Stranieri

Gli immigrati spazzano la Cittadella

Gli immigrati spazzano la Cittadella
Ricevi gratis le news
16

Un gruppo di immigrati, una volta a settimana, spazza i viali del parco Cittadella rimuovendo foglie e spazzatura. «È il nostro modo per ringraziare la città che ci accolto», dicono. Leggi come e perché è nata l'iniziativa.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    30 Gennaio @ 13.25

    Lodevole iniziativa.

    Rispondi

  • gigiprimo

    30 Gennaio @ 13.02

    vignolipierluigi@alice.it

    Vengono pagati con vaucher? Se si fanno male? Sono assicurati? Il lavoro in Italia ha regole precise, bisogna applicarle, chi si è preso la responsabilità di farli lavorare?

    Rispondi

    • ab9pr

      30 Gennaio @ 16.50

      alberto_bianco@alice.it

      Quante foglie spazzano al giorno? Qual'è la classifica della tipologia di foglie più raccolte? Quante gocce di sudore versa ogni immigrato impiegato nella raccolta di foglie e spazzatura? Siamo sicuri che per noi italiani il lavoro abbia sempre regole precise? Siamo sicuri che si scriva vaucher e non voucher? Domande stupide, forse, ma non tutte.

      Rispondi

  • emma

    30 Gennaio @ 12.37

    è una buona cosa , spero molti di piu aderiscano(o mi dispiace dirlo , vengano fatti aderire) cosi che anche altri posti della citta possano essere ripuliti

    Rispondi

  • Biffo

    30 Gennaio @ 10.47

    Non potrebbero essere utilizzati per convincere i loro conterranei a non spacciare e a smetterla di farere i posteggiatori abusivi?

    Rispondi

  • Andrea

    30 Gennaio @ 09.43

    Una volta alla settimana lavorano ma quante ore? E per curiosità che fanno gli altri giorni? Gli italiani che sono fortunati ad avere un lavoro hanno un solo giorno di riposo e gli altri di lavoro e non viceversa e si pagano casa e tutto il resto .... vero? Non c'è qualcosa che non torna?

    Rispondi

    • Stefano

      30 Gennaio @ 12.55

      reinard.alfa@gmail.com

      Non è colpa loro se sono qui, colpa nostra, colpa di una parte dei nostri governanti che ci stanno guadagnando con i miliardi che girano con l'accoglienza. Io personalmente sono soddisfatto di vedere gente volenterosa che pulisce questa città sempre più sporca invece che spacciare o rubare. Se c'e' qualcosa che non torna è che abbiamo milioni di disoccupati che non trovano lavoro perchè occupato dagli immigrati, gente che dorme in tenda o in auto e immigrati in case popolari e alberghi, etc etc etc. Sono queste le domande da farci non quante ore fa un ospite pagato per essere tale.

      Rispondi

      • Andrea

        30 Gennaio @ 14.06

        è l'ospite in albergo o con tutto gratis che strusa con gli italiani in strada, in tenda e a badacier (a sbadigliare) e non per volontà loro, senza un soldo ...quando ce n'è è giusto per tutti ma quando non ce n'è in ogni famiglia prima si mette a disposizione dei suoi "figli" e poi per gli altri oggi il governo italiano, mi pare, non ragiona così .... avrà le sue ragioni che non sono le mie ...per fortuna...

        Rispondi

        • Stefano

          01 Febbraio @ 13.12

          reinard.alfa@gmail.com

          Non sono d'accordo nemmeno io sull'immigrazione a discapito degli Italiani, io sono uno di quelli che non trova lavoro perchè a Parma ci sono migliaia di occupati stranieri. Sono però dell'idea che non è colpa loro ma di chi ci governa, se noi come Italiani gli accogliamo non possiamo farli stare male, sarebbe come dire che a casa mia ospito qualcuno e poi lo metto in cantina! Bisogna smettere con l'immigrazione, rimandare tutti quelli senza permesso a casa loro e poi se siamo tutti d'accordo fare un pacco e spedirci anche quelli che hanno permesso questo schifo.

          Rispondi

    • Alessandra

      30 Gennaio @ 11.26

      Le persone che lavorano hanno 2 giorni di riposo... e poi cavoli ma non va proprio mai bene nulla... siete sempre dietro a lamentarvi... ma impegnatevi in qualcosa e poi magari vi accorgete che è molto semplice criticare ma non così banale fare...

      Rispondi

      • Andrea

        30 Gennaio @ 13.08

        Veramente mi pare che l'Italia e di riflesso gli italiani per queste persone si sia e si stiano impegnando finanziariamente e non poco e poi chi vuol capire capisca ...io devo lavorare se devo mangiare - ho chi mi da mangiare e neppure una casa - e non ho tempo da perdere per queste polemiche inutili...

        Rispondi

    • the mari

      30 Gennaio @ 11.09

      prova ad andare a spazzare le strade nei paesi da dove vengono loro.. per reciprocità...

      Rispondi

      • filippo

        30 Gennaio @ 13.34

        si io lavoro 5 giorni a settimana..tu?= loro 1 ora...ottimo , per 35 euro al giorno

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nadia Toffa in ospedale per le terapie: "Non so se la chemio mi guarirà..."

La "lotta"

Nadia Toffa in ospedale per le terapie: "Non so se la chemio mi guarirà..."

E' morto il grande regista Eimuntas Nekrosius

TEATRO

Addio a Nekrosius. Dalla Lituania per la prima volta in Italia al Teatro Due di Parma Foto

YouTube come la tv, arrivano film interrotti dagli spot

Spettacolo

YouTube come la tv, arrivano film interrotti dagli spot

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la nuova classifica settimanale: scopri le new entry

WORLD CAT

Ecco la nuova classifica settimanale: scopri le new entry

Lealtrenotizie

Visite medico sportive, tempi lunghi

SANITA'

Visite medico sportive, tempi lunghi

In viale Mentana

Parrucchiera derubata due volte in un mese

LAVORI

Via Europa, sottopasso chiuso

La storia

Michele e Paula, Olanda addio: Berceto è più «green»

Lutto

È morto don Carlo Pavani, pilastro del San Benedetto

SCANDALO DEL SANGUE

Trentacinque anni fa la trasfusione infetta, ora i soldi dovuti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

FIDENZA

Causa un incidente e simula il furto della propria auto: denunciato

SALSO

Terme, il presidente Mondelli: «Nei prossimi anni 5 milioni di euro di investimenti»

METEO

Maltempo anche mercoledì, tregua giovedì poi nuova perturbazione

L'EVENTO

Via D'Azeglio invasa per l'apertura di un negozio cult per i giovani Foto

calcio

Faggiano rinnova, sarà ds del Parma fino al 2020. Pizzarotti: "Con lui massima sintonia"

1commento

via dei mercati

Tenta la rapina (con un chiodo) al supermercato: la reazione della cassiera lo fa fuggire Video

1commento

F3

Sophia Floersch dopo l'operazione: "Grazie a tutti. E che telaio la Dallara..."

anteprima gazzetta

Dopo un secolo le Terme di Salso diventano private

Una ragazzina di 11 anni

Si sporge dalla finestra e resta sospesa nel vuoto

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lizhang e i tanti impegni disattesi

di Claudio Rinaldi

1commento

BACHECA

Ecco 55 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

maltempo

Spaventosa tromba d'aria nel porto di Salerno: tanta paura e danni (fortunatamente) limitati Video

USA

I messicani a Tijuana contro la carovana di migranti, "fuori" Video

SPORT

12 tg parma

Mercato, al Parma piace Ounas del Napoli Video

Gallery sport

MotoGp: è già 2019

SOCIETA'

gossip

Belen presenta il suo "playboy", Mirco Levati

3commenti

rock

Immortali e strepitosi Rolling Stones: in tour negli Usa la prossima estate Le date

MOTORI

IL TEST

Bmw X5, atto quarto: lusso senza compromessi

moto

Honda CBR1000RR 2019, elettronica evoluta