11°

IL DISCO

I Marillion tra sogno e realtà

I Marillion tra  sogno  e realtà
Ricevi gratis le news
0

Con “Script for a jester's tear” si torna a sognare. Ma poi, a tratti, ci si risveglia. Nel primo album in studio che la band britannica pubblicò 35 anni fa, i Marillion mischiano infatti fiaba e realtà, prog e neo-prog. Correva l'anno 1983 e la loro scelta non fu certamente facile. Grandi ammiratori dei Genesis, di cui nei loro concerti riproponevano brani e travestimenti, e dei Van Der Graaf Generator, i Marillion si sforzano con tutta la loro energia di far rivivere le magiche atmosfere del prog. Qualcuno giudicò il loro sforzo fuori tempo massimo, ma gli amanti del progressive gradirono, premiando l'lp dal punto di vista delle vendite. Del resto da un gruppo il cui nome iniziale era Silmarillion (poi abbreviato, pare, per evitare grane legali), dall'opera mitopietica di Tolkien, non ci si poteva aspettare di meno.
Trentacinque anni fa il prog per le leggi del business aveva già ampiamente esaurito la sua spinta e veniva consegnato alla leggenda. Ma se 51 anni dopo “Days of future passed” dei Moody Blues, che venne considerato il primo vagito del rock progressivo, questo genere ha ancora tanti appassionati - e i cd , oltre ai vinili tornati di moda, sono sempre in bella mostra sulle scansie dei rivenditori - significa che quella leggenda è ancora molto presente. Comunque, nel 1983 il prog veniva ormai quasi derubricato a rock esoterico, a genere per iniziati. Un disco prog di grande suggestione, per esempio, quel “The geese and the ghost”, primo album solista dell'ex Genesis Anthony Phillips, seppur uscito nel '77, ebbe un'accoglienza piuttosto fredda.
“Script for a jester's tear”, come detto, guarda al passato e rispolvera temi cari agli appassionati, ma introduce anche qualcosa di nuovo. E' un album composto da brani quasi tutti piuttosto lunghi; i testi sono del cantante scozzese Fish, al secolo Derek William Dick. Nelle musiche invece ha messo mano tutta la band. L'anno prima l'album era stato preceduto dal singolo “Market square heroes”, la cui edizione in maxi-singolo 12 pollici conteneva nel lato B la lunghissima “Grendel” (17 minuti e 40 secondi che diventano 19 e 08 nella riedizione, come bonus, del 1997 ). Una suite che ha per protagonista la creatura acerrima rivale di Beowulf, eroe del poema in inglese antico che venne magistralmente tradotto, ma sarebbe meglio dire reinventato, proprio da Tolkien. Atmosfere cupe, arie imponenti. Quasi ci si trovasse nella reggia del re danese Hrothgar. Insomma, più prog di così, proprio non si poteva. Comunque, questi brani si trovano anche come bonus nell'edizione del 1997.
La prima canzone che dà, invece, il titolo all'album (per le traduzioni in italiano consultare l'interessante sito dedicato al gruppo www.thewebitaly.it), del prog ha le atmosfere e i temi; come non rivedere nel giullare di corte dal cuore spezzato che scrive al suo perduto amore il “mito” dei Marillion e cioé Peter Gabriel? Un brano che, com'è ovvio, raggiungerà i suoi apici dal vivo e che è tratteggiato alla perfezione nella copertina di Mark Williamson, che dipinse anche quelle degli Iron Maiden.
Di impronta diversa il secondo brano dell'album, “He knows you know” parla del conflittuale rapporto tra Fish e l'alcol. Qui i Marillion iniziano a discostarsi un po' dal prog puro per percorrere il neoprogressive, con sonorità e temi più vicini alla realtà, come la canzone che chiude l'album - “Forgotten sons” - che affronta la tematica del conflitto in Irlanda del Nord. Riuscite anche “The web”, che richiama l'Odissea con tanto di ciclopi e sirene, e in cui torna con insistenza il personaggio principale (“But even jesters cry” canta infatti Fish), “Garden party”, con tanto di omaggi a Strauss, Chaucer e all'Othello shakespeariano, e la malinconica “Chelsea Morning”. Quest'ultima descrive il suicidio di un'adolescente vittima del consumismo. La sventurata viene ripescata dal Vecchio Padre, come i Genesis, in “Selling England by the pound”, avevano chiamato il Tamigi. Anche quella dei Marillion è dunque una rivolta contro il mondo moderno, dove ogni fiaba e ogni sogno purtroppo hanno il loro rovescio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Adriano Panatta e Serena Grandi

Adriano Panatta e Serena Grandi

GOSSIP

Serena Grandi: "Storia d’amore segreta con Panatta durata 2 anni»

Musica: Laura Pausini trionfa ai Latin Grammy Awards

musica

Laura Pausini trionfa ai Latin Grammy Awards

Maneskin

Maneskin

MUSICA

Primo tour in Europa per i Maneskin. Ecco le date all'estero e in Italia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cucina di casa alla parmigiana con fantasia

CHICHIBIO

Trattoria Vigolante: cucina di casa alla parmigiana con fantasia

Lealtrenotizie

«Noi, narcotizzati e derubati»

NOTTE DI PAURA

«Noi, narcotizzati e derubati»

GUIDA MICHELIN

Parma stabile nella Bibbia del gusto

In centro storico

Il declino di via Garibaldi. E la voglia di rilancio

Lutto

Oltretorrente, si è spento il sorriso di Patrizia Fochi

SORAGNA

Immunologia, premi al top per Alberto Mantovani

Emergenza

Contro l'arrembaggio dei furti: più pattuglie in strada e posti di blocco

Sanità

Sempre più casi di sifilide tra i giovani. Anche la scabbia è ricomparsa

INCENDIO A SORBOLO

«Ecco come siamo stati strappati dalle fiamme»

AUDITORIUM PAGANINI

Guida Michelin: Napoli e la Lombardia i più stellati. Il Sud batte il Nord. Le "stelle" parmigiane restano quattro. Le 29 new entry 

A Piacenza la presentazione della Guida nel 2019, grande evento europeo a Parma nel 2020

2commenti

gazzareporter

Vetro del bus in frantumi: paura sul bus numero 12

1commento

gazzareporter

Anche stasera, in zona Cittadella, ci sono strade al buio: pericoli e...paura

1commento

anteprima gazzetta

Notte di paura a Collecchio e a Sorbolo

sorbolo

Svegliati del crepitio delle fiamme: scappano dalla finestra grazie a un muletto Video

GENOVA

Ponte Morandi: la Pizzarotti e la Siag di Danilo Coppe fra le 10 aziende contattate per la ricostruzione

Lettera anche per il gruppo Fagioli

via emilia

Tamponamento a San Prospero: tre auto coinvolte, lunghe code

trasporti

Treno Parma- Brescia, ancora disagi e ritardi: situazione insostenibile Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit: la May si è cacciata in una strada senza uscite

di Paolo Ferrandi

GAZZAFUN

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

2commenti

ITALIA/MONDO

FOLGARIA

Ammazza il figlio della compagna e si uccide

USA

Tempesta di neve su New York, 8 morti. La più grande bufera da 80 anni

1commento

SPORT

gossip

Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez vicini alle nozze Foto

CALCIO

Lizhang verso l'acquisizione del Tondela in Portogallo Video

2commenti

SOCIETA'

Tabacco

Gli Stati Uniti verso la messa al bando delle sigarette al mentolo

Irlanda

Stupratore assolto, protesta: deputata mostra un tanga in Parlamento

MOTORI

AMBIENTE

In Emilia Romagna 596 auto elettriche (+19,7% rispetto al 2016). Parma è quarta

IL TEST

Jeep Compass, il Suv buono per tutte le stagioni