13°

28°

montagna

Cinque sindaci di montagna contro le Unioni di Comuni

I primi cittadini di Albareto, Bardi, Berceto, Solignano e Valmozzola hanno firmato il documento. "Una realtà anticostituzionale: chi governa deve essere eletto dai cittadini".

Cinque sindaci di montagna contro le Unioni di Comuni
Ricevi gratis le news
0

 

Cinque sindaci di montagna della Valtaro e della Valceno si sono riuniti nella sede municipale di Albareto per sottoscrivere un documento programmatico per «salvaguardare il territorio montano offrendo opportunità di sviluppo concrete con una ricetta che dice ''no'' alle unioni di comuni forzate dalle normative, ma che guarda con interesse alle convenzioni tra comuni qualora vi sia un effettivo interesse nella sottoscrizione per il singolo ente».
Non vogliamo più ricoprire il ruolo di gabellieri per conto dello Stato – spiegano i sindaci Ferrando Botti di Albareto, Giuseppe Conti di Bardi, Luigi Lucchi di Berceto, Lorenzo Bonazzi di Solignano e Claudio Alzapiedi di Valmozzola. «Le decisioni sui comuni vanno prese coinvolgendo la base, sentendo chi è a diretto contatto con la gente. Per attuare riforme che migliorino la pubblica amministrazione non si può prescindere dal dialogo e dal confronto con i sindaci e con i comuni, l’anello debole e più tartassato della catena amministrativa, ma allo stesso tempo maggiormente a contatto con i cittadini».
Dal confronto tra i sindaci è scaturito un documento programmatico che analizza le problematiche del territorio ed individua alcune possibili soluzioni in merito alle quali i sindaci chiedono di confrontarsi con Provincia, Regione e Stato.
I problemi sono quelli dell’eccessiva tassazione – solo a Berceto «a fronte di un prelievo forzoso di 1 milione 150 mila euro lo Stato restituisce 147 mila euro come trasferimenti, fondo di solidarietà e federalismo fiscale – e dell’incertezza normativa: si sono fatte le corse contro il tempo per introdurre la Tares e poche settimane fa Governo e Parlamento hanno detto ai comuni che sono eventualmente liberi di applicare la vecchia Tarsu dei precedenti anni».
Sotto accusa anche il patto di stabilità «che ingessa l’attività dei comuni, costretti ad accantonare soldi, spendibili per il territorio, al solo scopo di far quadrare i conti dello Stato».
Con il documento sottoscritto i sindaci chiedono che siano rivisti «tutti quei decreti che modificano l’assetto istituzionale del Paese come l’obbligo di convenzioni tra Comuni, l’Unione dei Comuni obbligatoria e la cancellazione delle Province per sostituirle con meno precisate aree vaste. Il principio ispiratore – sostengono - è che chi governa debba essere eletto dai cittadini. Questo vuol dire eliminare tanti enti di secondo grado che risultano, proprio perché non possono essere censurati dal voto, irresponsabili. Alcuni servizi, senza interferenze dall’alto, debbono essere gestiti dai comuni e non possono esserci obblighi di consorzi, società, spa per gestire il servizio idrico integrato, la raccolta smaltimento rifiuti o altri servizi indispensabili. Siamo contrari alle Unioni non per mero campanilismo, ma perché si tratta di realtà anticostituzionali che sfuggono al giudizio del cittadino espresso tramite il voto. Chi decide nell’Unione, infatti, non è eletto direttamente dai cittadini. Noi sindaci di Albareto, Bardi, Berceto, Solignano e Valmozzola ci stiamo incontrando per lavorare su possibili convenzioni che verranno sottoscritte solo se ritenute veramente utili dal singolo ente e se saranno organizzate senza burocrazia proprio con lo spirito di dare migliori servizi».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

1commento

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno