gazzettascuola

L'abbraccio dei liceali del Romagnosi e dell'Ulivi ai compagni di Sarajevo

L'abbraccio dei liceali del Romagnosi e dell'Ulivi ai compagni di Sarajevo
Ricevi gratis le news
0

Quando scoppiò il conflitto in terra bosniaca, nel 1992, nessuno di loro era ancora nato. Ma il viaggio compiuto nei giorni scorsi a Sarajevo, per un gruppo di studenti della II B del Liceo classico Romagnosi e della IV I dello scientifico Ulivi è stato un po' come toccare con mano la dolorosa esperienza vissuta da quel popolo, intrisa di morte, distruzione e sofferenza.
Accompagnati dalle docenti Rosanna Greci, Paola Ferrari e Stefania Mazzocchi, i ragazzi sono stati ospiti (come accade ormai da qualche anno), dalle famiglie dei loro coetanei che frequentano il Collegio San Giuseppe, che al proprio interno accoglie studenti di fede cattolica, ma anche musulmani e ortodossi. La scuola venne costruita, su iniziativa della Diocesi di Sarajevo, a metà degli anni ‘90, poco dopo la fine delle ostilità, grazie ai fondi raccolti anche nella nostra città. Nel corso del viaggio, la comitiva parmigiana ha visitato i luoghi simbolo della guerra che sconvolse il territorio dell’ex Jugoslavia, così come le zone di confine con il nostro Paese, teatro di massacri durante il secondo conflitto mondiale. «Ovviamente neppure i ragazzi che ci ospitavano avevano vissuto in prima persona la guerra ma, in generale, non è che avessero proprio una gran voglia di affrontare l’argomento...» fa subito notare Martina Negroni, studentessa del Romagnosi. «Il momento emotivamente più forte - aggiunge Martina - l’ho vissuto quando, nel guardare un video, un ragazzo mi indicò, tra le macerie, la sua casa. Lì abitava pure la famiglia che mi ospitava e quel posto stavo imparando a conoscerlo: vedere come lo stesso si presentava durante e subito dopo i bombardamenti, è stato sconvolgente». «A Sarajevo i segni della battaglia sono ancora visibili - aggiunge Anna Ravasini -: in certi locali ed in alcuni edifici si vedono infatti i fori provocati dai proiettili, mentre per terra alcuni segni rossi, che sembrano delle rose, testimoniano che in quel punto è esploso un ordigno». «In questa città emerge il contrasto architettonico: accanto ai palazzi distrutti dalla guerra ce ne sono di nuovi, moderni e dalle ampie vetrate, insieme ai centri commerciali» raccontano Gianluca Zanacca e Mattia Franzini, della IV I dell’Ulivi.
Gli studenti del Romagnosi e dell’Ulivi hanno visitato pure Srebrenica, località tristemente nota per il genocidio compiuto ai danni di 8 mila uomini e ragazzi musulmani bosniaci. «A Srebrenica l’atmosfera è spettrale ed il senso di abbandono proprio di quel luogo fa sì che, nell’aria, si avverta ancora il dolore provato durante la guerra - osserva Sofia Ronchini, della II B del Romagnosi -; la parte più impressionante è quella delle fabbriche distrutte, al cui interno venivano rinchiusi i prigionieri: a distanza di vent’anni, tutto è rimasto terribilmente uguale». A Sarajevo si tende a liquidare in fretta quella triste pagina. Ma c’è pure chi, la guerra, l’ha combattuta. E che, oggi, non si sottrae alle domande. «Il papà di una ragazza che ho conosciuto, è stato in prima linea durante il conflitto - rivela Giovanni Cavatore, dell’Ulivi -: quando ci siamo incontrati, mi ha abbracciato e, la sera dopo, portato davanti al Memoriale che ricorda i 1.400 bambini uccisi durante l’assedio della città. Il monumento è composto da diversi cilindri di pietra che si possono far girare e suonano come fosse un carillon. Ho ancora i brividi lungo la schiena...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Victoria's Secret Fashion Show 2018, niente modelle Lgbt e plus size: è polemica Foto

moda

Victoria's Secret Show, niente modelle Lgbt e plus size: è polemica Foto

Mike Piazza e consorte a Parma

paparazzato

Mike Piazza e consorte a Parma

1commento

Adriano Panatta e Serena Grandi

Adriano Panatta e Serena Grandi

GOSSIP

Serena Grandi: "Storia d’amore segreta con Panatta durata 2 anni»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cucina di casa alla parmigiana con fantasia

CHICHIBIO

Trattoria Vigolante: cucina di casa alla parmigiana con fantasia

Lealtrenotizie

Furto alle "Ombre Rosse", ladro in fuga con l'intera cassa

Nella notte

"Ombre Rosse", ladro in fuga con la cassa. Dopo un bicchierino di amaro Video

incidente

Tragedia a San Secondo: 73enne muore travolto da un'auto

1commento

meteo

E in Alta Valparma e Alta Valtaro arriva la prima neve Foto Le previsioni

carabinieri

Preso il pusher di borgo delle Colonne: dava anche ospitalità ai clienti per consumare Video

5commenti

calcio

Il Parma è la squadra più italiana della Serie A

calcio

Milan, out anche (contro il Parma) Romagnoli. Ma nemmeno i crociati sorridono

curiosità

Un poker di multe (vere) per la 600 perennemente multata Le foto

4commenti

CINEMA

Chiude il Parma film festival...un ghiotto resoconto Video

anniversario

70 anni del Circolo Inzani: festa al Palazzo del Governatore Le foto

NOTTE DI PAURA

«Noi, narcotizzati e derubati»

soragna

Tragedia a Diolo, auto in un canale: muore il 36enne Simone Sorrenti

Lutto

Oltretorrente, si è spento il sorriso di Patrizia Fochi

gazzareporter

L'incivile di via XXII Luglio colpisce ancora: in diretta video

2commenti

WEEKEND

November Porc, foto in mostra e tanta musica: l'agenda del sabato

Sanità

Sempre più casi di sifilide tra i giovani. Anche la scabbia è ricomparsa

1commento

In centro storico

Il declino di via Garibaldi. E la voglia di rilancio

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'alleanza della via Emilia trampolino di Parma 2020

di Aldo Tagliaferro

GAZZAFUN

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

3commenti

ITALIA/MONDO

Manifestazione

Protesta "caro carburante", la protesta di 282mila gilet gialli: Francia in tilt, un morto e 227 feriti

Olanda

Messa "maratona" contro la deportazione di una famiglia

SPORT

Nations League

Pari con il Portogallo. L'Italia resta senza gol

test match

Australia troppo forte. L'Italrugby nettamente sconfitta 26-7

SOCIETA'

teatro

"Ogni bellissima cosa"  allo Spazio Shakespeare 1

l'appello

Associazione vittime strada: "Bisogna fermare la strage di giovani"

MOTORI

AMBIENTE

In Emilia Romagna 596 auto elettriche (+19,7% rispetto al 2016). Parma è quarta

IL TEST

Jeep Compass, il Suv buono per tutte le stagioni