21°

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne

La start-up che mette in tavola il talento delle donne
Ricevi gratis le news
0

Il talento delle donne in cucina e i sapori messi in valigia lasciando i Paesi d'origine diventano occasione di futuro. E' l'idea alla base del progetto "Gastronomia etnica": grazie al finanziamento della Fondazione Cariparma e la collaborazione di Comune, Università e FormaFuturo, dieci donne accolte dall'associazione Il Pozzo di Sicar diventeranno il cuore e le mani di una vera e propria start-up. E presto il mondo in tavola potrebbe sbarcare in centro storico, anche grazie ad alcune cene con parmigiani "tester" che hanno aiutato a selezionare i piatti migliori.

Chiara Cacciani

La cucina è in una nuvola di vapore e di profumi speziati, le mani armeggiano veloci tra pentole e taglieri: lo spazio di un sorriso e poi di nuovo l'agitazione per gli ospiti da mettere a tavola di là, nella sala da pranzo del Pozzo di Sicar.

Sono trenta i commensali, invitati per mestiere, studio o passione ad essere «giudici» finali di un sogno da declinare al femminile: una gastronomia etnica che metta nel piatto dei parmigiani il mappamondo che da oltre vent'anni ruota nella sede dell'associazione di via Budellungo.

«Manca solo l'Oceania», ridono. Ma per il futuro, chissà.

Stavolta ai fornelli per l'ultimo test ci sono Marie Jeanne Nyamke, arrivata dalla Costa D'Avorio, Milagros Ranjel, giunta dal Perù, e Franca Cagnolati, che del Pozzo è la fondatrice: della sua infanzia in Colombia, discendente di una famiglia di ristoratori, si è portata dietro ricette che parlano di sole e convivialità e le ha messe a disposizione.

Al loro fianco compaiono Cesar Caycho, peruviano che già lavora in un ristorante, e il giovane Mohammed Osman, dalla Somalia, definito «un mago in cucina». Ma le protagoniste sono loro: le donne. Le accolte e le accoglienti.

Il cibo le ha unite, ha addolcito la nostalgia, impastato riservatezza e curiosità, dato sapore ai giorni in un nuovo Paese, in una nuova famiglia allargata, in un tempo da inventare. E ora sono proprio i sapori che ciascuna ha messo in valigia ad essere la ricetta di una vera e propria start-up d'impresa. Il progetto, promosso dall’associazione parmigiana in collaborazione con il Comune di Parma e FormaFuturo, è e finanziato dalla Fondazione Cariparma. Con la «marcia in più» che è la consulenza dell’Università, in particolare il corso di Scienze Gastronomiche.

«L'idea di dare valore al talento in cucina di queste donne è venuta vivendo insieme - racconta Franca Cagnolati -. Ci siamo già occupate di cene e catering etnici e quando il Comune ci ha proposto questo progetto di studio di fattibilità di una gastronomia etnica ci siamo attivati. Anche perché è importante pensare al futuro lavorativo delle nostre ragazze: tutte fanno corsi, ma ci semrbava interessante la possibilità di poterle occupare».

Di fatto, il progetto si sviluppa in un percorso di studio della realtà parmigiana legata ai cibi etnici, di confronto con esperienze di altre città, di formazione delle donne partecipanti, di analisi delle pietanze da proporre alla clientela sottoponendole - anche a tavola - a tester qualificati.

«Dieci delle nostre ragazze faranno corsi di base, poi ne saranno selezionate tre che avranno un lavoro fisso nella gastronomia - spiega Cecilia Fava, volontaria di vecchia data e referente del progetto catering etnici -. In più il Comune ha la possibilità delle borse lavoro e quindi contiamo di coinvolgere a mano a mano altre donne».

Il negozio è stato pensato in centro, «perché non vogliamo che sia un posto solo per stranieri ma anche per italiani», e dovrebbe essere una bottega con annesso laboratorio dove a richiesta si possa mangiare a pranzo, lavorare sull'asporto e preparare catering per occasioni particolari o per aperitivi e pranzi etnici anche in altri locali.

«Il nostro contributo è stato quello di aiutare a selezionare i piatti più adatti - spiega Pietro D'Alessio, docente al corso di Scienze gastronomiche dell'Università -. Durante due cene di assaggio e didattiche, i nostri studenti sono stati chiamati a esprimersi sulla qualità, sul gusto, sulla presentazione dei piatti. E' andata molto bene: il livello di proposta è medio alto, sia per tecnica, sia per qualità della materia prima, sia per l'impronta personale di chi cucina». Un assaggio del progetto si potrà avere dal 2 al 4 giugno con iniziative ed eventi all'interno del Gola Gola Festival. E intanto - tra maaqouda marocchini e alfajores sudamericani - si prova a dare un sapore buono al futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

2commenti

Lealtrenotizie

A novembre la Guida Michelin farà brillare le sue stelle per la terza volta a Parma

16 novembre

Le "stelle" illuminano Parma: per il terzo anno la Guida Michelin sarà presentata al Regio

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

2commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

LAVORO

Commercio: alla domenica lavorano soprattutto le donne

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

SPORT

FORMULA 1

L'Alfa Romeo sceglie Giovinazzi: un italiano nel Circus dopo 8 anni

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SOCIETA'

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

Dagli Usa in Italia arriva il finto burger di carne

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

ANTEPRIMA

Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat