16°

IL CASO

«Consuma troppo»: denunciata la Toyota

«Consuma troppo»: denunciata la Toyota
Ricevi gratis le news
11

Gli avevano assicurato che quella Yaris avrebbe «bevuto» poco, ma invece si sarebbe ritrovato con consumi di benzina doppi rispetto a quelli dichiarati dalla casa automobilistica. Così, stanco di non avere risposte chiare, l'avvocato Davide Fratta è passato al contrattacco denunciando la Toyota Italia e la concessionaria che gli aveva venduto l'utilitaria. Leggi la storia.

Georgia Azzali

Poca spesa, tanta resa. Come consumo di carburante, intendiamoci, perché l'auto - una Toyota Yaris Hybrid, 1.500 di cilindrata - non costava proprio due soldi: 16.542 euro, grazie allo sconto della promozione. Ma quel modello, almeno sulla carta, sembrava la soluzione migliore per risparmiare in pieni di benzina. Tanto da convincere l'avvocato Davide Fratta, nella primavera dello scorso anno, a rimpiazzare la vecchia Citroën C3 con quella nuova utilitaria giapponese. Un'auto intestata allo studio legale, di cui Fratta è socio. E che si presentava come la soluzione migliore: 32,20 chilometri con un litro di benzina nei percorsi cittadini e 28,50 in quelli extra-urbani e combinati. Ma in realtà quella Yaris consumerebbe il doppio di quanto messo nero su bianco: 15-16 chilometri per litro. Una beffa che ha convinto Fratta a passare al contrattacco, denunciando la Toyota Italia. I reati ipotizzati dall'avvocato? Frode in commercio, vendita di prodotti industriali con segni mendaci e truffa. Una querela che coinvolge anche la concessionaria da cui l'auto è stata acquistata.

Già poco dopo l'acquisto dell'auto, l'avvocato e gli altri soci si erano accorti che i consumi non erano proprio all'insegna del risparmio. «In concessionaria, però, mi sono sentito rispondere che probabilmente pigiavo troppo il piede sull'acceleratore», spiega Fratta. Ma anche con una «guida migliore» i consumi sarebbero rimasti sempre sui 15-16 chilometri con un litro. Ad agosto e settembre, in particolare, l'auto viene utilizzata molto più spesso rispetto ai mesi precedenti, ma il risultato (deludente) non cambia. E' così che Fratta decide di chiedere la risoluzione del contratto e il risarcimento del danno per la spesa doppia di carburante. Ma in concessionaria gli rispondono di rivolgersi direttamente alla casa madre, oltre che alla sede centrale da cui dipende il rivenditore parmigiano. «Il 12 ottobre ho inviato una lettera alla Toyota Italia e alla concessionaria in cui illustravo le mie rimostranze, chiedendo la risoluzione del contratto e il risarcimento del danno - spiega Fratta -, ma nessuna risposta è arrivata dalla direzione generale della casa automobilistica. Mi sono state recapitate, invece, due risposte, l'ultima proprio l'altro giorno, da parte del customer relation manager di Toyota Italia: lettere in cui veniva messo in evidenza il fatto che i dati sui consumi si basano su rilevazioni condotte in base alle normative europee, con prove svolte in ambiente "controllato". Inoltre, una delle risposte si concludeva sottolineando che le vetture ibride consentono "di ottenere benefici sotto il profilo dei costi d'esercizio, sia per quanto concerne i consumi di carburante che i costi di manutenzione". Insomma, un annuncio pubblicitario più che una replica seria».

Le ibride? Le auto con i motori del futuro, sia termici (benzina o diesel) che elettrici. Un futuro con meno spese: questa la garanzia che compare sui dépliant pubblicitari e viene riportata ufficialmente anche sui libretti delle macchina. Ma per Fratta la realtà non è nemmeno una copia sbiadita della promessa. «Ho inviato una lettera anche alla direzione generale della Toyota e ho provato anche a chiamare, perché l'obiettivo era quello di poter interloquire con un manager con poteri decisionali - spiega l'avvocato -, ma non è stato possibile. Anche un funzionario della concessionaria mi ha detto di aver provato ad intervenire sulla direzione di Toyota Italia. Nessuno, però, mi ha contattato per tentare di chiarire la vicenda».

Così, Fratta ha deciso di «protestare» ufficialmente. Martedì scorso ha presentato in questura la denuncia, sia in proprio che come socio dello studio legale. Perché, secondo lui, «va smascherato l'inganno». Quello che molti sospettano da tempo, ma a cui (forse) hanno fatto il callo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca DS

    13 Dicembre @ 21.17

    La nostra associazione GAI - Gruppo Acquisto Ibrido organizza in tutta Italia i Corsi di Guida Ibrida, durante i quali spieghiamo in teoria e in pratica come guidare un’auto ibrida facendo più di 25 km con un litro di benzina, con clausola soddisfatti o rimborsati.

    Rispondi

  • Massimiliano

    07 Novembre @ 22.59

    Ahahahahah che ridere...

    Rispondi

  • federicot

    07 Novembre @ 22.22

    federicot

    mi segno il nome dell'avvocato. avessi bisogno vado da un altro. Magari ne sa, ma uno che si beve la storia che la yaris fa 32 km mi fa dubitare ....

    Rispondi

  • Marco

    07 Novembre @ 17.07

    Passi la balla sui consumi, che quasi tutte le case automobilistiche si inventano, la cosa che rode a me è il silenzio della dirigenza, anche a fronte della minaccia di denuncia... Io credo che se minacciassi azioni legali, un qualche crumiro di Toyota Italia si farebbe sentire ALMENO per telefono... e invece no...

    Rispondi

  • Filippo

    07 Novembre @ 16.03

    Si vede che ha tempo da perdere. Trattasi di acquisto sbagliato. Se usata come va usata è un'auto da 25km/l, cioè avendo il piede leggero e stando sotto i 70km/h. Se no in alternativa c'è sempre il diesel

    Rispondi

    • Matilde

      17 Marzo @ 13.56

      scusami Filippo (ti do del tu) ma i miei consumi sono come quelli dell'avvocato. Tieni presente che avevo un GKk e facevo quasi 15 con un litro, quindi il mio piede è ok, credimi. Ma la mia auto credo che sia difettosa, perché altre persone che conosco mi parlano dei consumi bassi, come i tuoi, ma anch'io sono stata abbastanza rimbalzata da Toyota. Aggiungo che nessuno crede ai 30 con un litro, ma 22/23/24 si, sono plausibili. Qui siamo alla metà...

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Acquolina: quelli che  si incontrano  in via D'Azeglio - Fotogallery

feste pgn

Acquolina: quelli che si incontrano in via D'Azeglio Ecco chi c'era: foto

Belen la "poliziotta", oltre un milione di clic

GOSSIP

Belen in divisa: oltre un milione di clic

La luna e il ponte de Gasperi La "Superluna": foto dei lettori

Gazzareporter

La luna e il ponte de Gasperi La "Superluna": foto dei lettori

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Emmanuelle, e l'Italia scoprì lo scandalo

C'ERA UNA VOLTA

Emmanuelle: e l'Italia scoprì lo scandalo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Oltre 400mila euro scomparsi: altri tre amministratori nei guai

CONDOMINI

Altri tre amministratori nei guai. Sono spariti più di 400mila euro

Citazione diretta a giudizio per Fausto, Monica e Federica Buia, accusati di appropriazione indebita aggravata

7commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Ex Bormioli, come saranno recuperate le parti superstiti della storica fabbrica

PARMA

Botte all'amico e gelosia... alcolica: arrestata 30enne brasiliana Video

PROVINCIA

La popolazione del Parmense supera quota 450mila abitanti: il dato più alto di sempre

Gli abitanti sono 452.015 (+0,48%). Gli stranieri sono il 14,2% del totale

1commento

LUTTO

Il baseball parmigiano piange Ismaele Fochi

Soragna

Truffe, nei guai un finto corriere

12tgparma

Eddi Marcucci a Parma: "Ecco perché ho deciso di combattere in Siria" Video

Morte di Orsetti, parla l'ex No Tav che si è arruolata nelle forze curde

PARMA

In fiamme la cappa: paura alla pizzeria "La brace" in via Abbeveratoia

1commento

COLORNO

Il "Re del Po" di Boretto raccontato in foto: Erika Sereni espone a Fotografia Europea Gallery

"L'isola di Pan o un altro Po" farà parte del circuito Off della manifestazione reggiana

LE NOSTRE IMPRESE

Carlo Rocchi: "Così Mahle scommette su Parma" Video

PARMA

Debuttano i veicoli elettrici dei carabinieri: saranno usati in parchi e zone pedonali Video

'NDRANGHETA

Processo «Stige», chiesti 8 anni di condanna per l'imprenditore Gigliotti

STAGIONE LIRICA

il Regio pronto per la Prima de "Il barbiere di Siviglia" Video

CARABINIERI

Tentano il furto a Neviano: due albanesi arrestati a Vezzano sul Crostolo

1commento

GOVERNO

Maltempo di inizio febbraio: dichiarato lo stato di emergenza nazionale anche per il Parmense

BORGOTARO

Gazzolo: «Nessun pericolo per la salute e per l'ambiente». La relazione è in rete

Presentati i risultati dell'indagine svolta dal Comitato tecnico-scientifico. L'assessore regionale: «I disagi non sono riconducibili alle emissioni della Laminam»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

WEEKEND

Vinili, spalla cruda e castelli: la top 5 del fine settimana

PGN

Speciale vinili: mandate le foto della vostra collezione  Gallery

ITALIA/MONDO

Corea del Sud

Presa la banda delle telecamere spia negli alberghi: 4 arresti

IL GIALLO

Imane, primi responsi dell'autopsia: nessuna evidenza di radioattività

SPORT

SPORT

La rivelazione choc di Frey: "Per un virus ho rischiato di morire". Il Parma gli dedica un post: "Forza Seba!"

SERIE A

Tre sondaggi... in uno per votare "i migliori" del Parma di questa stagione

SOCIETA'

OLANDA

Amsterdam, addio ai tour gratuiti nel distretto a luci rosse - Video

HI-TECH

La prova: Nighthawk x6s, una soluzione per potenziare la rete wifi di casa

MOTORI

ANTEPRIMA

La Porsche Cayenne diventa Coupé Foto

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)