18°

Lutto

L'Avis Ghiaia perde due presidenti

L'Avis Ghiaia perde due presidenti
Ricevi gratis le news
4

A poche ore di distanza sono scomparsi due «pilastri» dell'Avis Ghiaia: l'attuale presidente Bruno Tagliapietra e la presidente dell'associazione dal 2001 al 2005, Paola Busani. Due campioni di altruismo e solidarietà.

Lorenzo Sartorio

Quest’anno, nel tempo di Natale, non lo si incontrerà più nella sua amatissima Ghiaia dietro il banchetto dell’Avis a distribuire i calendari avisini unitamente al fedelissimo Giorgio Tanzi nelle vesti di «Babbo Natale». Bruno Tagliapietra, stimato ed apprezzato presidente del gruppo «Avis Ghiaia», è deceduto l’altra notte all’età di 68 anni dopo una lunga malattia sopportata con tanto coraggio e altrettanta dignità. Se si dovesse rappresentare la bontà, la disponibilità verso il prossimo e la lealtà, Bruno, sarebbe stato il simbolo ideale. Avisino da sempre, fu tra i fondatori, negli anni Ottanta, dell’Avis-Ghiaia che ha guidato fino in fondo. Un cuore grande, un’anima bella nata con la voglia di fare del bene al prossimo. Contraltare del protagonismo, persona prudente e schiva, Bruno, dove c’era bisogno era sempre in prima linea in modo particolare nella «sua» Ghiaia dove, con la moglie Ivana, gestì per tanti anni un box di dolciumi proprio sotto Palazzo Medioli. Di famiglia contadina originaria di Bogolese, a 14 anni, iniziò a lavorare come garzone del barbiere di San Lazzaro per poi essere assunto, qualche anno dopo, alla «Zafferri» come litografo, occupazione che proseguì nel tempo in un’azienda del reggiano. Da ragazzo, a bordo dell’inseparabile «Vespa», girava la provincia con il suo gruppo musicale. Voce molto apprezzata, ebbe l’onore di partecipare a diversi concorsi presentati da Mike Bongiorno e Pippo Baudo. Ma è stata l’Avis la passione vera della sua vita, quell’Avis Ghiaia, gruppo al quale Bruno diede veramente tanto memore delle antiche tradizioni solidali proprio della Ghiaia i cui facchini, negli anni quaranta- cinquanta, furono i primi donatori di sangue a Parma. Profondo conoscitore del «mondo piccolo» della Ghiaia, Bruno, era amato da tutti per il suo carattere mite, dolcissimo,spiritoso, disponibile, generoso come ha sempre sostenuto anche un altro personaggio-simbolo della vecchia Ghiaia : la simpatica e parmigianissima Rina Bucelli. Fu l’ideatore del Babbo Natale in Ghiaia che, a bordo di una slitta di legno, nel periodo dell’Avvento, distribuiva dolciumi e palloncini ai bambini, come fu pure, unitamente alla moglie, un attivissimo socio del circolo «Aquila Longhi». « Con Bruno - afferma commosso il presidente del circolo oltretorrentino Corradone Marvasi - non ho perso solo un socio esemplare ma un amico fraterno e carissimo». Nel mondo avisino era stimatissimo nonché legato da profonda amicizia a Maurizio Vescovi. « Una persona deliziosa - ha detto Vescovi - un donatore sempre disponibile e attaccatissimo all’associazione. Un uomo vero di grande spessore morale e di straordinaria caratura sociale. Un esempio». Anche Doriano Campanini, vice presidente dell’Avis Provinciale, apprezzava molto Tagliapietra come pure il presidente dell’Avis Parma Luigi Mazzini. « Non riesco ad immaginare - dice Mazzini - la Ghiaia e l’Avis Ghiaia senza di lui. La sua disponibilità insieme ad Ivana è stata determinante in tutti questi anni per la crescita dell’associazione. Il suo entusiasmo trascinava, coinvolgeva. Lo voglio ricordare anche per la caparbietà e la tenacia grazie alle quali ottenne finalmente e definitivamente una sede nella sua Ghiaia, un punto di incontro nel centro di quel mondo che amava tanto». Era legatissimo alla moglie Ivana e al figlio Massimo. I funerali si svolgeranno oggi alle 16 partendo dalla Sala del Commiato di Calerno per la chiesa di Taneto.

Chiara Pozzati

In questa storia il volontariato non è la semplice «nota» a margine di una vita. Per Paola Busani, 64 anni a novembre, era il significato stesso dell’esistenza. Ieri la chiesa di San Patrizio, in via Lanfranco, ha salutato per l’ultima volta uno dei «pezzi da novanta» della famiglia Avis, «ma soprattutto una persona che davvero ha fatto della solidarietà una missione». Così la ricordano dall’associazione che si stringe accanto alla famiglia. Paola, nata e cresciuta a Parma (eccetto una parentesi di pochi anni in Sicilia) è stata presidente di Avis-Ghiaia dal 2001 al 2005, ma soprattutto ha seguito le orma del padre Gino, uno dei fondatori della sezione cuore pulsante del centro, a cui è intitolata appunto la sede del gruppo Ghiaia. La donna, vinta da un male che l’ha spenta poco a poco, ha lavorato per le Ferrovie, prima come impiegata alla stazione ducale e successivamente a Bologna. Forgiata da un destino non sempre semplice, ha iniziato il suo impegno nell’associazione dopo il grave incidente di uno degli zii. «E’ stato proprio a causa di quel terribile fatto, che il padre di Paola ha compreso la necessità delle trasfusioni e ha trasmesso questo valore alla figlia» racconta chi la conosceva da sempre. La solidarietà nel «dna», dunque, «ma aveva anche un carattere forte, oltre a custodire una sensibilità rara. Era una persona particolare: diretta, onesta dalla punta dei piedi alla radice dei capelli, ma anche di un’umanità preziosa. Era sempre in movimento: attiva, volitiva e intraprendente. Purtroppo era molto provata dalla morte della madre, Eugenia, venuta a mancare un anno fa». Ha studiato al liceo artistico Toschi e, dopo aver conseguito il diploma, si è subito tuffata a capofitto nel mondo del lavoro. Anche in questo caso ha imboccato la stessa strada del padre ferroviere. E sempre dal genitore ha ricevuto l’amore e la passione per il dono. Tra le testimonianze più toccanti di tutta l’associazione, rimasta di sasso dopo aver appreso la triste notizia, spicca quella di Maurizio Vescovi, che all’epoca era presidente dell’Avis Comunale. «Ha lasciato un grande segno – chiosa commosso il consigliere -. Perché ha speso energia, entusiasmo e risorse nella promozione di campagne fondamentali, come quelle per la plasmaferesi e per la piastrinoaferesi. Il suo contributo – che ha speso fino in fondo nel gruppo del centro – ha avuto ricadute positive su tutti gli altri sodalizi della città. Ecco perché ci stringiamo accanto ai familiari di Paola in questo momento di grande dolore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giuseppe

    13 Agosto @ 12.32

    addio BRUNO

    Rispondi

  • mario

    13 Agosto @ 01.30

    R.I.P. RAGAZZI

    Rispondi

  • Anna Maria

    12 Agosto @ 12.48

    Ciao bruno sentiremo molto la tua mancanza hai fatto tanto sara' difficile dimenticarti

    Rispondi

  • Briciola

    12 Agosto @ 05.15

    Grazie di cuore ciao bruno

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale in auto con una ragazza: è morto "Zanza" , re dei playboy della Riviera romagnola

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

4commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

3commenti

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

genova

Crollo del ponte, ferrovia a pieno regime dal 4 ottobre

SPORT

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

BASEBALL

Parma Clima: Yomel Rivera raggiunge i compagni in Arizona

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel