19°

32°

LIBRI

Don Camillo, la rilettura di Bandini del prete della Bassa

Complotto Cia anti Guareschi "Non date l'Oscar a don Camillo"
Ricevi gratis le news
0

Il 2018 è l'anno che segna il mezzo secolo passato dal giorno della morte di Giovannino Guareschi, uno degli scrittori più controversi del nostro Novecento. Un famoso docente universitario romano arriva, nella sua Storia della Letteratura italiana, ad affermare che Guareschi al suo tempo rivela il duro scontro politico in atto nel paese e nel mondo, raccontando nella provincia esiti di respiro molto limitato, orizzonti ristretti e meschini «di cui forniscono un'immagine rivelatrice, anche se di scarso valore letterario, i facili romanzi su Don Camillo».

Penso che per impostare il proprio lavoro di critico, di narratore e di storico, Egidio Bandini sia partito proprio da questo giudizio impietoso e in buona parte ideologicamente orientato e disorientante. Il suo «don Camillo. Un pastore con l'odore delle pecore», edito da Àncora e arricchito da una prefazione di Michele Brambilla, direttore di questo giornale, è la testimonianza di una coraggiosa e certo non «meschina» rilettura, che attraverso il personaggio del prete della Bassa, ripercorrendo la storia di uno scrittore diventato celebre e popolare, ma soprattutto la storia di una memoria del «Mondo piccolo» che nel prete si specchia, si rivela, si pone a confronto con l'oggi e ne diventa il controcanto che non muore mai, la passione e il sentimento di un popolo e di una condizione umana.

Egidio Bandini gode di una sicura e luminosa confidenza con Guareschi, don Camillo, Peppone, i comunisti degli anni Cinquanta e, naturalmente, con le pagine di Giovannino. Don Camillo gli è caro maestro e donno, gli è consigliere e in particolare gli è di sostegno e conforto, perché - come osserva Michele Brambilla - «detesta le scartoffie e ancor più detesta la carriera, tanto che quando lo fanno monsignore chiede e ottiene di tornare a prendersi cura delle sue anime. Di tutte le anime: credenti e no», precisa il prefatore.

Guareschi sta dalla sua parte, ma contrariamente a quanto si potrebbe pensare (e lungo il corso degli anni lo si è pensato spesso) sta criticamente dalla sua parte e in questo senso collima compiutamente con l'istinto narrativo di Bandini.

Un istinto narrativo, il suo, che però va molto al di là della figura e dei comportamenti di don Camillo, investendo pensieri e caratteri che riguardano tutto il complesso dell'opera guareschiana traducendola così in una curiosa contemporaneità.

Michele Brambilla ad un certo punto si e ci chiede: «quante facce hanno gli interpreti delle storie guareschiane? Mille, centomila, un milione?» Il Mondo piccolo da questo istante diventa un mondo grande, nostro, eternamente vivo. Nella ricchezza di tale prospettiva, dunque trovano posto il Crocefisso, la persona e il carisma di papa Bergoglio, e il Creatore stesso, addirittura, che sulle sponde del Po immagina una «sorta di coinvolgente pietà» nel nome dell'uomo, della sua fragilità ma anche della sua intima grandezza. Bandini carica sulle proprie spalle papa Francesco come don Camillo portava il suo Crocifisso e il viaggio diventa la ricca e affettuosa narrazione critica di un'esperienza umana che ci riguarda tutti da vicino in perenne umiltà di confronto e di suggestione ora benevola, ora magistralmente etica: un doppio tracciato che non appartiene più soltanto ai tempi e ai ruoli letterari immaginati da Guareschi, bensì alla storia di un cuore che non ha età e di una religione delle cose che è fascino, favola vera e dottrina popolare, come diceva don Mazzolari, cioè una sorta «di poesia» che è «eterno respiro del Po», mistero e natura del nostro destino.

don Camillo. Un pastore con l'odore delle pecore

Egidio Bandini, Àncora ed., pag. 123, 15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era - Foto

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Il commesso ruba nel proprio negozio

Denunciato

Il commesso ruba nel proprio negozio

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

POLEMICA

Onu contro il Parmigiano, Beltrami: «Grave errore demonizzarlo»

1commento

Parma calcio

Carra: «Siamo ottimisti e il mercato procede ma che danno d'immagine per noi»

PARMA

Tep, crescono viaggiatori e ricavi. Aumentano anche le multe

Berceto

Sciacalli a Valbona, rubate le pietre del «Castello»

Enpa

Gatti, è allarme randagismo

OSPEDALI

La Regione stanzia 56 milioni per la sanità: interventi anche al Maggiore

Università

Reggio, ritardi al test di Psicologia

INCENERITORE

Al coro dei «no» si unisce Franco Maria Ricci

PARMA

Lavori in tangenziale nord: code e rallentamenti in zona aeroporto

1commento

BASSA

Camion stacca un cavo della linea elettrica: intervento dei vigili del fuoco a Zibello

SPACCIO

Affari d'oro con i ragazzini: condannati i baby pusher di piazzale Borri

5commenti

Il caso

Sale e grassi: l'Onu dichiara "guerra" al Parmigiano. Poi la marcia indietro: "Solo una dichiarazione politica"

25commenti

parma

Portata con l'inganno in Italia e costretta a prostituirsi: minorenne salvata dai vigili

2commenti

PARMA

"Sì al divertimento sicuro": l'alcoltest davanti a locali e ingressi di feste Video

Ecco il calendario delle uscite dal 20 luglio in poi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

5commenti

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

di Chichibio

ITALIA/MONDO

MILANO

Kabobo in carcere lavora e studia l'italiano

4commenti

GRAN BRETAGNA

Spia russa avvelenata: identificati i responsabili, coinvolti diversi russi

SPORT

DAL RITIRO

Rigoni raggiunge la squadra. Fermo Iacoponi, Scozzarella si allena a parte Video

ciclismo

Tour: Thomas vince l'11ª tappa ed è la nuova maglia gialla

SOCIETA'

curiosità

Spopola sul web il primo robot in cerca di un'anima

VERONA

Grave tamponamento in A4: ferite due donne, indagato l'attore Marco Paolini

MOTORI

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani