma è il quinto successo nel torneo.

La settimana prossima nessuna gara è in programma di campionato in virtù del fatto che si disputerà la Final Four di Coppa Italia. Il Lavezzini tornerà in campo domenica primo marzo al PalaCiti ospitando l’Umana Venezia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0