20°

32°

Caos sotto i portici

Furto e lite in via Mazzini: due arresti

Furto e lite in via Mazzini: due arresti
Ricevi gratis le news
2

Sono stati resi noti i dettagli del parapiglia che si è scatenato ieri mattina sotto i portici di via Mazzini, con l'arrivo di carabinieri e agenti della polizia municipale. All'origine della lite, con due giovani che si sono scagliati contro un addetto alla sicurezza di un grande magazzino, c'è una furto. I due giovani sono stati arrestati e ora sono ai domiciliari in attesa di processo. In realtà i giovani erano tre, il terzo è fuggito e, attualmente, non si conosce la sua identità. I tre, ieri mattina, si sono recati nel grande magazzino per fare degli “acquisti”. Un ragazzo di nazionalità marocchina, H.Z (classe 85), pregiudicato per reati contro il patrimonio, in compagnia della sua ragazza della stessa nazionalità, A.M. (classe 95), sono entrati all’interno dell’esercizio commerciale mentre il terzo li attendeva fuori. I due giovani grazie all’ausilio di una borsa antitaccheggio “schermata” girando tra gli scaffali del reparto profumeria del negozio hanno riempito la borsa con dei profumi di note marche per un valore complessivo finale 620 euro. Ma l’occhio attento di una commessa e quello dell’addetto alla vigilanza ha incastrato i due che al termine dello “shopping” si sono recati fuori senza passare dalle casse. La ragazza, fermata dal vigilante, è stata invitata ad accomodarsi all’interno per pagare la merce contenuta nella sua borsa. Lei, invece, ha reagito inveendo contro il vigilante. Il terzo è fuggito, mentre il secondo si è scaraventato contro il vigilante spintonandolo e strappandogli la maglietta per tentare di fuggire. A quel punto gli schiamazzi hanno attirato l’attenzione di un agente della polizia municipale che ha chiesto supporto ad una pattuglia del nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri, che poi hanno fermato i giovani prestando soccorso al vigilante. I due giovani sono stati accompagnati negli uffici di strada delle Fonderie per gli accertamenti. Al termine dei quali sono stati dichiarati dai Carabinieri in stato di arresto per rapina impropria in concorso in attesa del rito per direttissima. Il processo è stato rinviato, l'arresto convalidato e i due ora sono in regime di arresti domiciliari nelle rispettive abitazioni nel comune di Reggio Emilia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • annamaria

    22 Agosto @ 00.39

    Ovviamente regolare permesso di soggiorno, aiuti per l'integrazione ecc ecc. Non bastando i nostri delinquenti, abbiamo chiesto aiuto all'estero e ci hanno subito accontentato.

    Rispondi

  • fernand

    21 Agosto @ 19.58

    del marocco????? non l avrei detto!!!! come mai 30 anni fa queste cose non succedevano????? secondo voi quale e' il motivo???? che dobbiamo essere tutti fratelli vero??????

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grave tamponamento in A4, coinvolto l'attore Marco Paolini

L’attore Marco Paolini

VERONA

Grave tamponamento in A4: ferite due donne, coinvolto l'attore Marco Paolini

Festa a Pontetaro: tutti sulla via Emilia

PGN

Festa a Pontetaro: tutti sulla via Emilia Foto

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

LONDRA

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

L'Onu dichiara guerra al Parmigiano: come il fumo. Coro di critiche

Il caso

L'Onu dichiara guerra al Parmigiano: come il fumo. Coro di critiche

6commenti

Processo sms

La Procura picchia duro

4commenti

SPACCIO

Affari d'oro con i ragazzini: condannati i baby pusher di piazzale Borri

4commenti

Soragna

E' morto il professor Demaldè, una vita per i campi e per l'Università

scuola

Via libera al trasferimento di 4 presidi

TRIBUNALE

La insegue e quando lei scende dall'auto la molesta: condannato

Varano

Addio a Villani, una vita per l'agricoltura

Funerale

A Collecchio l'ultimo saluto a Filippo, morto a 32 anni nell'incidente di Stradella

agricoltura

Calano le superfici coltivate con pomodoro da industria del Nord Italia

Bedonia

Maturità da applauso allo Zappa Fermi con jeep e degustazioni

il caso

E' morto il 66enne che ha tentato di uccidere la moglie a Martorano

COLORNO TORRILE

Dai sindaci il sì alla fusione: «Una grande opportunità»

PARMA

Quella 600 d'epoca che colleziona multe davanti al ristorante Foto

Parla il proprietario Andrea Bindani, appassionato di oggetti del passato

2commenti

politica

Pd, Bonaccini alla segreteria nazionale e Pizzarotti candidato alla Regione? Video

8commenti

Paura

Adolescente scompare nel nulla. Ore di angoscia per i genitori

VIOLENZA

Chiusa in casa per anni, picchiata e allontanata dai figli: fugge e fa bloccare il compagno

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le donne e quei maschi da educare

di Georgia Azzali

LA BACHECA

Ecco 20 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

BERGAMO

"Mi costrinse a prendere il Viagra", bufera su padre Zanotti

MOTORI

Piaggio: accordo con un gruppo cinese, nuove produzioni a Pontedera

SPORT

calcio

Serie A e B: estate rovente, calendari in alto mare

CALCIO

Giornata di nervi tesi anche in ritiro. Amichevole con Naturno e Lana: il Parma vince 6-1 Video

SOCIETA'

Hi-Tech

Blood Moon: il web per uno spettacolo unico

CALCIO

Reggiana verso il fallimento: il titolo sportivo è nelle mani del sindaco

MOTORI

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani