14°

24°

Burundi

Suor Bernardetta, uccisa dopo aver trovato i corpi delle consorelle

Era scampata al primo omicidio: era andata a prendere alcune suore di ritorno da Parma

Suor Bernardetta, uccisa dopo aver trovato i corpi delle consorelle
Ricevi gratis le news
14

Una terza suora italiana è stata uccisa nel convento di Kamenge in Burundi. Lo conferma la Farnesina dopo notizie diffuse in tale senso dai media. Si chiamava Bernardetta Boggian, era originaria di Ospedaletto Euganeo ed era stata proprio lei a trovare qualche ora prima i corpi senza vita delle due consorelle. Era scampata al primo, duplice omicidio perchè era andata in aeroporto ad attendere in aeroporto alcune consorelle che rientravano da Parma.

Salvo alcune piccole pause, suor Bernardetta Boggian si era dedicata alla missione in Africa Centrale –  Congo e ora Burundi – dal 1970. Una sua toccante testimonianza si trova sul sito delle Missioni Saveriane. A fine agosto 2013, alla vigilia della sua ripartenza per l'Africa, scriveva:

"La Provvidenza mi ha fatto dono di incontrarmi con diversi popoli e culture, di vedere panorami stupendi. Ho conosciuto persone meravigliose; cristiani e credenti di altre religioni: volti che sfilano davanti a me come una sequenza, facendomi rivivere lo stupore di avere incontrato i semi del Vangelo già presenti.

L’Africa che ho incontrato ha rafforzato in me la fiducia in Dio; mi ha colpita l’accoglienza cordiale, la gioia di condividere con l’ospite il poco che c’è, la gioia dell’incontro, senza calcoli di tempo.

Da qualche anno mi trovo in Burundi a Kamenge, una zona periferica molto popolata della città di Bujumbura. Sono contenta di appartenere a questa comunità cristiana che è attenta e si fa vicina ai poveri. E bello vedere al sabato e alla domenica le mamme delle comunità di base che si avviano con i loro cesti sulla testa verso la prigione per visitare i prigionieri e portare loro un po’ di cibo.

La Messa di domenica sera è frequentata particolarmente da papà e giovani, che hanno avuto l’opportunità di una giornata di lavoro, a volte mal pagato. Arrivano con i volti cotti dal sole e le mani callose e corrose dal cemento. Osservo i loro volti che emanano la serenità di chi sa che Gesù è in mezzo a loro e cammina accanto a loro.

L’annuncio di Gesù e dell’amore misericordioso del Padre diventa comprensibile se accompagnato dalla testimonianza di vita. Occorre nutrire in noi uno sguardo di simpatia, rispetto, apprezzamento dei valori delle culture, delle tradizioni dei popoli che incontriamo. Questo atteggiamento, oltre che dare serenità al missionario, aiuta a trovare più facilmente il linguaggio e i gesti opportuni per comunicare il Vangelo.

La prima sfida che ci interpella mi sembra sia la difesa di popoli umiliati, calpestati nei loro diritti, la denuncia dello sfruttamento dei beni di questi Paesi. È pure pressante il problema dell’alfabetizzazione, via maestra per la lotta contro la povertà. L’Africa ha bisogno di giustizia, di maggior equità e di buongoverno.

Nonostante la situazione complessa e conflittuale dei Paesi dei Grandi Laghi, mi sembra di percepire la presenza di un Regno d’amore che si va costruendo, che cresce come un granello di senape, di un Gesù presente donato per tutti. A questo punto del mio cammino continuo il mio servizio ai fratelli africani, cercando di vivere con amore, semplicità e gioia".

 

La drammatica testimonianza dal Burundi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • E

    09 Settembre @ 21.16

    Povere donne...se restavano a Parma a farsi un giro in pilotta ,ma chi gliel ha fatta fare ..andare nella giungla non hanno avuto ne pieta'e ne rispetto hanno fatto del bene e le hanno crocifisse tipico in paesi poco evoluti

    Rispondi

  • RENZ

    09 Settembre @ 09.58

    R E N Z

    l'attuale "tolleranza" dell'occidente nei confronti dell'Islam/ ismo (il confine fra religione e fanatismo non è chiaro) che disprezza LE PERSONE non credenti nell'Islam, è paragonabile ai silenzi e complicità negli anni 1930 al sorgere del NAZISMO. La decapitazione è quasi una "firma", ma indipendentemente da questo grave fatto...

