21°

30°

Libia

La Bonatti chiese «più sicurezza»

La Bonatti chiese «più sicurezza»
Ricevi gratis le news
5

Da anni gli impianti estrattivi della Libia sono nel mirino: già nel 2013 la Bonatti aveva chiesto maggiore sicurezza. Ma la tensione è ogni giorno più alta.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    21 Luglio @ 18.09

    IL METANODOTTO CHE , partendo dal deserto libico , porta il gas sulla costa , a Mellitah , attraversa il canale di Sicilia ed arriva a Gela , rifornisce di gas l' Italia ed altri Paesi d' Europa. E' un impianto di importanza strategica . Difficile pensare di chiuderlo . I quattro tecnici non sono stati rapiti nell' impianto , ma mentre erano in viaggio per tornare al posto di lavoro dopo alcuni giorni di riposo in Tunisia.

    Rispondi

  • oldalex

    21 Luglio @ 12.30

    esatto. a chi chiede più sicurezza la Bonatti? l'Italia ha chiuso l'Ambasciata e ritirato tutti a febbraio, sconsigliando la presenza di personale italiano nel Paese. Adesso questi 4, che giravano in pullmino e senza scorta come e dovessero andare a Marzolara, non solo mettono a rischio sé stessi, ma anche il ruolo dell'Italia nello scacchiere libico. Bravi, bravi davvero, alla Bonatti

    Rispondi

  • federicot

    21 Luglio @ 11.37

    federicot

    Ma non ho capito chi comanda invece in Italia....la Farnesina dice che in Libia non é il caso di andare, manco per lavoro.figuriamoci a prelevare petrolio. Adesso salta fuori che l'azienda ha chiesto più sicurezza? Mah....

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Luglio @ 11.10

    MA "CHIEDE PIU' SICUREZZA" A CHI ? Dopo la caduta di Gheddafi la Libia è in frantumi . Non si sa chi governi . Si sparano addosso gli uni con gli altri . Si "chiede più sicurezza" a chi ? Probabilmente ha ragione "old sailor" quando auspica l' utilizzo di "cantractors" . Gli Stati Uniti ne fanno lago uso in Iraq , in Afghanistan , e altrove.

    Rispondi

  • janeyre

    21 Luglio @ 07.45

    E a chi l'avrebbe chiesta, al buon Dio? Non all'Italia perché è in uno stato estero. Non a un governo locale, perché non ce n'è uno stabile e riconosciuto. Le aziende che vogliono restare in quelle situazioni, la sicurezza - necessariamente - se la organizzano (e pagano) da sè. Se ci tengono ai loro lavoratori. Altrimenti vengono via, e non fanno guadagni riversando rischi sul personale e costi e altri rischi sullo Stato italiano.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Collecchio: indimenticabile notte rosa

FESTE PGN

Collecchio: indimenticabile notte rosa Foto

La Top5 delle donne del  Mondiale: 1) Georgina Rodriguez

L'INDISCRETO

La Top5 delle donne del Mondiale

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La ricetta della domenica - Riso all'ortolana

Riso all'ortolana

LA PEPPA

La ricetta  - Riso all'ortolana

Lealtrenotizie

Spara alla moglie e si getta nel vuoto

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

PARMA CALCIO

Caso sms, domani il processo: promozione a rischio. Calaiò lascia il ritiro

Secondo indiscrezioni, sarà chiesta una dura sanzione per il Parma. Anche per il Chievo è a rischio la serie A

Inchiesta

Violenza sulle donne, il centro che recupera gli «orchi»

1commento

AUTOSTRADA

Scontro fra 5 auto tra Fidenza e Parma: un ferito. Nuovo incidente: 4 chilometri di coda verso Bologna

Problemi sia tra Fidenza e Parma sia fra il bivio con l'A15 e Campegine. Disagi per traffico intenso a Modena e Bologna

GAZZAREPORTER

Allagamenti e vento forte: un albero cade su un'auto a Salso Foto

FELINO

Le piadine di Igor fanno furore in Australia

RIMPATRIATA

Quei «ragazzi» della mitica 3ªG sessant'anni dopo

Lutto

Bersellini, il macellaio innamorato della Cittadella

Federconsumatori

Polizze vita, il raggiro porta in Irlanda

Viabilità

Tangenziale di Parma: asfaltatura al via da lunedì 16 al 30 luglio

1commento

SERVIZI

Dal 16 luglio carta di identità elettronica rilasciata solo su appuntamento Come fare

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

SAN SECONDO

Auto si schianta contro una casa a Castell'Aicardi: un ferito, ingenti danni Foto

In seguito all'impatto è stato rotto anche un tubo del gas

TAR

Il prof fa attività privata: «Restituisca 77mila euro»

Il caso

Valsartan, lotti ritirati anche dalle farmacie di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ceta, quando il meglio è nemico del bene

di Paolo Ferrandi

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

IL PIU' GRAVE SULLA A1

Drammatico weekend sulle strade italiane, 9 morti in incidenti

NELLA NOTTE

Cinque colpi di pistola contro la casa di un giornalista a Padova

SPORT

RUSSIA 2018

Da Messi a Lewandowski: la "flop 11" del Mondiale

calcio

Ronaldo è arrivato: eccolo appena sbarcato a Caselle Video

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

PONTREMOLI

Villa Dosi Delfini: visite guidate in estate

MOTORI

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery

IL TEST

Nuovo Jeep Wrangler: come cambia in 5 mosse Foto