11°

libri

Inno alla Bassa, tra stelle, cuoche e sapori

Una guida utile per orientarsi tra ristoranti e osterie e per conoscere i nostri salumi celebri nel mondo

Inno alla Bassa, tra stelle, cuoche   e sapori
Ricevi gratis le news
0

Pochi fronzoli e nessun giro di parole, nella Bassa si va dritti al sodo. A cominciare dal titolo, nel caso di un libro dedicato a un «itinerario gastronomico lungo le rive del Po»: “La migliore cucina del mondo”, senza se e senza ma. Giuseppe Tomasetti e Chichibio non hanno dubbi, al riguardo. Troppo affezionato alle proprie radici uno, troppo appassionato della cucina e dei prodotti di questo spicchio del Parmense (i salumi sopra a tutti) l’altro.
E‘ un inno alla Bassa e alla gioia che sa regalare, questa agile guida. Utile per orientarsi tra ristoranti e osterie e per conoscere i salumi celebri nel mondo. Dal nobile re culatello alla più plebea, ma buonissima lo stesso, cicciolata. Un prezioso ripasso per chi già sa come i norcini sanno trasformare magicamente le carni del maiale e per chi non ha mai sentito nominare la filzetta, o non sa che la mariola non esiste solo in versione da cuocere.
E' un libro di due innamorati della Bassa che punta a fare innamorare tanti lettori. Parmigiani e non, italiani e stranieri. Distribuito con Amazon in versione ebook per Kindle e in brossura (ma si trova anche in varie librerie di Parma e nelle sedi di Pro loco della Bassa; info: 340/7078652), è scritto in italiano e in inglese (e corredato da bellissime foto di Marco Buzzoni) proprio perché punta a un pubblico internazionale, che magari confonde culatello e fiocchetto, non ha mai sentito un calice di fortana e sicuramente non sa impugnare a modo una scodella (per i poco esperti: si usa il pollice sotto, a sostegno, e l'indice a gancio sul bordo).​

Tomasetti è un vulcano di idee: parla come Dan Peterson nonostante sia nato a Roccabianca: è giustificato, essendo partito per l’America quando era un bambino piccolo. Ha poi fatto l’avvocato tra Washington, Londra e Milano ed è infine tornato nella Bassa. Ha continuato a coltivare il culto del buon cibo e del buon vino, allenato per anni, e si è messo a produrre vino: lambrusco in varie declinazioni (compreso un metodo classico) e merlot da barbatelle francesi, perché quando ha fatto analizzare il terreno intorno a casa si è sentito rispondere «sicuro che sia in provincia di Parma? Sembra terreno di Bordeaux».
Chichibio è una firma arcinota ai lettori della Gazzetta (da vent’anni è il nostro critico gastronomico, rispettato e temuto da cuochi e ristoratori) e ai gourmet del Bel Paese: ha collaborato con la “Guida ai ristoranti” dell’Espresso e con vari giornali, ha tenuto una rubrica per RadioUno Rai e scritto saggi per libri sul cibo e sulla cucina.
Va da sé che un viaggio nella cucina della Bassa non può che partire da un omaggio alla leggenda di Cantarelli, il primo ristorante italiano a conquistare una stella Michelin e, per tanti anni, l’unico ad avere due stelle. Ancora oggi, 35 anni dopo la chiusura, «continua a essere il “sole” attorno al quale molti ristoranti sono sorti e continuano a operare». Se Peppino era l’impareggiabile oste del ristorante di Samboseto, la moglie Mirella era la regina della cucina. Caratteristica – una donna ai fornelli – che ancora oggi è quasi una regola, nella Bassa. In controtendenza con il resto del mondo, dove il cuoco molto più spesso è un uomo.
Ventidue sono i locali segnalati da Chichibio: non ci sono voti, ma “dritte” sui piatti più riusciti che il critico consiglia di ordinare e indicazioni sul conto finale. Si va da posti chic come l’Antica Corte Pallavicina a Polesine e da “classici” intramontabili come l’Hostaria da Ivan di Fontanelle, a trattorie alla buona come “La vecchia baracca” sull’argine di Polesine e a botteghe caratteristiche come la Salsamenteria Baratta di Busseto. In mezzo, ristoranti e trattorie (e anche due pasticcerie) per tutti i palati e tutte le tasche. Senza voti, perché si è scelto di non fare critica, ma piuttosto di segnalare posti dove vale la pena di andare.
Il capitolo sui salumi è una guida nella guida. Si spiega come “nasce” un culatello e come va “trattato” prima di affettarlo, e poi caratteristiche e pregi di fiocco e spalla cruda e cotta, di coppa e gola, di lardo e cicciolata. Nel capitolo sul salame si spiega come i diversi tipi di preparazione (e soprattutto di spessore del budello) rappresentino un calendario ideale per un buongustaio della Bassa: dallo strolghino, che si mangia due-tre settimane dopo essere stato insaccato, alla filzetta, pronta dopo 40 giorni, proseguendo con cresponi e cresponetti, salami gentili e, infine, la mariola, che in una cantina giusta può durare anche fino a dicembre. Tutte queste versioni hanno un denominatore comune, garantiscono Tomasetti e Chichibio: «Il salame è una delle, in vero non molto numerose, ricette della felicità».
La migliore cucina del mondo
di Giuseppe Tomasetti e Chichibio,
pag. 52, 9,85 (ebook 4,67)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mike Piazza e consorte a Parma

paparazzato

Mike Piazza e consorte a Parma

Adriano Panatta e Serena Grandi

Adriano Panatta e Serena Grandi

GOSSIP

Serena Grandi: "Storia d’amore segreta con Panatta durata 2 anni»

Musica: Laura Pausini trionfa ai Latin Grammy Awards

musica

Laura Pausini trionfa ai Latin Grammy Awards

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cucina di casa alla parmigiana con fantasia

CHICHIBIO

Trattoria Vigolante: cucina di casa alla parmigiana con fantasia

Lealtrenotizie

«Noi, narcotizzati e derubati»

NOTTE DI PAURA

«Noi, narcotizzati e derubati»

soragna

Tragedia a Diolo, auto in un canale: muore il 36enne Simone Sorrenti

Lutto

Oltretorrente, si è spento il sorriso di Patrizia Fochi

gazzareporter

L'incivile di via XXII Luglio colpisce ancora: in diretta video

WEEKEND

November Porc, foto in mostra e tanta musica: l'agenda del sabato

Sanità

Sempre più casi di sifilide tra i giovani. Anche la scabbia è ricomparsa

In centro storico

Il declino di via Garibaldi. E la voglia di rilancio

Emergenza

Contro l'arrembaggio dei furti: più pattuglie in strada e posti di blocco

GUIDA MICHELIN

Parma stabile nella Bibbia del gusto

INCENDIO A SORBOLO

«Ecco come siamo stati strappati dalle fiamme»

SORAGNA

Immunologia, premi al top per Alberto Mantovani

gazzareporter

Vetro del bus in frantumi: paura sul bus numero 12

1commento

gazzareporter

Anche stasera, in zona Cittadella, ci sono strade al buio: pericoli e...paura

1commento

AUDITORIUM PAGANINI

Guida Michelin: Napoli e la Lombardia i più stellati. Il Sud batte il Nord. Le "stelle" parmigiane restano quattro. Le 29 new entry 

A Piacenza la presentazione della Guida nel 2019, grande evento europeo a Parma nel 2020

2commenti

GENOVA

Ponte Morandi: la Pizzarotti e la Siag di Danilo Coppe fra le 10 aziende contattate per la ricostruzione

Lettera anche per il gruppo Fagioli

PARMA

Ladri dal parrucchiere: rubati tablet e monitor in viale Mentana

E' il secondo furto nel giro di una settimana

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit: la May si è cacciata in una strada senza uscite

di Paolo Ferrandi

GAZZAFUN

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

2commenti

ITALIA/MONDO

usa

In California 71 vittime degli incendi e oltre mille dispersi

FOLGARIA

Ammazza il figlio della compagna e si uccide

SPORT

sci

Razzoli: "In due anni voglio tornare competitivo senza trascurare la mia acetaia"

gossip

Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez vicini alle nozze Foto

SOCIETA'

Tabacco

Gli Stati Uniti verso la messa al bando delle sigarette al mentolo

Irlanda

Stupratore assolto, protesta: deputata mostra un tanga in Parlamento

MOTORI

AMBIENTE

In Emilia Romagna 596 auto elettriche (+19,7% rispetto al 2016). Parma è quarta

IL TEST

Jeep Compass, il Suv buono per tutte le stagioni