    Rispondi

  • STEFANO

    08 Settembre @ 16.03

    sarebbe bene che chi parla avesse viaggiato un po di piu' come cina giappone america america tunisia spagna inghilterra germania danimarca ecc almeno e vedere come vivono , anche se purtroppo il mondo è in involuzione ed i libri ed i viaggi non tengono piu' il passo , qualcuno ci scampi dalla Cina e dal mondo Arabo

    Rispondi

  • STEFANO

    08 Settembre @ 15.52

    caro dav... , facciamo un referendum ? guarda che in quasi tutti i paesi arabi si parla anche o ingl o francese e smettiamo di fare demagogia : a scuola una mia conosciente ha litigato con un ragazzino figlio di Mussulmani ... davanti ai genitori gli ha detto : tanto lo dovete capire che prima o poi comanderemo noi ...... da chi lo avra' sentito ? sveglia

    Rispondi

  • Straziato

    08 Settembre @ 15.48

    Senta Stefanos vedo che lei ne sa molto di più delle autorità, che pure stanno indagando. Pavesi Luciano, queste genti vigliacche eviolente ...genti? Si parla di una persona e siamo già a generalizzare con genti?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

A Bore il party di primavera al Maxi Bar

PGN

Al Maxi Bar il party di primavera: ecco chi c'era

Modelle, stilisti e influencer "popolano" Cannes: foto

FESTIVAL DEL CINEMA

Modelle, stilisti e influencer "popolano" Cannes: foto

«Ballando con le stelle 2018»: i vincitori sono Cesare Bocci e Alessandra Tripoli

televisione

«Ballando con le stelle 2018», vincono Cesare Bocci e Alessandra Tripoli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Ristorante Giovanni», una tappa-culto per gourmet e appassionati

CHICHIBIO

«Ristorante da Giovanni», una tappa-culto per gourmet e appassionati

di Chichibio

Lealtrenotizie

Bimbo scappa dalla materna. Trovato dopo mezz'ora

Spavento

Bimbo scappa dalla materna. Trovato dopo mezz'ora

Polemica

Ubriachi in via D'Azeglio. Protesta dei residenti

In strada

Ciclisti e automobilisti, convivenza difficile

L'INTERVISTA

L'ad Carra: «Parma in A con merito e sofferenza»

FIDENZA

Addio all'ex consigliere comunale Denti

Borgotaro

Addio a Francesco Peluso, carabiniere pluridecorato

Colorno

Lo stalker insiste ma finisce ai domiciliari

Band

I Nomadi venerdì a Salso, intervista a Carletti

festa

"BentornAto in A": esplode la gioia sui social di tutto il mondo Gallery

carabinieri

Lite in via Europa: accoltellato un 21enne dominicano

2commenti

GAZZAREPORTER

Forte temporale in Valceno

ANTEPRIMA GAZZETTA

Movida, protestano gli abitanti. E un bar "colleziona" 13 multe in un mese e mezzo...

1commento

Sant'Ilario d'Enza

Si intesta un rimorchio rubato nel Parmense e gestisce un'attività con dati falsi: denunciato

Un 33enne salernitano, pregiudicato, è accusato di ricettazione, truffa e falsità in scrittura privata

PARMA

Gag, giochi e tanti sorrisi: la giornata dei clown Vip in piazza Garibaldi Foto

GAZZAREPORTER

Un lettore: "Discarica galleggiante nel torrente sotto il Ponte di Mezzo"

PARMA

Se n'è andato Giovanni Molossi: aveva 57 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Non solo calcio. Così Parma in tre anni ha vinto tutto

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta Crostatine alle pesche, dolci che fanno gola a tutti

ITALIA/MONDO

chieti

Lancia la figlia da un viadotto: il padre si butta ore dopo. Ha ucciso anche la moglie?

4commenti

TERREMOTO

Scossa di magnitudo 2.9 vicino a Brescia

SPORT

Serie A

L'inter batte la Lazio e va in Champions

Frosinone-Foggia

Non solo Floriano: guardate la parata di Noppert al 91'

1commento

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

Sudafrica

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna Foto

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuovo Vw Touareg, il Suv supertecnologico Foto

IL TEST

Mercedes Classe A, l'auto che parla? C'è molto di più