19°

30°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

All'Egitto non basta Salah: la Russia batte l'Egitto e vola
MONDIALI

All'Egitto non basta Salah: la Russia vince e vola

 
Heysel, le storie di due superstiti Ferlat e Paradiso
Calcio

Heysel, le storie di due superstiti Ferlat e Paradiso

 
Sorpresa Senegal: stesa la Polonia di Lewandowski
RUSSIA 2018

Sorpresa Senegal: stesa la Polonia di Lewandowski. La situazione dopo il 1°turno

 
Due turni di porte chiuse al Frosinone
calcio

Match con il Palermo e polemiche: 2 turni di porte chiuse al Frosinone Video

 
E' morto Sergio Gonella, arbitrò la finale mondiale del '78
lutto

E' morto Sergio Gonella, arbitrò la finale mondiale del '78

 
Allarme Brasile: Neymar abbandona l'allenamento
mondiali

Allarme Brasile: Neymar abbandona l'allenamento

 
Colombia in dieci, il Giappone ne approfitta+
RUSSIA 2018

Colombia in dieci, il Giappone ne approfitta

 
Red Bull divorzia da Renault, Honda fornira' motori
formula 1

Red Bull divorzia dalla Renault: la Honda fornirà i motori

 

SERIE A1

Lavezzini Basket Parma – Umana Venezia 61 a 72 (30-29)

Sfiorato il colpaccio

Lavezzini Basket Parma – Umana Venezia 61 a 72 (30-29)
0

Un buon primo tempo seguito da un deludente secondo.

 

Il Lavezzini Basket Parma sfiora il colpaccio al PalaCiti. Mette in netta difficoltà l’Umana Venezia quarta in classifica cedendo solo nella seconda parte di gara. All’intervallo, infatti era avanti meritatamente 30 a 29. Dopo la potenza di fuoco e l’elevato tasso tecnico della formazione lagunare ha fatto il resto e la differenza. Migliore fra le ducali la statunitense Clark autrice di 18 punti, ma buona anche la prestazione di Maznichenko (14 punti). Belle giocate anche di Battisodo. Primo quarto a fasi alternate. Prima le venete: 7 a 10. Poi le parmensi: 12 a 10. Ed il quarto si chiude sul 15 a 19 ancora per le veneziane. Qui cominciano anche i fischi arbitrali da rivedere. Fischiato un antisportivo a Marangoni con difesa schierata! A metà del secondo periodo lo show di Clark che con tre canestri consecutivi ribalta il risultato: 25 a 24. Ma Bagnara non molla e con 3 triple su 4 tentativi l’Umana è ancora lì. La prima “bomba” di Maznichenko chiude la prima parte di match 30 a 29. Al rientro in campo Parma si distrae ed è un monologo veneto: parziale di 6 a 20 e la partita è in congelatore sul 36 a 49 al termine del terzo quarto. Nell’ultimo periodo non bastano le “bombe” di Clark ed ancora Maznichenko e le ospiti mantengono sempre quel vantaggio di sette/otto punti della tranquillità sino alla sirena finale. A 18 secondi dalla fine Clark commette il quinto fallo ed esce dal campo.

Domenica prossima Franchini e compagne dovranno affrontare l’improbabile trasferta di Schio e immediatamente dopo quella di Umbertide. In attesa di tornare al PalaCiti per giocarsi i due punti con Orvieto il 22 marzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0