14°

24°

La storia

Muore in un incidente, multato dopo il decesso

Muore in un incidente, multato dopo il decesso
Ricevi gratis le news
30

Un 92enne era in sella alla sua bici quando è stato travolto. Ma la burocrazia non ha avuto pietà e lo ha multato dopo il decesso. Scopri i particolari.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    22 Maggio @ 11.25

    Una 50ina di anni fa, a Salsomaggiore, all'uscita dalla Messa, un vigile mi aveva infilato nel parabrezza dell'auto una contravvenzione per eccesso di velocità; eravamo in maggio, la mia infrazione risaliva, ammesso e o non concesso che fosse avvenuta, a gennaio. Ma non ho pagato la multa, dopo aver ridicolizzato il vigile zelante, ma in ritardo di 4 mesi.

    Rispondi

  • filippo

    21 Maggio @ 14.31

    @vercingetorige: ti piacerebbe vederci multati a noi ciclisti....lo so.....peccato per la targa.....magari la mettono obbligatoria....così l'attacco sul triciclo del mio bimbo....(che va già sui marciapiedi :)

    Rispondi

    • gherlan

      21 Maggio @ 17.01

      perché multare un ciclista? tanto prima o poi incontrerà un suv guidato da uno che chatta su facebook e allora...

      Rispondi

    • Vercingetorige

      21 Maggio @ 16.19

      SI VEDE CHE LO STAI EDUCANDO BENE ! Io prego Dio , anche se sono Socialista , di proteggere il tuo bimbo e dargli una vita lunga e felice , ma , se mai dovesse succedergli qualcosa , mentre fa assurdità impunite su una bicicletta , sappi che la colpa sarà tua !

      Rispondi

  • SILENZIOSO

    21 Maggio @ 12.46

    Vicenda emblematica. A tanto arriva la stupidità umana quando pretende di amministrare la cosa pubblica

    Rispondi

  • gigiprimo

    21 Maggio @ 10.51

    vignolipierluigi@alice.it

    La multa è stata sanzionata una decina di giorni prima del decesso, così riporta il cartaceo. Non so se la controparte può trarne vantaggio.

    Rispondi

  • Rodolfo

    21 Maggio @ 08.08

    Per lo stesso motivo bisogna multare tutti quelli che vanno in bicicletta in strada senza usare la pista ciclabile, ovviamente quando c'è

    Rispondi

    • salamandra

      21 Maggio @ 12.08

      La multa sarebbe valida solo se la pista è a norma, se è se è effettivamente solo ciclabile e non ciclopedonale e se è utilizzabile. In pratica in ben pochi casi.

      Rispondi

    • sabcarrera

      21 Maggio @ 09.51

      Le piste ciclabili sono pericolose per due ragioni 1 Disabituano gli automobilisti a circolare con le bici o peggio gli fanno considerare i ciclisti utenti di classe inferiore che si meritano gli infortuni 2 Due ciclisti in ciclabile si possono sfiorare ad una velocità sommata tra i 40 e 60 km/h. Sarebbe meglio ridurre la larghezza della carreggiata delle automobili per creare una pista ciclabile in ambo le direzioni.

      Rispondi

    • Francesco

      21 Maggio @ 09.39

      brundofrancesco@libero.it

      L'ammistrazione comunale a Parma sarebbe ricchissima se multasse i pedoni indisciplinati !

      Rispondi

      • Vercingetorige

        21 Maggio @ 12.06

        GIUSTISSIMO " Cominciamo coi ciclisti , poi passiamo anche ai pedoni .

        Rispondi

        • salamandra

          21 Maggio @ 13.47

          Comunque, a parte la battuta che ho fatto prima, le segnalo uno studio recente della Regione Lombardia in cui si analizzano gli incidenti in cui sono coinvolti i ciclisti (del 2013). Gliene estrapolo giusto una frase che chiarisce come le sia in torto marcio: "In Lombardia, dalle analisi sulle circostanze per le quali avvengono gli incidenti e in cui muoiono ciclisti risulta come, nella maggioranza dei casi, chi si trovava in sella alla sua bicicletta procedeva regolarmente". Quindi nella maggioranza dei casi rilevati, chi è morto in un incidente in bicicletta è in realtà stato ucciso dal comportamento illecito di qualcun altro.,.. http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/1020/882/Ciclisti%20-%20Incidenti%20stradali.pdf

          Rispondi

        • Vercingetorige

          21 Maggio @ 16.31

          Grazie. Verificherò consultando altre fonti.

          Rispondi

        • salamandra

          21 Maggio @ 13.34

          Io viceversa comincerei con gli automobilisti che non si fermano alle strisce. Zac, 8 punti di patente! Specie quelli anziani nati e cresciuti con il concetto che la loro auto abbia sempre la precedenza e che ciclisti e pedoni siano nemici dei loro diritti...

          Rispondi

        • Vercingetorige

          21 Maggio @ 16.29

          L' AUTOMOBILISTA "ANZIANO" QUI PRESENTE ha la patente da 52 ( cinquantadue) anni , senza aver mai avuto un incidente con danni alle persone . Arrivando alle strisce si ferma sempre quando deve attraversare un pedone , ma , se si butta in mezzo alla strada un ciclista nato e cresciuto con il concetto di poter fare , impunito , ogni scemenza , no !

          Rispondi

        • gigiprimo

          21 Maggio @ 14.45

          vignolipierluigi@alice.it

          Alla fine di tutto ciò fosforino e subcarrera, avete ragione, quando presi la patente, anni 60, il codice della strada suggeriva ai pedoni di attraversare sulle 'strisce pedonali', controllando che non arrivassero auto da sinistra e destra. Giustamente, siamo arrivati ad oggi, con un codice che impone all'automobilista di rallentare in prossimità di un passaggio pedonale, e tante volte vedete, dei non aborigeni, che a cavalcioni di uno sgangherato cavallo di ferro, si buttano su quelle strisce. Quindi a tutti 'occhi aperti' stiamo tornando all'epoca del ferro!

          Rispondi

        • Straiè

          21 Maggio @ 13.50

          Inutile e odiosa discriminazione contro gli anziani. Gli automobilisti "giovani" non sono affatto migliori di quelli anziani, anzi...

          Rispondi

        • salamandra

          21 Maggio @ 16.24

          Gli anziani in base alla mia esperienza ben raramente si fermano per dare la precedenza sulle strisce. Non che tutti i giovani lo facciano ma la mia impressione è che lo facciano nettamente in misura maggiore. di piú E io ne faccio di strada.

          Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant  convola a nozze con Anna Eberstein

cinema

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant convola a nozze con Anna Eberstein

L’ex gieffina Veronica Graf rilancia: presto in Italia per presentare la sua prima collezione di costumi

TELEVISIONE

Da Grande Fratello e Sex Time alla moda: Veronica Graf lancia una linea di costumi

Proposta di matrimonio sugli spalti di San Siro

Immagine da Sky Sport

MILANO

La proposta di matrimonio arriva con uno striscione... a San Siro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna

FOTOGRAFIA

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna Foto

Lealtrenotizie

Alimenti preparati fra sporcizia e scarafaggi: chiusi due locali in strada dei Mercati e in via D'Azeglio Foto

PARMA

Alimenti preparati fra sporcizia e scarafaggi: chiusi due locali in strada dei Mercati e in via D'Azeglio Foto

7commenti

CALCIO

Bar Sport: speciale serie A con i crociati in studio Guarda 12 TvParma in diretta

PARMA

Grosso ramo cade in via XXII Luglio: strada chiusa, disagi anche sullo Stradone Foto

Problemi al traffico nel tardo pomeriggio anche in Strada Elevata a causa di un incidente

ANTEPRIMA GAZZETTA

Uccisa un'oca al Parco Ducale: è polemica

La promozione del Parma: analisi, dati e curiosità

noceto

Esplosione alla Polveriera: un operaio di 37 anni in Rianimazione

1commento

Spavento

Bimbo scappa dalla materna. Trovato dopo mezz'ora

4commenti

regione

Via libera alle fusioni Colorno-Torrile e Sorbolo-Mezzani. Entro l'anno il referendum

REGIONE

Borgotaro: è nato il tavolo di controllo ambientale sulle emissioni Laminam

Il Tavolo di garanzia sarà coordinato da Paola Gazzolo

12 tg parma

Domenica festa-promozione con Lizhang. Serie A: ecco le date-chiave 2018-2019

Quattro squadre dell'Emilia-Romagna si affronteranno nella massima serie. Si inizia il 19 agosto

PARMA

Peppe incontra... Giuseppe: il maestro Vessicchio sulla panchina di Verdi

1commento

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

POLITICA

Intesa Lega-M5S: alta affluenza nei gazebo a Parma e provincia Video

La cronaca e le interviste del 12 Tg Parma

Polemica

Ubriachi in via D'Azeglio. Protesta dei residenti

PARMA

Intonaco pericolante: via Garibaldi chiusa questa mattina Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

In strada

Ciclisti e automobilisti, convivenza difficile

6commenti

carabinieri

Lite in via Europa: accoltellato un 21enne dominicano

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quelli delle Br non furono “errori”: furono crimini

di Michele Brambilla

3commenti

L'ESPERTO

Lavorare per una società straniera: ecco come muoversi

di Daniele Rubini e Davide Manzelli

ITALIA/MONDO

ancona

Litiga con la moglie, le spara col fucile da caccia e la uccide

firenze

Albero cade su un bus turistico: 5 feriti Foto

SPORT

parma calcio

Lucarelli: "E ora possiamo dire a chi ci ha fatto male: 'Siamo tornati' " Video

2commenti

L'INTERVISTA

L'ad Carra: «Parma in A con merito e sofferenza»

SOCIETA'

Band

I Nomadi venerdì a Salso, intervista a Carletti

LA PEPPA

La ricetta Crostatine alle pesche, dolci che fanno gola a tutti

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuovo Vw Touareg, il Suv supertecnologico Foto

IL TEST

Mercedes Classe A, l'auto che parla? C'è molto di più