18°

30°

Alpe di Succiso

Elia Monica ricorda Vincenzo Romano: "Anche un esperto non poteva prevedere la valanga"

Il noto istruttore di scialpinismo: "Restano il dolore e l'amarezza per la perdita di queste giovani vite"

Simone Maraffi e Vincenzo Romano

Simone Maraffi e Vincenzo Romano

Ricevi gratis le news
0

 

Signor direttore,

scrivo in merito alla valanga dell'Alpe di Succiso con la presunzione di avere una certa competenza per poter fare qualche considerazione in merito all'incidente in cui hanno perso la vita due giovani di Berceto. Conoscevo molto bene ed ero amico di Vincenzo Romano, che aveva preso parte a due corsi di scialpinismo il primo di base e il successivo di livello avanzato. Condividendo con me questa passione, mi seguiva spesso in escursioni sulla neve anche in alta montagna e, nel corso degli anni, aveva maturato una ottima esperienza unita a un elevato livello tecnico e a una grande prestazione fisica. Di natura prudente, fino ad essere un po' timoroso, portava un grande rispetto all'ambiente alpino e mi consultava sovente o consultava guide locali per raccogliere informazioni e consigli sugli itinerari,sulla loro praticabilità, sulle condizioni ambientali, ecc.
Sono certo che Vincenzo non avrebbe mai affrontato un certo rischio, a maggior ragione sapendo di essere seguito da una persona più giovane e meno esperta. Per capire la dinamica dell'incidente, mi sono recato sul posto, ho ascoltato i miei colleghi del Soccorso Alpino intervenuti tempestivamente, ho intervistato il testimone che ha assistito all'evento. La conclusione a cui sono giunto è che purtroppo, anche ad un occhio attento ed esperto, nulla lasciava presagire quanto poi si è verificato. L'ultima nevicata risaliva a nove giorni prima, successivamente era subentrata l'alta pressione con bel tempo e notevoli escursioni termiche, condizione che procura un rapido assestamento. Il week end precedente numerosi scialpinisti ed escursionisti hanno frequentato questi pendii e zone limitrofe. Al momento del distacco (ore 13 e 40) la neve era ancora dura e compatta, come conferma il testimone, che stava scendendo un pendio a lato. Ora la causa della valanga (col senno di poi, osservando il distacco è possibile stabilirla) è dovuta ad un accumulo di neve formato dal vento di Nord Est sotto la cresta, ed è un accumulo insolito perché, per cause difficili da individuare, si è generato sopravvento. Non mi dilungo in analisi tecniche incomprensibili ai più, ma voglio ricordare che l'attività alpinistica comporta una componente di rischio non eliminabile per quanto si rispettino tutte le regole e si adottino tutte le precauzioni. In parole povere, su questo pendio era presente un insidia latente, una parte del manto nevoso restava appesa in bilico ed è stato sufficiente toccare un punto critico per innescare il distacco.
Queste considerazioni possono spiegare l'accaduto, ma restano inalterati il dolore e l'amarezza per la perdita di queste giovani vite.
Elia Monica
I
struttore nazionale di sci alpinismo e membro del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino dal 1979

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

3commenti

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

15commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

SPORT

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

SOCIETA'

Youtube

Nubifragio su Mondello: l'impressionante video in time lapse

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"