13°

28°

IL CASO

Ritrovata l'auto del pirata di viale Rustici: era in carrozzeria

Dopo una segnalazione anonima alla Gazzetta i vigili urbani hanno sequestrato una Bmw station wagon in un'officina a San Michele Tiorre

Ritrovata l'auto del pirata di viale Rustici: era in carrozzeria

I soccorritori in viale Rustici

Ricevi gratis le news
21

Si sapeva che era questione di ore. E l'ora è arrivata: la Bmw station wagon del pirata della strada che ha travolto e ucciso Mara Aicardi su viale Rustici sarebbe stata rintracciata in una carrozzeria. Ed è stata immediatamente sequestrata su disposizione della Procura. Rintracciato anche il proprietario del mezzo, ma si dovrà stabilire chi era quel mercoledì sera maledetto al volante della station wagon. L'uomo - o la donna - che ha lasciato che Mara Aicardi morisse senza ricevere il suo soccorso.

 

Decisiva una segnalazione anonima alla Gazzetta 

Nomi, lo sconosciuto al telefono con la Gazzetta non ne ha fatti. Ma ha scandito due lettere, tre numeri e ancora due lettere: una targa, forse proprio quella che tutti cercavano da giorni. 
«Appartiene a un'auto che ho notato in giro e mi ha insospettito, per una vistosa ammaccatura alla carrozzeria. E' una station wagon scura: potrebbe essere quella che ha ucciso la povera signora mentre attraversava viale Rustici». 

Una segnalazione precisa, pronunciata con una voce senza tentennamenti e con un'unica incertezza, relativa all'ultima lettera della targa. L'uomo ne ha dette due («o è
l'una o è l'altra»), prima di salutare la nostra collega, ricordandole che lei non avrebbe avuto difficoltà a far giungere le informazioni alla polizia municipale. 
Erano le 16 di sabato scorso: il momento della svolta, con una telefonata anonima al nostro giornale.......................Tutti i particolari nell'articolo di Roberto Longoni sulla Gazzetta di Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • lida55556

    27 Febbraio @ 13.37

    Caro filippo hai fatto un analisi perfetta hai espresso quello che penso con parole che non riuscivo a trovare! !sono d accordissimo con te......con la societa di oggi e questione di attimi.......

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    27 Febbraio @ 06.38

    Vorrei aggiungere un pensiero "laterale": a milano un pedone quasi investito sulle strisce con la moglie incinta, tira una bottigliata all'automobilista, che disgraziatamente cade, batte la testa e muore. Tutti contro il pedone, che ha avuto una reazione emotiva comprensibilissima, ma e' stato tremendamente sfortunato. Chi e' la vittima in questo caso? Per un centesimo di secondo, la vita puo' cambiare drasticamente e possiamo tutti essere vittime, o carnefici.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    27 Febbraio @ 06.30

    Prima che siano finite le indagini e chiarite inequivocabilmente le reponsabilita', giusto non pubblicare nomi. Una volta che si siano avute certezze, nome cognome e foto del vigliacco in questione.

    Rispondi

  • presente

    26 Febbraio @ 21.20

    @ Commento del 26/02/2014 ore 10.11 , vorrà dire che se non si riesce a scoprire chi era alla guida arresteranno (per modo di dire) la vettura!!!! Si vada a ripassare il codice della strada in merito alla responsabilità civile e penale della circolazione degli autoveicoli e imparerà tante cose nuove (per lei). Per quanto riguarda la qualifica di sceriffo, mi riferisco ad un amico immaginario..... Saluti caro anonimo.....

    Rispondi

  • gian luca

    26 Febbraio @ 12.54

    Credo comunque che chiedere venga pubblicato il nome di chi ha ucciso un pedone e lo ha lasciato agonizzante sull'asfalto ed ha poi cercato di nascondere il tutto cercando di far riparare la macchina ( se non fosse arrivata la segnalazione anonima magari ce l'avrebbe anche fatta ) NON SIA ESSERE FORCAIOLI , se fossi forcaiolo chiederei che il delinquente venisse punito con la legge del taglione... ma mi accontenterei che venisse processato e sanzionato nel modo più duro consentito dalla nostra legge.. Visto che però sono amareggiato voglio aggiungere che probabilemte si fosse trattato di una persona normale o del solito extra ubriaco avremmo saputo il nome subito , trattandosi di un professionista probabilmente avrà modo di servirsi di ottimi legali che sicuramente riusciranno ad evitargli la MERITATA GOGNA MEDIATICA con le svariate motivazioni offerte dalle infinite peghe della nostra legislazione... E visto che sono MOLTO AMAREGGIATO aggiungo che non ci si mette MAI DALLA PARTE DELLE VITTIME , siamo sempre predisposti al perdono di chiunque , non è giusto il perdono se lo devono meritare dopo avere pagato i loro debiti con la legge... Insomma credo che sapere chi sia stato sia il minimo per una collettività che vive con regole certe e CIVILI.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

IL FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Incendio in una ditta di luminarie natalizie. Il Comune: "Chiudete le finestre"

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno