13°

28°

vacanze con fuoriprogramma - Parmigiani a bordo? Inviateci foto e segnalazioni

Traghetti incagliati a Brindisi e Olbia

Traghetti incagliati a Brindisi e Olbia

Traghetto (immagine d'archivio)

Ricevi gratis le news
0

Due fuoriprogramma hanno guastato l'inizio delle vacanze per centinaia di turisti. Qui sotto la doppia cronaca da Brindisi e Olbia.

Parmigiani a bordo? Inviateci foto e segnalazioni

BRINDISI
Circa 700 passeggeri, che avrebbero dovuto imbarcarsi ieri sera per la Grecia sul traghetto Larks della compagnia Egnatia Seaways, sono ancora a Brindisi e protestano al terminal passeggeri della banchina di Costa Morena.
Dalle informazioni che hanno avuto, la nave che avrebbe dovuto condurli a Corfù è ferma in Grecia per un guasto. I turisti, quasi tutti italiani, hanno chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Al terminal ci sono gli agenti della Polmare che, assieme alla Capitaneria di porto, stanno cercando una soluzione alternativa che consenta comunque al gruppo, che aveva già pagato il biglietto, di salvare in extremis la vacanza.
Potrebbe essere garantito un collegamento straordinario, questo pomeriggio, utilizzando un traghetto che normalmente effettua la tratta per l’Albania. In serata era previsto un altro viaggio della Larks, prenotato da altri passeggeri: anche questo collegamento potrebbe saltare. Ieri sera ai viaggiatori pronti per partire è stata data - a quanto riferiscono - dapprima la comunicazione che ci sarebbe stato un ritardo di un’ora. Poi l’aggiornamento: la nave sarebbe partita questa mattina. Ognuno di loro ha cercato a proprie spese una sistemazione. Alcuni hanno trovato posto in un albergo vicino, altri hanno trascorso la notte accampati in una sala del terminal. Nei giorni scorsi, l’Adoc di Brindisi e Lecce avevano segnalato i numerosi disservizi e ritardi che si erano verificati a luglio.

Vacanza in Grecia definitivamente sfumata per i 700 passeggeri che avevano prenotato un biglietto per il traghetto Larks della compagnia Egnatia Seaways e che sarebbero dovuti partire ieri sera alle 20. Cinquecento di loro - a quanto risulta alla Capitaneria di porto e alla polizia di frontiera di Brindisi - hanno già lasciato la stazione marittima per tornare a casa. In duecento hanno atteso nella speranza che vi fosse una soluzione alternativa per raggiungere comunque Igoumenitsa. Dopo un incontro tra forze dell’ordine e prefetto, è stato comunicato loro che non vi sono altre possibilità di imbarco perchè gli altri traghetti che effettuano la stessa tratta sono al completo.
La nave Larks è ferma da ieri a Igoumenitsa per un guasto: anche nel porto greco vi sono circa 200 persone che, terminata la vacanza, attendono di tornare in Italia. Il traghetto sarebbe dovuto ripartire alle 18 di oggi per la Grecia con 600 passeggeri che stanno arrivando in queste ore a Brindisi.
Allo stato le autorità italiane non hanno informazioni su quando riprenderà la rotta nè se verranno utilizzate imbarcazioni sostitutive perdurando l’indisponibilità della Larks.

OLBIA
La nave Bithia, della Tirrenia, in arrivo da Genova, con 2.140 passeggeri e 700 automobili a bordo è finita davanti al porto di Olbia su un banco di sabbia nella fase di ormeggio rimanendovi incagliata. Solo dopo tre ore i passeggeri, che non hanno subito altro problemi, sono riusciti a sbarcare. La nave, che doveva ripartire alle 9, lascerà invece il porto verso le 12:30, dopo i controlli di sicurezza dello scafo. (ANSA).

La motonave Bithia, partita ieri notte da Genova, sarebbe dovuta entrare nel porto di Olbia alle 8 ma, secondo la ricostruzione fornita dalla Capitaneria di Porto, durante la fase di ormeggio si è incagliata in un banco di sabbia, non segnalato nelle carte nautiche, bloccandosi: per liberare la nave sono stati necessari una Motovedetta di soccorso e due rimorchiatori portuali.
Dopo tre ore di lavoro la nave è riuscita a concludere la fase di accosto ed i passeggeri sono stati fatti sbarcare. Sono quindi scattate le operazioni di verifica dello scafo, e dopo mezzogiorno i passeggeri diretti a Genova sulla corsa di ritorno, circa 400, sono fatti salire a bordo. La Capitaneria di Porto ha disposto ulteriori accertamenti per verificare la presenza del banco di sabbia che, non viene escluso, possa essere stato causato dell’alluvione di novembre e da particolari correnti marine.
«L'evento non ha comportato alcun rischio nè per i passeggeri nè per i mezzi che si trovavano a bordo - ha confermato la Tirrenia - e si è risolto con un ritardo, in parte recuperabile durante le traversate, delle partenze da Olbia per Genova di oggi, e da Genova per Olbia e Arbatax di stasera. La compagnia sta avvisando telefonicamente, via sms, via e-mail tutti i passeggeri di queste due corse. Regolare lunedì nell’orario di linea». La compagnia ha anche provveduto ad avvisare tutte le autorità competenti dell’accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

IL FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Incendio in una ditta di luminarie natalizie. Il Comune: "Chiudete le finestre"

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno